l'omeopatia contro le allergieCi sono diversi tipi di allergie da quelle alimentari a quelle specifiche ambientali, come l’allergia al polline che sembra essere la più diffusa e della quale parleremo in questo articolo nell’ambito della sua risoluzione con la terapia omeopatica.

Ma che cosa è la terapia omeopatica? Si tratta di un metodo antico e alternativo alle tradizionali cure con i farmaci, che utilizza solo sostanze di origine naturale, di solito provenienti dai tre regni, animale, vegetale e minerale.

Terapia omeopatica: ma nei prodotti c’è qualcosa che può curare le allergie?

I prodotti omeopatici, anche se secondo alcuni non contengono nulla e ci sono molti dubbi sulla loro reale efficacia, vengono realizzati diluendo in base acquosa le stesse sostanze che possono indurre la patologia; nel nostro caso specifico, e secondo quel principio detto della similitudine, andremo a curare l’allergia al polline con lo stesso polline che la provoca, o con una sostanza che comporta il medesimo disturbo.

Detto questo, e riconosciuto che le terapie omeopatiche non sono accettate come metodo ufficiale di guarigione dalla scienza medica, andiamo a vedere quali sono i farmaci omeopatici per combattere allergie e riniti di stagione dovute ai pollini, e quali sono pro e contro di queste terapie.

Intanto ricordiamo che la maggiore efficacia delle terapie omeopatiche è riscontrabile nell’ambito della prevenzione dei mali e non della cura dei sintomi anche se, come vedremo, esistono rimedi che possono ridurre i sintomi della patologia, secondo chi pratica queste terapie alternative.

Per quanto riguarda le allergie e le relative riniti, possiamo dire che i prodotti omeopatici di maggiore successo sono la Pulsatilla (per secrezioni e congiuntivite), e l’Allium Cepa per la rinite.

La terapia omeopatica è migliore e più efficacie se somministrata nella giusta maniera

 

omeopatia e allergieVa detto che questi farmaci omeopatici sono efficaci quanto più la terapia viene somministrata nel modo corretto, infatti sarà il terapista a valutare di volta in volta le condizioni del paziente così da pianificare un metodo che possa dare risultati apprezzabili anche nell’ambito della sintomatologia e non solo della prevenzione.

I vantaggi che presentano le terapie omeopatiche contro quelle tradizionali dette anche allopatiche, sono sopratutto riconducibili ai quasi assenti effetti tossici che questi prodotti possono avere sull’organismo, anche se sono sempre possibili reazioni dello stesso che possono per esempio dare luogo a disturbi come la diarrea.

In definitiva è possibile curare le allergie con la terapia omeopatica? Per la platea che si accosta a questi metodi sembra possibile, ma c’è ancora un dibattito aperto sull’effettiva efficacia di queste terapie, che ribadiamo non essere riconosciute dalla scienza medica ufficiale; inoltre secondo alcuni è sconsigliabile utilizzare l’omeopatia per patologie serie, in quanto non essendo efficacie lascerebbe spazio ad ulteriori peggioramenti dovuti all’avanzare della patologia stessa.

1 Commento

Lascia un commento
  • Antonio

    Ciao mi chiamo Antonio ho 23 anni e soffro da tre anni a questa parte di rinite allergica, premetto che non ho mai avuto nessun disturbo di nessun genere sono sempre stato uno sportivo e nei parchi d’estate andavo spesso senza avere problemi.. Ora mi chiedo ci può essere la possibilità che sono diventato allergico perché il mio corpo e saturo di polline, Ambrosia o altre spore… Ho fatto caso seguendo le teorie del Dott. Mozzi che si può essere allergici nel periodo estivo anche per alimentazione sbagliata ovvero troppo uso di pasta quindi grano o altri cereali assunto in quantità eccesive durante il periodo invernale e quindi di conseguenza allergia estiva… ho seguito le sue alimentazione per gruppo sanguigno e mi hanno aiutato molto ora chiedo c’è una possibilità di curare drasticamente o in buona parte con la terapia omeopatica… Un grazie in anticipo (qualsiasi risposta/informazione sarebbe di aiuto)

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento