Tecniche di memorizzazione: qualche consiglio
Non è possibile migliorare la propria memoria in pochi giorni. Tuttavia, attraverso l’utilizzo di alcune tecniche di memorizzazione, è possibile allenare il cervello e renderlo più agile, al fine di mantenerne le funzionalità attive. La mnemotecnica è estremamente utili per chi non possiede una naturale memoria forte.

Come funziona? Le tecniche di memorizzazione modificano la forma delle informazioni facendole diventare qualcosa che il cervello riesce facilmente a recepire e memorizzare. Si basano per lo più sul concetto di associazione, di modo che dati nuovi vengano collegati con altri già stipati all’interno del cervello. Queste associazioni possono comprendere l’uso di olfatto, udito, vista, emozioni e sensazioni.

In sostanza, queste tecniche si basano sulla fantasia, l’immaginazione e la creatività. L’immaginazione è un aspetto basilare: permette di costruire immagini chiare e dettagliate (meglio recepite dal cervello) e di evocare ricordi vividi; ma è veramente possibile aumentare la memoria?

Tecniche di memorizzazione per le parole

Per facilitarti nella memorizzazione di parole e concetti, un metodo molto utile e molto efficace è la rima.
“Trenta giorni a settembre con april, giugno e novembre, di ventotto ce n’è uno, tutti gli altri ne han trentuno”.
Chi non conosce questa semplice filastrocca per ricordare quanti giorni ci sono in un mese? Anche se l’hai imparata da bambino, la tua memoria non compie nessuno sforzo per rievocarla, proprio perché l’uso delle rime ne ha facilitato la permanenza all’interno del tuo cervello.

Anche gli acronimi sono una buona tecnica. Si tratta di utilizzare la prima lettere di ogni parola di una frase per creare una sola parola più breve e più semplice da ricordare. Risultano più efficaci quando l’acronimo mantiene il contesto delle informazioni, oppure quando si crea un effetto comico. Un esempio? Per FIAT, Fabbrica Italiana Automobili Torino, è stato coniato un nuovo acronimo in inglese dal chiaro intento umoristico: “Fix It Again Tony”.

Tecniche  di memorizzazione per i numeri

 

Tecniche di memorizzazione per parole e numeriUna delle tecniche più semplici per aiutarti a memorizzare dati, utilissima per i numeri, è il “chunking”. Consiste nella suddivisione in blocchi di informazioni complesse, di modo da rendere l’apprendimento più semplice. Per esempio, se ti chiedessi di ricordare il numero 31119647 ti troveresti in difficoltà. Spezzandolo in più cifre come 31.11.96.47 invece, la memorizzazione diventa molto più semplice.

La mnemotecnica comprende centinaia di metodi diversi per aiutarti a ricordare le informazioni. Alcuni sono molto semplici, come gli esempi qui sopra, altri invece sono più complessi e prevedono l’ausilio di immagini, di rievocazioni di sentimenti o creazione di mappe mentali. Sta a te scegliere tra queste tecniche di memorizzazione quella più adatta al tuo cervello e al tuo modo di ricordare.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento