Terapia omeopatica efficace per la bronchite?La bronchite è un tipo di disturbo che assume connotati differenti rispetto alla comune tosse.  Per questo motivo, la terapia omeopatica adeguata va scelta in base alla tipologia di bronchite presente.

Si tratta di un’ infiammazione o ostruzione dei bronchi, principali canali di passaggio attraverso cui l’aria arriva ai polmoni. La terapia omeopatica può essere d’aiuto nelle varie forme in cui la bronchite si manifesta; inoltre sono diversi i disturbi per i quali la terapia omeopatica può risultare risolutiva; ma cosa può curare l’omeopatia?

Quale terapia omeopatica risulta più efficace per la cura della bronchite?

La bronchite può manifestarsi in due tipologie: acuta o cronica.

La bronchite acuta risulta essere un aggravamento di un‘infiammazione dell’apparato respiratorio superiore, come ad esempio un’ influenza o un raffreddore e si manifesta sotto forma di tosse secca che diviene mano a mano più profonda e perdura per circa tre settimane o, in casi peggiori, anche per maggior tempo.

La bronchite cronica invece non è data da un’ infezione ma dal ripetersi di continue infiammazioni a carico dei polmoni, spesso provocate da allergia.

E’ caratterizzata dalla presenza di muco e da tosse che può durare anche fino a tre mesi. Si associano ulteriori sintomi quali respiro affannoso, dolori al petto e alla schiena, febbre, mal di gola, perdita di appetito e in alcuni casi forme asmatiche.

E’ importante scegliere la terapia omeopatica adeguata a seconda della tipologia di bronchite e in base ai differenti sintomi che si presentano. Di seguito quindi un elenco utile con i rimedi più diffusi.

Partiamo con quelli più utilizzati in caso di bronchite acuta:

Bryonia: utile in caso di bronchite acuta caratterizzata dalla continua ricerca di bevande fredde da parte del soggetto.

Pulsatilla: si utilizza in caso di presenza di tosse secca o in presenza di muco fluido e verdastro.In questo caso il soggetto non sente il desiderio di bere, come nel caso precedente.

Rumuz crispus: è adatto in presenza di tosse secca che tende a rendere più debole e affaticato il soggetto e che mostra un aggravamento con l ‘inspirazione di aria fredda o con un rapido passaggio da ambienti caldi ad ambienti freddi.

Per la bronchite cronica i rimedi più efficaci sono:

Kali bichromicum: utile in situazioni in cui il muco è scarso, denso e difficile da espettorare.

Corallium rubrum: da utilizzare quando si verificano violente crisi di tosse nella fase iniziale del disturbo, soprattutto dopo l’esposizione al freddo. E’ utile in presenza di tosse che perdura e crea irritazione, aggravata dalla presenza di catarro bronchiale di origine nasale.

Antimonium tartaricum: questo rimedio viene spesso utilizzato per favorire l’eliminazione di catarro presente in quantità eccessive nei bronchi.

In caso di bronchite, è importante scegliere una terapia eziologica, come quella omeopatica, volta alla risoluzione del problema alla radice

 

Terapia Omeopatica per la bronchite cronicaE’ importante infatti non accontentarsi di una terapia antinfiammatoria volta alla sola risoluzione del sintomo.

Questo perchè, in caso di bronchite, lo spazio all’interno dei polmoni dedicato allo scambio di ossigeno e anidride carbonica, si riduce notevolmente e di conseguenza il cuore deve compiere uno sforzo maggiore per apportare la giusta quantità di sangue all’ interno del corpo.

Con il passare del tempo, una condizione di continuo sovraccarico sul cuore può complicarsi e portare a malattie di origine cardiaca. Per queste ragioni la terapia omeopatica nelle bronchiti può risultare vincente.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento