farmaco omeopatico funzionaL’omeopatia ed il farmaco omeopatico sono oggi probabilmente la forma di assistenza sanitaria in più rapida crescita, in tutto il mondo. Nel marzo 2011, il mercato mondiale per l’omeopatia aveva un valore di circa 5,35 miliardi dollari – e in crescita di circa il 30 per cento all’anno.

Il farmaco omeopatico è ormai una parte del sistema sanitario di molti popoli. Da qualche parte tra 300 milioni e 500 milioni di persone lo usano in tutto il mondo. Questa non è una moda passeggera.

Inoltre le terapie omeopatiche, che ovviamente si caratterizzano attraverso l’utilizzo dei farmaci omeopatici, possono curare diverse patologie; ecco la terapia omeopatica e la broncopolmonite.

L’affermazione che il farmaco omeopatico non ha alcuna base scientifica è semplicemente falsa.

L’omeopatia è iniziata con la sperimentazione da parte del suo fondatore, il Dott. Samuel Hahnemann (1755-1843) ed è stata fondata nell’empirismo da allora.
Ci sono molti studi di alta qualità sul farmaco omeopatico che parlano favorevolmente di esso in riviste peer-reviewed su un ampio numero di campi medici – come una semplice ricerca sul sito medico di riferimento Pubmed mostra.

Il più grande singolo studio sul farmaco omeopatico mai pubblicato è stato finanziato dal Ministero cubano della Salute nel 2007.
Questo perchè le popolazioni delle tre province di Cuba più minacciate dalla leptospirosi – per un totale di 2,3 milioni di persone – sono state tutte curate con due dosi di un farmaco omeopatico preventivo in anticipo rispetto al momento di peggior pericolo.
Come indicato nel documento risultante l’approccio omeopatico è stato associato ad una grande riduzione di incidenza e al controllo dell’epidemia della malattia.

Un ampio studio che mostra che il farmaco omeopatico è più conveniente rispetto a qualsiasi altra forma di medicina, tradizionale o alternativa, è stato commissionato dal governo della Svizzera e pubblicato nel 2011.

Dalle meta-analisi sull’omeopatia che sono stati pubblicati, i risultati mostrano una maggioranza abbastanza promettente per raccomandare ulteriori ricerche in questo campo.

Il farmaco omeopatico è diluito così tanto che la maggior parte delle persone non riescono a capire come possano avere un effetto.

 

farmaco omeopatico cura naturale

Ma l’International Journal sta esaminando la questione e molti ricercatori sembrano essere sempre più vicini a fornire risposte. Due ipotesi verificabili sono stati proposte quest’anno e sono in attesa di un’analisi più approfondita.

E non si può parlare nè di ciarlatani nè di scienziati-spazzatura riferendosi a persone che fanno questo lavoro.
Il dottor Luc Montagnier, premio Nobel e co-scopritore del virus HIV, ha fatto una presentazione l’anno scorso in una conferenza sul farmaco omeopatico americano nazionale, relativa al suo lavoro sulla capacità di DNA in alte diluizioni di emettere onde elettromagnetiche.

Il progresso scientifico richiede che un fenomeno osservato che sfida la nostra nozione di realtà non può essere scartato a priori. Il ruolo della scienza è quello di indagare correttamente e oggettivamente sul farmaco omeopatico, con una mente aperta alla possibilità che le nozioni largamente diffuse dalla realtà possono essere smentite nel processo.
E’ accaduto molte volte nella storia della scienza.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento