meditazione zen guarigioneLa meditazione zen è forse quella che fra tutte le tipologie di meditazioni sta riscuotendo più successo.

La pratica della meditazione zen risale al sesto secolo avanti Cristo in uno dei viaggi esperienziali del Buddha in India.

La zen è solo una delle tecniche meditative più conosciute, ma ce ne sono diverse altrettanto famose, come quella dinamica, la cristiana o la meditazione buddista; ecco le sue radici.

Ma a cosa può servire la meditazione zen soprattutto in tempi moderni come i nostri?

Sicuramente l’argomento della meditazione non può che essere di una attualità disarmante considerato che oggi ansia e stress caratterizzano la vita di tutti i giorni. Essenzialmente la meditazione zen si occupa di riequilibrare il corpo nelle sue tre accezioni principali ovvero respiro, postura e controllo della mente.

Se facciamo mente locale respiro, postura e controllo mentale e/o consapevolezza sono i talloni di Achille della società moderna. Una respirazione non corretta è difatti una concausa delle comuni crisi di panico, una scorretta postura è causa principale di algie muscolari legate alla schiena in ogni suo settore cervicale, dorsale e lombare.

Infine una scarsa consapevolezza di sè è la causa principale del non sapere indirizzare la propria vita verso obiettivi ben specifici lasciandoci condizionare dagli eventi.

In altre parole non siamo in grado di tenere le briglie della vita ed è così che essa volge dove vuole causando insoddisfazione o frustrazione per la maggior parte delle persone.

La meditazione zen serve proprio a questo. Centrare la propria vita, trovare il proprio punto di equilibrio ed affrontare la vita con vigore e decisione.

Non a caso nella meditazione zen, si impara a controllare il respiro che deve essere profondo ed importante, la postura forte e decisa ed infine la mente sgombra da pensieri inutili e positiva.

 

meditazione zen autoguarigioneLa meditazione ed in particolare quella zen infine empatizza il nostro subconscio con la nostra coscienza. Questo ci permette di creare un asse di equilibrio tra il Cielo e la Terra concentrandoci sul qui ed ora. E’ importante infatti avere un equilibrio interiore con il fine di vivere in modo corretto, armonioso e gioioso sia con sè stessi, sia con gli altri.

Se non troviamo in primis in noi stessi la capacità di amarci e volerci bene non saremo mai in grado di rapportarci con gli altri in modo sereno e spensierato. La meditazione zen è in grado di farci guardare all’interno alla scoperta del proprio Sè interiore.

Focalizzarsi sulle proprie paure e sui perchè e sulle motivazioni delle nostre scelte della vita senza autocolpevolizzarci è uno dei segreti per guardare il presente con serenità e il futuro con una prospettiva migliore.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento