Come funzionano le tecniche di memorizzazioneRicordare informazioni, siano esse numeri, indirizzi o nozioni da studiare per un esame, è una capacità che spesso facilita la vita, e non poco. Per questo le tecniche di memorizzazione sono così ricercate: sono dei semplici “trucchetti” che permettono di incrementare le performance del cervello, migliorando la memoria.

Le tecniche di memorizzazione sono, in pratica, degli strumenti che permettono di ricordare e fissare nella memoria qualsiasi tipo di informazione, utilizzando degli espedienti che aiutano il nostro cervello a richiamare alla mente ciò di cui abbiamo bisogno. Un esempio? Basta pensare alla facilità con cui ricodiamo proverbi, motti oppure canzoncine dell’infanzia… com’è possibile che si fissino nella nostra mente in modo indelebile?

La memoria può essere aumentata in diversi modi, con esercizi e metodi specifici, ma anche attraverso quello che mangiamo; ecco come aumentare la memoria con la giusta alimentazione.

Tecniche di memorizzazione in tre parole

Se nell’esempio dei proverbi e delle canzoncine ciò che sta alla base della facilità di memorizzazione è l’uso di rime e assonanze, più in generale possiamo definire 3 fattori che aiutano il nostro cervello a ricordare:

Immagini – Visualizzare le informazioni che vuoi ricordare per mezzo di immagini è una tecnica di memorizzazione molto potente, perché permette di personalizzare di volta in volta la modalità di storaggio. Sei tu che deciderai che tipo di immagine creare per poterla fissare nella mente: sensuale, violenta, comica, ironica… tutto sta alla tua fantasia. Ciò che conta è la ricchezza di particolari, di colori e di composizione, così che il tuo cervello possa utilizzare più stimoli per poter mantenere viva la memoria.

In cosa consistono le tecniche di memorizzazione?Associazioni – Un altro metodo per aiutare la memoria è collegare diversi tipi di informazione tra loro. In che modo? Per esempio associando il nome di una persona appena conosciuta ad un personaggio famoso, cercando magari dei piccoli tratti in comune, oppure collegando un numero che dobbiamo ricordare a una data di un avvenimento storico celebre, o – se possibile – alla propria data di nascita. Ma l’universo delle associazioni può spaziare anche tra sentimenti, colori, immagini, odori, sapori… tutto ciò che può facilitare la memorizzazione è ben accetto!

Localizzazione – Contestualizzare è fondamentale per non fare confusione tra le diverse informazioni che dobbiamo memorizzare. Inserire quindi ogni concetto da ricordare in uno spazio (una città, una zona, ma anche una stanza!) aiuta da un lato a fornire dettagli – ossia stimoli – in più per la memoria, e dall’altro lato permette di non confondere le nozioni tra loro.

Queste tecniche funzionano davvero?

 

L’utilità delle tecniche di memorizzazione è indubbia, tuttavia è bene sottolineare che non hanno un valore universale. Questo vuol dire che ciò che funziona per un individuo può dimostrarsi totalmente inadatto per un altro. È necessario quindi un lavoro di “ricerca” e personalizzazione per poter trovare la tecnica che più si adatta alle proprie caratteristiche.

Infine, è bene non aspettarsi risultati esaltanti dall’oggi al domani: per migliorare la memoria c’è bisogno di un lavoro costante e sì, anche faticoso. Da questo punto di vista le tecniche di memorizzazione sono solo un tassello di un puzzle molto più grande che comprende anche esercizi per mantenere la mente attiva e un generale stile di vita sano.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento