Imparare a studiare per ottenere risultati miglioriOgni studente, per poter avere successo durante la sua carriera, ha bisogno di imparare a studiare in modo da ottimizzare il tempo a sua disposizione e fissare le nozioni nella memoria a lungo termine.

Tuttavia, trovare un metodo efficace per raggiungere questo scopo può non essere semplice. Rimanendo ancorati a vecchie abitudini, si rischia di farsi prendere dal panico davanti a tomi di centinaia e centinaia di pagine da preparare in poco tempo e di non ottenere i risultati desiderati.

Per non parlare delle distrazioni! Imparare a studiare vuol dire anche acquisire determinazione e senso di responsabilità, così da saper resistere alle mille tentazioni offerte dalla vita fuori dai libri.

Prima di poter pensare di apprendere un metodo di studio per imparare a studiare, è necessario armarsi di buona volontà ed essere disposti a modificare le proprie abitudini in funzione di un obiettivo concreto, anche perchè non dimentichiamo che il metodo di studio migliore è quello personale, ecco perchè.

Imparare a studiare in pochi semplici passi

Partendo dal presupposto che ogni studente ha un modo diverso di approcciarsi allo studio, e dei meccanismi personali per quel che riguarda logica, ragionamento e memoria, alcune indicazioni generali possono aiutare nel mettere a punto un metodo efficace.

Un buon modo per iniziare è quello di preparare un calendario di studio. Visionando il materiale necessario a preparare l’esame si potrà avere una proiezione realistica di quanto tempo sarà opportuno dedicare a ciascun argomento e, di conseguenza, si potrà pianificare un programma per non arrivare il giorno dell’esame con l’acqua alla gola.  In linea di massima, cerca di evitare tour de force da 10 ore di studio consecutive, e preferisci “frammentare” le informazioni di modo che lo studio sia non troppo intensivo ma costante.

Per quel che riguarda il metodo di memorizzazione in sé, ricorda che qualunque sia la strategia da te scelta, la memoria viene aiutata  se più stimoli sensoriali vengono associati ad una nozione. Quindi via libera a schemi e immagini, libera associazione e ripetizione. Riascoltare la tua voce mette al lavoro l’udito, e permette al cervello di avere uno stimolo in più oltre a quello visivo.

Cerca inoltre di non imparare a memoria, ma di capire ciò che stai leggendo. Per fare ciò, alla fine di una sessione di studio prepara delle domande a cui rispondere il giorno dopo senza l’ausilio del testo. Questo è un modo sia per rivedere il materiale già studiato, sia per stimolarti ad effettuare connessioni tra un argomento e l’altro.

Vivere meglio per studiare meglio

 

Imparare a studiare per raggiungere un traguardoAnche lo stile di vita non va sottovalutato: dormire un numero sufficiente di ore per esempio è fondamentale per poter avere energie e concentrazione a sufficienza da dedicare allo studio durante il giorno. Inoltre, nel sonno, il cervello rielabora le informazioni e le fissa nella memoria: cerca quindi di non dormire mai meno di 6-7 ore a notte, e vedrai che i tuoi risultati miglioreranno.

Puoi inoltre approfittare dell’aiuto offerto dall’alimentazione per rafforzare la memoria: cibi ricchi di omega 3 e di alcune classi di vitamine possono darti una marcia in più e renderti più semplice ricordare ciò che studi durante il giorno. Perché imparare a studiare non è solo questione di metodo: cambiare alcuni aspetti dello stile di vita può essere quel passo in più che ti manca per raggiungere i tuoi obiettivi.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento