Malattie alle ossa e Terapie OmeopaticheSebbene non sia noto e se ne parli poco nei media, le malattie alle ossa sono tra le più diffuse nella popolazione e le Terapie Omeopatiche, come la medicina tradizionale per altro, offre dei metodi curativi, così come dei consigli funzionali per superarle e ristabilire la propria fisiologia.

Ovviamente non si sta parlando, almeno non esclusivamente, di patologie gravi, ma in particolare di quei classici disturbi che affliggono l’adulto medio, ovvero i reumatismi, i quali sono affezioni dei tessuti come i legamenti, i muscoli, i tendini e le ossa stesse, che possono essere tutte curate dalle Terapie Omeopatiche, ecco le più efficaci.

Terapie Omeopatiche Vs Reumatismi: come curarsi?

Di reumatismi ne esistono un’infinità e si dividono solitamente in disturbi infiammatori, come l’artrite reumatoide, ed in disturbi degenerativi, come ad esempio l’artrosi; tutte patologie per le quali le Terapie Omeopatiche prevedono un preciso piano di cura per ogni singolo paziente.

I reumatismi sono patologie particolarmente fastidiose, in quanto si manifestano principalmente con un sintomo ed un segno ben precisi: rispettivamente il dolore ed il gonfiore. Purtroppo, se non curate, queste patologie possono degenerare, fino al punto che una determinata zona del nostro corpo diventi quasi inutilizzabile.

Come ci aiutano le Terapie Omeopatiche per prevenire ciò, allora? La diagnosi è sempre il primo problema ed il medico omeopata non si affida quasi mai a degli esami per farla, ma a ciò che il paziente riporta, ovvero i sintomi subiti ed i segni riscontrati sul proprio corpo.

Una volta che la diagnosi viene effettuata dal professionista, si può così scegliere quali Terapie Omeopatiche seguire, le quali sono molto diverse a seconda del disturbo di fronte al quale ci si trova. Fortunatamente, la maggior parte delle patologie rientra in un enorme macrogruppo: Dulcamara.

Le patologie di Dulcamara sono i più classici reumatismi in quanto sono quelli che vengono scatenati e riesumati dalle condizioni atmosferiche avverse, come periodi prolungati di pioggia ed umidità. Esse sono curabili grazie a precise e particolari Terapie Omeopatiche.

Curare le Patologie di Dulcamara

 

Reumatismi e Terapie OmeopaticheDato che tale tipo di disturbi sono generati in luoghi e momenti umidi, il freddo, in particolare se secco, diminuisce di molto l’insorgere dei sintomi, ma il vero motore previsto dalle Terapie Omeopatiche per superare il problema è il movimento.

Camminare, correre, passeggiare infatti permette ai legamenti, ai muscoli ed alle ossa di mantenersi caldi e snodati, in maniera che non si formino delle resistenze corticali, le quali sono le principali cause dell’insorgere del dolore, del gonfiore e dei reumatismi in generale.

Farmacologicamente, la Calcarea Carbonica viene molto spesso consigliata nelle Terapie Omeopatiche, in quanto non solo va ad agire sul lato fisico del sintomo, ma anche su quello psicologico, rendendo più preparato il paziente ai periodi umidi.

Se poi il dolore si concentra in zone ben precise come ginocchia e piedi, la Pulsatilla è uno dei metodi migliori in quanto ha una forte funzione analgesica e le Terapie Omeopatiche che la prevedono l’associano, molto spesso, ad un periodo di riposo.

Per i reumatismi, infine, le Terapie Omeopatiche più consigliate prevedono una buona diluizione, la quale viene solitamente segnalata sulla scatola dei farmaci con la sigla 30 CH, in maniera che tossicità e assuefazione siano totalmente escluse.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento