Fiori di Bach: utilizzo sui bambiniI fiori di Bach possono essere utilizzati senza problemi anche sui bambini. Il dosaggio è in genere lo stesso che viene somministrato agli adulti (4 gocce per 4 volte al giorno per i bambini, 2 gocce per i neonati), ma solitamente il terapeuta prescrive l’utilizzo per periodi più brevi; conosci tutte le prerogative dei fiori di Bach? Scoprile!

Questo accade perché i bambini e i soggetti giovani sono particolarmente recettivi a questa cura dolce e naturale, senza effetti collaterali, grazie alla loro spontanea gioia di vivere ed energia.

Per scegliere i fiori di Bach più adatti ai bambini bisogna indagare sulle cause dei comportamenti manifestati: solo conoscendo la reale motivazione che causa il comportamento irrequieto consentirà di risolvere il problema dalla radice.

Il Rescue Remedy è uno dei fiori di Bach che può essere somministrato ai bambini in fase di crescita, intorno ai 3 o 4 anni, quando manifestano la necessità di stare in braccio ai genitori e successivamente, quando la loro personalità inizia a svilupparsi in maniera particolarmente esuberante.

Le tante applicazioni dei fiori di Bach

L’atteggiamento regressivo si può manifestare in concomitanza della nascita di un fratellino o quando analogamente le attenzioni della famiglia sono rivolte ad altri individui: il fiore di Bach Honeysuckle aiuta a eliminare gli atteggiamenti regressivi come il succhiarsi il pollice, pretendere lo stesso cibo o gli stessi giocattoli del fratello più piccolo, i pianti frequenti.

In questo periodo, associando anche il fiore Holly, si aiuta il bambino che ha minori energie e può soffrire di problemi digestivi, bruciori di stomaco, emorroidi e stitichezza.

Il bambino che cerca continuamente attenzioni ed è a rischio di tensioni addominali e problemi digestivi o legati all’apparato urinario, può assumere con successo diversi fiori di Bach associati al Chicory.

Se il piccolo manifesta eccessiva timidezza o paura per un cambiamento, il Mimulus può aiutare a contrastare le fobie e supportare la corrispondente salute, diventata più fragile e tendente a frequenti stati febbrili o dermatiti.

Nei casi in cui il fanciullo manifesti rabbia e introversione, i fiori di Bach sono di grande aiuto: il White Chesnut lo aiuta nel rilassamento e nel riposo, agevolando la guarigione dall’insonnia. Se il bambino è arrogante e prepotente potrebbe soffrire di problemi alla vista ed insonnia. In concomitanza di queste situazioni, il fiore ideale è il Vine.

Aiutare i bambini con la floriterapiaIl ragazzino che invece vive con la testa tra le nuvole e trova difficoltà a concentrarsi, può essere supportato efficacemente dal Clematis, che lo aiuta a prevenire e combattere problemi a vista, udito, circolazione e insonnia.

Il delicato rapporto tra genitore e figlio

 

Se il terapeuta comprende che il reale problema è legato anche al comportamento del genitore, può prescrivere i fiori di Bach anche all’adulto il Red Chestnut e il Walnut per aiutarlo ad affrontare una difficile situazione con un più sereno distacco, il Beech per imparare a considerare con obiettività il comportamento dei figli, e se ha riversato troppe aspettative sui suoi familiari.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento