La medicina omeopatica contro l'influenzaLa medicina omeopatica può essere utilizzata anche per il trattamento dell’influenza e delle sindromi parainfluenzali.

In questi casi, però, bisogna tenere a mente che non è possibile ricorrere alla medicina omeopatica come alternativa alla medicina tradizionale: trattandosi di una delle terapie alternative, infatti, può essere utilizzata soltanto a completamento delle cure prescritte dal medico o contemporaneamente ad esse; ma l’omeopatia funziona oppure si tratta di un placebo?

L’influenza stagionale e la medicina omeopatica: i preparati più utilizzati

La medicina omeopatica mette a disposizione una lunga serie di preparati omeopatici per combattere l’influenza. Le loro caratteristiche, in particolare, li rendono adatti a tutti perché sono privi di effetti collaterali.

I preparati possono essere utilizzati insieme ai farmaci che tradizionalmente vengono prescritti in questi casi: gli antinfiammatori, gli antidolorifici e gli antipiretici.

Il più grande vantaggio legato all’affiancamento della medicina omeopatica alle cure tradizionali consiste nel favorire la guarigione: grazie agli effetti benefici dei preparati tipici dell’omeopatia si finisce per assumere minori quantità di medicinali tradizionali.

Ciò non significa che la medicina omeopatica permette di fare a meno dei farmaci tradizionali ma che i suoi effetti, utilizzati in combinazione con quelli legati alle cure mediche vere e proprie, aiutano a guarire prima.

La medicina omeopatica in caso di influenza mette a disposizione un’ampia gamma di preparati. Il maggiormente acquistato, in particolare, è l’Oscillococcium, una sorta di stimolante del sistema immunitario utile anche per favorire la guarigione dall’influenza.

Generalmente questo preparato viene assunto dalle persone che credono negli effetti benefici della medicina omeopatica a partire dall’autunno e fino al mese di marzo orientativamente. Si abbracciano, così, tutti i mesi invernali, quelli caratterizzati proprio dalla diffusione dell’influenza e dei malanni stagionali.

Un altro farmaco appartenente alla medicina omeopatica molto utilizzato nel periodo invernale è lo Stodal, uno sciroppo che aiuta in caso di tosse grassa a eliminare il muco in eccesso che si accumula nelle vie respiratorie.

Vantaggi e consigli sull’uso dei preparati della medicina omeopatica

 

L'omeopatia e la febbreUno dei maggiori vantaggi che offre la medicina omeopatica è quello do dar vita a preparati che possono essere utilizzati in combinazione ai farmaci tradizionali.

Probabilmente è proprio questa caratteristica che spinge sempre più persone a valutare l’omeopatia in associazione alla medicina tradizionale.

È importante ricordare, però, che la medicina omeopatica non è ancora stata riconosciuta scientificamente e per questo non rende possibile escludere le cure farmacologiche tradizionali.

Prima di assumere preparati omeopatici, quindi, in caso di influenza, raffreddore o sindromi parainfluenzali è consigliabile farsi visitare dal proprio medico curante così da stabilire la giusta terapia farmacologica.

Se si desidera associare alla terapia prescritta dal medico la medicina omeopatica è in quella sede che bisogna farlo presente così da avere conferme sui possibili preparati da assumere.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento