0 oggetti | €0

Come imparare a studiare per risultati migliori

studiare: metodologie per riuscire In questo articolo verranno presentati dei consigli per organizzare al meglio il nostro studio ed imparare a studiare,  al fine di evitare una preparazione instabile e traballante alla vigilia di un esame o un’ interrogazione.

In tal senso, sicuramente il primo elemento deve essere fondato su una certa fiducia in se stessi, tale da poter credere nelle proprie potenzialita’.

Quest’ ultima inoltre permette di ottenere dei risultati veramente ottimali anche in tempi stretti. Vediamo percio’ alcuni consigli per imparare a studiare al meglio.

Nell’ambito del metodo di studio si possono rivelare fondamentali alcune tecniche dette di lettura veloce, la lettura rapida non diminuisce la comprensione.

Imparare a studiare:  le fondamentali regole

1) Come primo consiglio e’ fondamentale nel rileggere il testo sottolineare con un lapis o con un evidenziatore tutti quei punti ritenuti importanti ai fini del contenuto. Importante ricordare che la fase di lettura prepara la nostra mente allo studio inteso come memorizzazione vera e propria dei concetti.

2) Come secondo consiglio, occorre creare uno schema logico, costituito da tutti gli elementi chiave che caratterizzando il discorso. Si tratta di individuare con un solo termine gli elementi che contraddistinguono un paragrafo, riuscendo a creare una mappa semantica, la quale ci permetta facilmente di poter creare l’ argomentazione completa partendo appunto dalle chiavi. 

3) Il terzo consiglio, si propone di condividere le attivita’ di studio con un compagno o una compagna, grazie ai quali e’ possibile intraprendere delle vere e proprie interrogazioni, con lo scopo di riuscire a individuare tutti gli elementi anche quelli celati ed apparentemente insignificanti, potendo constatare i punti di forza e debolezza dell’ argomentazione da noi condotta.

4) Il quarto consiglio, riguarda gli orari ritenuti piu’ idonei per lo studio: solitamente si consiglia le ore della mattina con la mente ancora fresca.  Nell’ ipotesi di scegliere le ore pomeridiane si consiglia di non abboffarsi a pranzo, al fine di evitare stati comatosi !!!   Anche le ore serali, dopo la cena possono essere utili allo studio e in tal caso vale il medesimo consiglio riguardo l’ alimentazione.

Come organizzare il lavoro a casa

 

organizzare lo studio a casaLe attivita’ di studio sono naturalmente da preferire a casa, intendendo la propria abitazione oppure un luogo ospitale come ad esempio gli ambienti di una biblioteca o l’ abitazione di un amico o amica con cui si condivide lo studio.  Il criterio con cui ci si organizza lo studio deve essere il seguente:

bisogna innanzitutto scegliere un ambiente della propria abitazione in cui vi siano delle condizioni micro – climatiche tali da evitare eccessivo caldo o freddo, evitare assolutamente di mantenere accesi durante lo studio Tv, Radio, lettori Mp3, etc.

Se riuscite a studiare con della musica che sia non cantata,  ma soltanto di sottofondo a volume non eccessivo e con ritmo abbastanza lento e rilassante (lounge, chillout, etc.).  Evitare di mantenere aperte le pagine di social Network come Facebook, per controllare in continuo notifiche, commenti eccetera, ai nostri post o immagini pubblicate.  Scegliere una seduta comoda, su un tavolo o scrivania in ordine, togliendo tutti gli oggetti inutili.

Bisogna riuscire ad ottimizzare i tempi, pianificando settimanalmente le varie attivita’ :  e’ fondamentale per riuscire a non rinunciare alle attivita’ legate al tempo libero (sport, amici, etc.), fondamentali per avere una valvola di sfogo allo stress accumulato.

Infine, occorre riuscire a pianificare il tempo durante le ore di studio, potendo riuscire ad alternare in maniera proficua discipline di studio diverse, e non rinunciare a uno spuntino energetico per ricaricarsi.