cosa curare con l'omeopatia
Cos’è l’omeopatia? E cosa si può curare con l’omeopatia?
L’omeopatia è un sistema di medicina alternativa creato nel 1796 da Samuel Hahnemann, basato sulla sua dottrina del similia similibus curentur, ovvero “il simile cura il simile”.

Esistono tantissime patologie che oggi si possono curare con l’omeopatia e tante altre che si possono prevenire con questa nuova medicina. Secondo l’omeopatia, una sostanza che provoca i sintomi di una malattia in persone sane è poi in grado di curare gli stessi sintomi simili in persone malate.

L’omeopatia è però da moltissimi medici ancora ampiamente considerata una pseudoscienza; omeopatia, vera scienza curativa o solo utopia?

Secondo molti scienziati pochissime malattie si possono curare con l’omeopatia.

Hahnemann, lo scienziato ideatore di questa nuova disciplina, riteneva che le cause della malattia sono fenomeni che egli definiva miasmi, e i rimedi omeopatici affrontano proprio questi miasmi. I rimedi omeopatici sono preparati diluendo ripetutamente una sostanza scelto in alcool o acqua distillata.

Ogni diluizione è necessaria per aumentare la potenza del rimedio. La diluizione di solito prosegue ben oltre il punto in cui non vi sia sostanza originale rimanente. Ma cosa contengono i rimedi omeopatici?

E cosa si può curare con l’omeopatia?

 

rimedi per curare con l'omeopatia

Gli omeopati selezionano i loro rimedi consultando libri di riferimento noti come repertori, e lo fanno considerando la totalità dei sintomi del paziente, caratteristiche personali, lo stato fisico e psicologico, e la storia della loro vita, clinica e non.
Con questa convinzione è possibile curare con l’omeopatia tantissime malattie, ma anche prevenirne altrettante.

L’omeopatia utilizza parti di animali, vegetali, minerali e sostanze di sintesi nei suoi rimedi.
Alcuni esempi di rimedi omeopatici includono Arsenicum album (ossido di arsenico), Natrum muriaticum (cloruro di sodio o sale da cucina), Lachesis Muta (il veleno del serpente Bushmaster), l’oppio, e Thyroidinum (ormone tiroideo).

Gli omeopati usano anche trattamenti chiamati “nosodi” (dal greco nosos, malattie), a base di prodotti patologici come residui fecali, urinari e respiratori, sangue e tessuti.

I rimedi omeopatici preparati da campioni sani sono chiamati “sarcodi ” ed anch’essi sono molti utilizzati per curare con l’omeopatia alcune malattie note.

Alcuni omeopati moderni hanno considerato basi più esoteriche per i rimedi, noti come “imponderabili” perché non provengono da una sostanza, ma da energia elettromagnetica. Gli esempi includono i raggi X e la luce solare.

Altri omeopati, di visione più moderna, utilizzano anche tecniche che sono considerati da altri professionisti come controverse. Questi rimedi sono detti “rimedi di carta” perchè sia la sostanza che la diluizione vengono scritti su pezzi di carta e si appuntano agli abiti dei pazienti, messi in tasca, o posti sotto bicchieri di acqua che vengono poi date ai pazienti.

Tali pratiche sono state fortemente criticate dagli omeopati classici perchè infondate, speculative, e tendenti alla magia. Oggi, circa 3.000 diversi rimedi sono comunemente utilizzati per curare con l’omeopatia e prevenire tante patologie.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento