L'omeopatia e i rimedi naturaliL’omeopatia può curare o migliorare ogni malattia che colpisce l’organismo umano, o almeno questa è la tesi dei suoi sostenitori in tutto il mondo.

Chi vuole curarsi attraverso l’omeopatia deve sapere che l’oggetto di tale disciplina è sempre l’uomo e mai il sintomo o la patologia.

Un buon omeopata può curare senza problemi ansia, emicrania, lombalgia, asma, depressione, malattie croniche ed acute in vari stadi, ulcere e così via; ma l’omeopatia funziona davvero o è solo un placebo?

L’omeopatia: ricerca dell’equilibrio e rimedi

La malattia è intesa come uno stato transitorio di disequilibrio su cui lavora l’omeopata: il rimedio elimina il sintomo attraverso il ripristino dell’equilibrio originario, riportando il benessere.

Il campo d’azione dell’omeopatia è l’intera medicina convenzionale con l’eccezione per la chirurgia, che in alcuni casi potrebbe essere sostituita con successo da una terapia omeopatica, risolvendo il problema senza bisturi.

Il vero omeopata non ha il solo compito di individuare e prescrivere il corretto rimedio farmaceutico, bensì quello di comprendere il significato della patologia e conoscere il suo paziente come persona.

Ogni rimedio omeopatico si realizza partendo da una sostanza animale, vegetale o minerale. Questo principio ha la capacità di produrre in un soggetto sano i medesimi sintomi riscontrati in un malato (ad esempio la cipolla fa lacrimare e la lacrimazione degli occhi è uno dei sintomi delle malattie da raffreddamento).

I farmaci omeopatici

 

Curarsi con la medicina omeopaticaDopo diverse diluizioni (il cui numero è identificato accanto alla sigla CH su ogni scatola) la sostanza originale perde ogni effetto tossico ma mantiene inalterata (per alcuni è addirittura incrementata) la sua proprietà curativa.

Grazie a numerose sperimentazioni gli omeopati sono in grado di descrivere sintomi sia oggettivi che soggettivi e li hanno raccolti in alcune guide pratiche molto utili per gli stessi terapeuti.

Qual è il momento migliore per recarsi da un omeopata? Considerando che l’omeopatia ha come principale obiettivo la prevenzione, bisognerebbe recarsi da un omeopata sin dal periodo della gravidanza.

Tale disciplina infatti ha la capacità di alleggerire eventuali corredi genetici problematici sul nascituro e istruire i neo genitori ad un migliore stile di vita.

L’omeopatia cerca la soluzione per ogni patologia, prima ancora che il più semplice dei disturbi possa strutturarsi in una malattia complessa, tumori compresi.

L’omeopatia aiuta il nostro corpo a sentirsi meglio e a innescare o migliorare la capacità di auto guarigione, agendo sull’efficacia di ogni sistema immunitario, compreso quello di animali domestici e bambini. Tale efficacia dimostrerebbe infine che l’omeopatia sarebbe uno strumento che supera di gran lunga un mero effetto placebo.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento