Rialzare il proprio spirito con i Fiori di BachQuanti di noi, di fronte ad un insuccesso, si abbandonano al pensiero di essere delle mere pedine in mano al destino? Tale pensiero è dovuto ad una scarsa fiducia in noi stessi, la quale può essere superata con l’assunzione di particolari Fiori di Bach come il Chestnut Bud, o il Cerato, altro fiore di Bach che aumenta la fiducia in se stessi.

Chiaramente, come tutti comprenderete, non è che questo tipo di Fiori di Bach cambi radicalmente la nostra visione del mondo semplicemente assumendola, ma può cominciare ad aiutarci dandoci nuova linfa, la quale può infine portarci ad aprire gli occhi e ad accettare meglio i nostri fallimenti.

Essere più consapevoli di noi stessi con i Fiori di Bach

Il Chestnut Bud viene tratto dall’Ippocastano, ma non dai fiori di quest’ultimo, bensì dalle gemme, cosa che ha una valenza alquanto simbolica in quanto, come ben saprete, la gemma non è ancora un fiore, ma la promessa di uno di essi, così come l’estratto è la promessa della nascita di una nuova persona dentro di noi.

In quanto le qualità di corteccia, fiori e gemme dell’Ippocastano vengono utilizzati principalmente per problemi circolatori, si deduce come il Chestnut Bud che si trae da esso abbia delle facoltà distensive e vasodilatatrici, al fine di rasserenare la persona più irrequieta.

In effetti, il Chestnut Bud fa parte di quei Fiori di Bach in grado di abbassare il livello di nervosismo e di ansia, ma in particolare di depressione, i quali, solitamente, sono tipici dopo un affare non andato a buon fine, un fallimento scolastico o, anche, dopo una relazione terminata negativamente.

E’ facile, sebbene non positivo, lasciarsi andare al pensiero che non siamo noi la causa dei nostri insuccessi, ma la volontà del destino e della fortuna. Purtroppo, un pensiero simile non fa altro che peggiorare la nostra situazione, in quanto in tale modo non impareremmo mai dai nostri errori.

Così, attraverso l’assunzione del Chestnut Bud, specie vegetale appartenente ai Fiori di Bach, giunge la calma necessaria per capire che sbagliare e fallire non è una cosa brutta, ma addirittura necessaria perché il nostro percorso di vita si possa perfezionare sul suo sentiero.

Vedere il fallimento come l’anticamera di una futura vittoria

I poteri dell'ippocastanoLa filosofia che rafforza la scienza alternativa dei Fiori di Bach sostiene come il visibile sia un prodotto, una generazione dell’invisibile. Le nostre malattie ed i nostri problemi fisici e mentali, non sono altro che il risultato di un disequilibrio energetico interno a noi.

Per riuscire ad equilibrare nuovamente tali energie, è la nostra concentrazione e volontà d’animo a divenire protagonista. Il Chestnut Budcome d’altronde tutti gli altri Fiori di Bach, non è altro che un coadiuvante in tale scopo, anche se incredibilmente utile.

La sua azione non è infatti quella di infervorare in noi nuova fiducia nelle nostre capacità, bensì di permettere a noi stessi di compiere un passo importante, ovvero quello di capire come il nostro fallimento sia solo un fatto della vita momentaneo che in futuro considereremo addirittura utile per non sbagliare più e fare nuove conquiste.

Che ci sia un destino o un disegno dietro le nostre azioni, a noi purtroppo non è dato sapere, ma anche se fosse perché preoccuparci? Ciò che la natura, il Dharma, ci ha permesso è di credere almeno di avere un piccolo ruolo sull’enorme palcoscenico dell’universo.

Arrivederci al prossimo appuntamento con la nostra rassegna sui Fiori di Bach!

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento