Sono molte le persone che sostengono che l’omeopatia nei bambini sia un ottimo modo per affrontare patologie di diverso tipo grazie alle caratteristiche positive che la distinguono.

L’omeopatia nei bambini, in particolare, viene spesso scelta come cura alternativa in caso di piccole problematiche legate principalmente ai malanni stagionali: raffreddore, allergie non particolarmente gravi e persino otiti o febbre; ecco le cure naturali per il raffreddore.

Considerare l’omeopatia per i bambini come un vero e proprio metodo di cura delle malattie da utilizzare persino in sostituzione della terapia tradizionale, però, significa scegliere di rinunciare alla certezza di metodi di cura la cui validità è stata dimostrata scientificamente per tentare terapie alternative, prive di un valido riconoscimento scientifico e i cui effetti legati alla vera e propria azione curativa non sono ancora stati dimostrati.

L’omeopatia nei bambini è ottima per prevenire alcune tipologie di malattie come quelle stagionali

L'omeopatia nei bambini non sostituisce i metodi tradizionaliSe esiste un fattore positivo connesso alla scelta dell’omeopatia per i bambini questo può essere riconosciuto in parte soltanto nella fase preventiva.

Può rientrare, quindi, in tutti quegli accorgimenti di natura domestica (i cosiddetti “rimedi della nonna”) volti a stimolare l’attivazione del sistema immunitario in corrispondenza dei primi freddi.

Il vantaggio della scelta dell’omeopatia nei bambini volta alla prevenzione dei malanni stagionali sta proprio nel riuscire ad attivare il loro sistema immunitario ancora in formazione preparandolo all’azione dei virus e dei batteri che generalmente sono responsabili dell’influenza e delle malattie stagionali.

Nonostante ciò, al momento in cui si rende necessaria una cura medica specifica (in caso di malattia conclamata o presunta, quindi) l’omeopatia per bambini non rappresenta più una risorsa cui attingere come metodo curativo.

Bisogna necessariamente rivolgersi a un medico di base (laureato in Medicina e Chirurgia possibilmente con specializzazione in Pediatria) per far sì che il bambino abbia a disposizione le cure più adatte a lui.

Il farmaco omeopatico e il suo effetto placebo

 

L'omeopatia non ha effetti curativiSe si è incerti sul valore dell’omeopatia nei bambini come metodo di cura alternativo alla medicina tradizionale è sufficiente fare qualche ricerca online per scoprire la vera utilità dei cosiddetti farmaci omeopatici.

Gli studi medico-scientifici condotti in questo ambito hanno dimostrato che i farmaci omeopatici agiscono sulle relative patologie non più di quanto vi agirebbe un comune farmaco placebo.

L’omeopatia nei bambini, quindi, non può avere altro senso se non quello preventivo delle malattie: si può, sempre dietro consiglio medico-pediatrico, preparare il sistema immunitario dei bambini prima dell’arrivo dei malanni stagionali in modo da permettere loro di reagire più prontamente.

Neppure l’effetto preventivo dell’omeopatia nei bambini, comunque, è dimostrato scientificamente quindi non è detto che la somministrazione di farmaci omeopatici a scopo di prevenire i malanni stagionali determini poi la completa immunizzazione del piccolo.

Prima di ricorrere all’omeopatia nei bambini, quindi, affidatevi al parere di un medico: eviterete di correre rischi e permetterete al vostro piccolo di avere a disposizione le cure migliori in caso di malattia.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento