I fiori di Bach rappresentano una terapia alternativa alle cure tradizionali, in grado di migliorare e guarire numerose malattie, in maniera del tutto dolce e naturale. I fiori di Bach partono dal presupposto che prima dei sintomi, bisogna interpretare la personalità e l’atteggiamento del paziente: grazie a queste caratteristiche la loro somministrazione è priva di effetti collaterali ed è consigliabile ad ogni età, quindi indicata anche nei bambini.

Cosa curare con i fiori di BachI fiori di Bach possono aiutare a combattere le dipendenze da alcol, droghe e fumo: il fiore Agrimony risolve queste problematiche e aiuta a risolvere i problemi legati al cibo (anoressia, bulimia), il mal di testa, i tic nervosi; questo fiore è indicato alle persone ansiose e perennemente preoccupate.

L’Aspen è suggerito a chi soffre di paure indefinite, incubi frequenti e timori infantili: il paziente riceve sicurezza e coraggio e risolve la tachicardia, problemi di nausea, vomito, sonno e di natura sessuale.

Tra i fiori di Bach, il Beech è dedicato a chi ha un atteggiamento ipercritico e affronta la vita in maniera negativa e tendenzialmente solitaria, aiutando a curare infiammazioni, irritazioni, problemi digestivi legati a cattive abitudini alimentari.

Il Centaury rafforza l’individualità dei soggetti che non credono in loro stessi e sono spesso succubi delle decisioni altrui, favorendo il ripristino delle forze e della stanchezza immotivata.

Per le persone nervose, stressate e insicure, tra i fiori di Bach più indicati c’è sicuramente il Cerato, che aiuta a ritrovare le proprie convinzioni e la tranquillità interiore.

Il Cherry Plum aiuta a combattere gli stati ossessivo compulsivi e di esaurimento nervoso, aiutando a ritrovare la serenità interiore e un sonno ristoratore.

Il Chestnut Bud è prescritto agli individui che non riescono a superare gli errori del passato e aiuta a fronteggiare i relativi sintomi fisiologici di acne, cefalee e incapacità di concentrazione. Anche il Clematis è uno dei fiori di Bach più indicati per riportare i pensieri alla realtà e favorisce la memoria e l’attenzione.

Il fiore Elm riporta la fiducia nei propri mezzi combattendo nervosismo, depressione e insonnia; il Gentian aiuta a combattere l’ipocondria nei soggetti che si scoraggiano facilmente o si esaltano con altrettanta semplicità.

Contro la depressione e il senso di rassegnazione viene consigliato anche il Gorse, che è uno dei fiori di Bach più indicati per riacquistare fiducia e risolvere problemi legati alla pelle.

 

Curarsi con la floriterapia

Chi soffre di gelosia e vede la negatività in ogni aspetto della vita, la floriterapia viene in aiuto con l’Holly, che aiuta anche gli stati di sonnolenza, apatia, depressione e disturbi del sonno.

Il Rescue Remedy è un insieme di fiori di Bach realizzato per affrontare al meglio stati confusionali, crisi, angosce improvvise e reazioni emotive ed esagerate: è ideale per combattere crisi asmatiche, svenimenti, allergie ma anche ferite ed ustioni lievi, slogature e distorsioni.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento