Potere dei fiori…dei Fiori di Bach Se il Flower Power è un’espressione che evoca immediatamente gli anni settanta, tipica del movimento hippy, essa potrebbe far riferimento anche alle essenze floreali di Bach, conosciute come Fiori di Bach, un approccio della medicina alternativa in qualche modo simile all’omeopatia.

Fiori di Bach, cosa sono?

Curarsi con i Fiori di BachSviluppati dal Dr. Edward Bach, la cui ricerca ha portato al loro sviluppo in Inghilterra nel 1930, i Fiori di Bach, che ricordiamo essere più efficaci e adatti ai bambini si sono diffusi in tutto il mondo e sono ancora oggi largamente utilizzati. Bach era un medico britannico convinto della propria intuizione, ritenuta superiore alla conoscenza  raccolta nei libri e al sapere cattedratico.

Dopo aver conseguito la laurea in medicina, Bach praticò la medicina convenzionale ma la sua avversione per i metodi scientifici, unitamente alla sua inclinazione eccentrica, lo misero in conflitto con l’establishment medico. Alla fine del 1920 teorizzava che “la rugiada riscaldata dai raggi del sole assorbe i poteri curativi vitali dalla piante“. Back trascorse gli ultimi anni della sua vita cercando di identificare le piante che riteneva fossero in grado di cambiare (in meglio!) il comportamento umano.

Nella società di oggi, caratterizzata da uno stile di vita frenetico e spesso disordinato, è ancora più importante prendersi cura di sé e del proprio benessere psico-fisico:  i Fiori di Bach rappresentano un rimedio per ristabilire l’equilibrio emotivo nella vita di ciascuno di noi. Esistono due metodi attraverso cui i fiori possono rilasciare la loro energia (del sole e della bollitura) e le modalità di preparazione dei fiori sono ancora quelle tramandateci dallo stesso Bach. Il liquido che si ricava in entrambe le procedure, agisce come tintura madre ed è diluito in una pari quantità di brandy.

I Fiori di Bach funzionano davvero?

Sebbene gli effetti benefici delle cure omeopatiche, così come dei fiori di Bach, si producano attraverso l’essenza o l’energia della sostanza di cui è fatto il rimedio (fiori per le essenze di Bach, varie piante, minerali e parti di animali per l’omeopatia), i due metodi presentano alcune differenze sostanziali. L’omeopatia, ad esempio,  utilizza un lungo processo di diluizioni  e fa uso di alcuni ingredienti tossici, come la belladonna o la cicuta, anche se di questi non rimangono tracce nei rimedi.

A cosa servono i Fiori di Bach?

I Fiori di Bach sono sostanze innocue.  A differenza dei farmaci psicotropi (cioè farmaci per il trattamento della depressione, ansia o psicosi), i Fiori di Bach trattano sfumature specifiche di emozione.Vi sono 38 fiori diversi in totale ed esiste dunque una varietà di rimedi disponibili che è possibile combinare e personalizzare, al fine di individuare il trattamento specifico per ogni problema o situazione di disagio e malessere. Se utilizzati in maniera giudiziosa – per trattare condizioni emotive e spirituali, come stress, ansia, insonnia e depressione, per citare le più diffuse – e, soprattutto, con la convinzione che possano realmente apportare dei benefici, queste essenze possono rappresentare un valido aiuto. Molti soggetti ricorrono ai Fiori di Bach per se stessi, così come per curare i propri animali domestici. Non mancano le testimonianze e i casi aneddotici in tal senso.

Forse il più noto fiore di Bach è il cosiddetto Rescue Remedy ™. In molti sostengono che questa combinazione di Impatiens, Clematis, stella di Betlemme, Cherry Plum, e Cisto sia in grado di alleviare lo stress, l’ansia e gli attacchi di panico, soprattutto in situazioni di emergenza (da cui il nome).

La terapia con i Fiori di Bach è una forma di medicina che può essere utilizzata in combinazione con la consulenza tradizionale, per contribuire ad alleviare lo stress quotidiano, affrontare delicati problemi di umore, per calmare gli stati ansiosi e attenuare sentimenti come la frustrazione e la rabbia. Mentre i rimedi di Bach possono aiutare ad alleviare qualsiasi stato emotivo negativo, un intenso stress mentale dovrebbe essere valutato e trattato da un professionista (uno psicoterapeuta, ad esempio).

I rimedi di Bach trattano l’individuo, non la causa della malattia o i suoi sintomi. Il Dr Bach credeva che le nostre emozioni sono all’origine dei problemi fisici che avvertiamo e questo appare evidente oggi, ad esempio in chi soffre di insonnia e altri disturbi strettamente correlati a fattori di stress. I Fiori di Bach, come le altre modalità di guarigione energetica, si propongono sostanzialmente di creare o ripristinare l’equilibrio nelle aree in cui vi è una perturbazione di tipo energetico.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento