L‘omeopatia per bambini rappresenta uno tra i più efficaci sistemi di medicina dolce per contrastare i malanni di stagione, grazie a molti preparati in grado di prevenire le malattie e rinforzare le difese immunitarie.

L’omeopatia è una tecnica terapeutica che si fonda sul principio di cura delle malattie con la somministrazione di una sostanza in grado di produrre i medesimi sintomi del paziente, in un corpo sano. Questo concetto è noto come principio dei simili. La febbre ad esempio, non è considerata la malattia bensì una reazione dell’organismo per difendersi; l’omeopatia non è solo utile per i bambini ma anche per i più ansiani, come per esempio quelli che soffrono di reumatismi.

Omeopatia per bambini, una medicina dolceL’omeopatia per bambini e adulti utilizza rimedi che provengono dal mondo minerale, animale e vegetale.

L’effetto farmacologico di queste sostanze è conosciuto grazie a numerose sperimentazioni eseguite su individui sani. Tutti i vari principi attivi sono diluiti per ridurne l’effetto tossico e subiscono un particolare processo che ne consente la conservazione e l’effetto terapeutico.

Il rimedio omeopatico stimola le naturali capacità di auto difesa del corpo umano, senza produrre i tipici effetti collaterali. Questo è il motivo per cui l’omeopatia è particolarmente indicata per i pazienti in età pediatrica.

L’omeopatia nei bambini può curare tutte le malattie? Nell’esperienza di tanti omeopati pediatrici, i risultati migliori dell’omeopatia si ottengono nel trattamento delle allergie, una problematica in costante aumento che la medicina tradizionale non riesce a risolvere. I rimedi omeopatici sono inoltre particolarmente utili per curare tutte le malattie da raffreddamento (febbre, asma, otite, bronchite) e per prevenirne l’insorgenza.

Molti critici si domandano se l’omeopatia per bambini porti a una guarigione molto più lenta rispetto alla medicina allopatica. In realtà la medicina tradizionale ci ha abituato a considerare la guarigione come uno status da raggiungere immediatamente, ma questa condizione può comportare delle conseguenze problematiche.

Ad esempio, il disturbo può presentarsi di nuovo sul breve o sul lungo periodo, oppure il corpo del bambino può reagire al farmaco sviluppando nuovi sintomi.

Durante la fase più acuta di una malattia, l’omeopata cerca di individuare l’elemento scatenante nella ricerca del rimedio più adatto e il miglioramento può avvenire anche dopo poche ore dalla prima somministrazione.

La medicina omeopatica risulta inoltre priva di effetti collaterali e stimola le difese immunitarie del giovane paziente prevenendo che la malattia possa ricomparire in futuro.

 

 

Curare i bambini con l'omeopatiaNei bambini è particolarmente importante non somministrare contemporaneamente farmaci allopatici (soprattutto antibiotici) e omeopatici: se l’assunzione avviene in periodi diversi, la sinergia tra le due medicine può essere particolarmente funzionale, ma la medicina integrata è largamente sconsigliata.

Questa opinione è motivata dall’assenza di sperimentazioni in cui siano stati testati gli effetti derivanti dall’uso simultaneo delle due soluzioni terapiche.

L’omeopatia per bambini può essere una scelta corretta ed efficace ma è importante scegliere lo specialista più adatto.

Al primo incontro è opportuno valutare se il medico stia consigliando una terapia individuata in base ai sintomi e tarata sul paziente specifico e se si tratti di un’omeopata unicista (che somministri cioè un rimedio per volta). In questo modo si avrà la certezza di mettere la salute e il benessere del piccolo paziente nelle mani di un vero esperto di omeopatia per bambini .

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento