La motivazione del personaleIn questo articolo vediamo un pò di consigli per la motivazione del personale.

Se sei a capo di un’azienda o di un gruppo di lavoro, la motivazione delle persone che lavorano con te è di fondamentale importanza per ottenere risultati interessanti.

Fare attenzione alla motivazione di chi lavora con te è assolutamente una cosa primaria.

10 consigli per la Motivazione del Personale

10 consiglio per la motivazione del personale1. Assicurati di dare il miglior esempio di produttività e allegria. Non lasciare che i tuoi stati d’animo distraggano gli altri dipendenti dal loro lavoro.

2. Sviluppa e potenzia la tua capacità di ascolto. Questo significa utilizzare l’ascolto attivo al massimo, non solo fingendo interesse.

3. Sii sempre molto chiaro riguardo allo scopo e all’obiettivo del lavoro riferendoti sempre alla missione e lo scopo dell’azienda.

Le persone che lavorano nell’azienda devono essere orgogliose di lavorarci all’interno. Assicurati che tutti conoscano il grande disegno dell’azienda ed il proprio ruolo all’interno di esso.

4. Sii equo. Non lasciare trasparire le tue simpatie ed antipatie.

5. Non inpuntarti sulle piccole cose. Immaginiamo che nel gruppo di lavoro ci sia un bravissimo lavoratore, ma che arriva sempre 10 minuti in ritardo.

Fagli sapere che ci si aspetta da lui che arrivi in tempo, ma non insistere su questo punto se il suo modo di lavorare è comunque sopra la media.

I dipendenti sono esseri umani con i loro punti di forza e di debolezza, non sono robot.

6. Fissa degli obiettivi e premia il personale quando vengono raggiunti.

7. Sii una persona aperta, cordiale e professionale con il personale. I grandi lavoratori devono essere trattati con rispetto.

8. Fai in modo da creare un ambiente meritocratico in cui ogni buon lavoro viene riconosciuto ed apprezzato.

9. Favorisci la comunicazione tra le persone che devono lavorare insieme.

A volte le persone possono sentirsi bloccate e incapaci di relazionarsi con i colleghi per via anche del luogo in cui lavorano, magari isolati dal resto del personale.

Chiedi al tuo staff come vorrebbe che sia organizzato il loro spazio di lavoro, cerca di essere collaborativo e di creare opportunità per farli relazionare con gli altri.

10. Se hai un problema con un dipendente non evitare il problema. Parla con quella persona e assicurati che sappia ciò che sta facendo male e ciò che sta facendo bene.

Cerca di creare un piano di miglioramente per quella persona.

La motivazione del personale è importante, ma se il dipendente non vuole e non può migliorare dopo diverso tempo allora è giusto che termini il rapporto di lavoro.

E’ demoralizzante per gli altri, avere un collega che tira indietro il lavoro di tutti.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento