Come fare per aumentare la memoriaImmaginate che al posto del vostro cervello abbiate installato un computer.

Per aumentare la memoria interna basterebbe aggiungere una memory card, o effettuare un piccolo intervento tecnico. E così, in un attimo,ricordare il compleanno del vostro partner o il titolo del libro che tanto vi ha appassionato non richiederebbe il minimo sforzo

Se uno scenario del genere sembra possibile soltanto in un film di fantascienza, aumentare la memoria è invece un obiettivo alla portata di tutti, attuabile senza ricorrere alla tecnologia informatica.

La mente umana è mille volte più complicata anche del più avanguardistico computer, ma la buona notizia è che gli “strumenti” per migliorare la conservazione delle informazioni ricevute sono molto semplici e possono anche rivelarsi divertenti.

Utilizzati tutti i giorni, possono portare ad un notevole miglioramento di memoria, concentrazione e capacità di apprendimento.

Il primo passo per aumentare la memoria è capire perché volete conservare determinate informazioni.

Vi servono per superare un esame?

Sono nozioni importanti per il vostro lavoro?

Oppure si tratta di qualcosa attinente la sfera personale, come il compleanno di un amico o l’anniversario di matrimonio?

Nel momento in cui si decide che una certa informazione deve essere ricordata nel futuro, bisogna prima di tutto prestarle una certa attenzione, concentrarsi su di essa. In seguito, è necessario “manipolare” i dati nella vostra mente e renderli personalmente significativi.

Personalizzare un’informazione (e quindi favorirne la permanenza nella memoria) significa associarla a un’emozione: se dimentico questo appuntamento, o il mio capo si arrabbierà; ricordando questa data farò felice il mio partner.

La personalizzazione aiuta a rendere più “reali” i dati che vogliamo ricordare e, di conseguenza, ne rende più facile il reperimento al momento del bisogno.

Per aumentare la memoria, inoltre, è fondamentale dormire sonni tranquilli. In molti studi emerge lo stretto rapporto tra ore di sonno dormite e qualità della memoria dell’individuo, e si evidenzia come la privazione del sonno possa indebolire la capacità di ricordare volti, suoni o luoghi.

Alcuni esperti inoltre sospettano che la mancanza di sonno cronica possa incrementare non solo il rischio, ma anche la gravità delle malattie legate all’età, come il diabete, l’ipertensione, l’obesità e, appunto, la perdita di memoria.

Quindi, garantirsi un buon numero di ore di riposo tutte le notti, oltre ad essere una buona abitudine per affrontare gli impegni del giorno con la giusta carica, è una tattica efficace (e piacevole) per aiutare il nostro cervello a mantenersi sano.

Esistono poi dei piccoli trucchetti per aumentare la memoria.

La maggior parte delle persone utilizza quotidianamente solo il lobo sinistro del cervello (parte logica) oppure soloTecniche per aumentare la memoria quello destro (adibito alla fantasia, alla creatività), ma raramente entrambi allo stesso momento.

Per utilizzare entrambe le parti, e ricordare le informazioni con più facilità, un buon metodo è associare alle informazioni delle immagini mentali vivide.

Per esempio, si potrà il numero 2 visualizzando un cigno con un lungo collo sottile, che visivamente riporta alla forma del numero.

Più le immagini che si utilizzano sono vivaci, divertenti, strane e persino ridicole, più sarà facile recuperarle dalla memoria al momento opportuno.

Se avete in mente un albero, non pensate a un cipresso, ma ad un baobab secolare con radici che affondano fino al centro della Terra. Molto utile, al fine di rendere l’immagine il più vivida possibile inoltre, è coinvolgere più sensi: olfatto, vista, gusto, udito permetteranno di creare scenari più ricchi e, di conseguenza, meno soggetti ad essere rimossi dalla memoria.

E infine, ma non meno importante, allenatevi il più possibile: un “memorizzatore esperto” è come un musicista professionista, oltre al talento ha bisogno di un esercizio costante della tecnica.

Seguendo questi piccoli consigli però scoprirete che aumentare la memoria risulterà essere molto più semplice che imparare a suonare il pianoforte.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento