le caratteristiche della meditazione yogaLa chiave nella meditazione yoga è la “realizzazione del sè” detta anche “risveglio della Kundalini”, è un’energia localizzata all’interno dell’osso sacro.

Il termine Kundal significa spirale poichè la Kundalini è avvolta in tre spire e mezzo nella sua sede. E’ la prima meditazione yoga che si fa, è breve e permette di entrare in contatto con la semplicità del metodo e apprendere la capacità che ha di far star bene.

Non ti interessa la meditazione yoga? Allora scopri la chiaroveggenza; meditazione e terzo occhio per trovare l’illuminazione.

La meditazione yoga e le sue caratteristiche

Nella meditazione yoga, una volta risvegliata, la Kundalini rimane sempre attiva. Si è in grado di percepire la sua ascesa attraverso una piacevole sensazione di fresco che va dalla parte bassa della propria colonna vertebrale fino alla cima della testa. Se si percepisce una fresca brezza allora vorrà dire che la Kundalini è riuscita a passare indisturbata attraverso i chakra.

I chakra si possono immaginare come dei fiori che si aprono e si chiudono a seconda dello stato in cui si trovano. Se sono in armonia si aprono, emanando la loro fragranza all’esterno, se i chakra invece sono stressati il fiore si chiude e così siamo a disagio con noi stessi e con gli altri.

La meditazione yoga permette di percepire lo stato interiore dei propri centri energetici, i chakra, sulle proprie mani. L’energia Kundalini sale, partendo dall’osso sacro, attraverso il sistema nervoso autonomo che è il mezzo attraverso il quale si può avere conoscenza di se stessi. Questa energia viene percepita sotto forma di vibrazioni, vera e propria energia elettromagnetica, accompagnate da uno stato di benessere diffuso che facilita la meditazione.

Nella meditazione yoga quando si risveglia l’energia Kundalini che sale fino all’ultimo chakra si crea l’unione con questa energia che pervade tutto, il termine yoga significa appunto unione, e questa connessione permette di attingere ad una fonte infinita di energia. Attraverso la meditazione yoga ci si collega ad un’energia universale che non si esaurisce mai e che anzi porta al raggiungimento di un benessere assoluto.

Il mantra OM

 

benefici dei mantra nella meditazioneI mantra sono delle affermazioni che aiutano i chakra a migliorare, che apportano un beneficio al proprio sistema energetico. Mantra
deriva dal sanscrito manana che vuol dire meditare. Durante la meditazione yoga quando si pronuncia un mantra si possono percepire immediatamente gli effetti benefici.

Si dice che il primo suono che ha seguito l’evento della creazione del mondo sia stato OM, suono che contiene in sè tutte le energie che riguardano la creazione dell’universo. OM è composto da tre elementi: A, U, M. A è l’energia potenziale del canale sinistro, U del canale destro e M del canale centrale. Questi suoni possono essere usati da soli o insieme per portare benefici ai centri energetici.

Si può recitare il mantra OM all’inizio della propria meditazione yoga per portare pace e rilassamento, oltre che silenzio dentro di sè.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento