Opinioni sull'Omeopatia per BambiniL’Omeopatia per Bambini funziona? Può essere pericolosa? E, ancora, può addirittura essere fatale per i più giovani? Queste sono le domande principali che affollano la mente, non solo dei profani, ma anche di coloro che credono nell’omeopatia e che vorrebbero curare i propri figli con i suoi metodi.

Ebbene, negli ultimi anni, l’Omeopatia per Bambini è divenuto un vero e proprio caso di discussione clinica e medica, al fine di capire come e perché le terapie naturali dovrebbero essere utilizzate oppure no negli esseri umani in tenera età. Eccovi alcune opinioni, ma prima di leggerle verifica se le terapie omeopatiche funzionano davvero.

Omeopatia per Bambini: pro e contro di una terapia tanto discussa in età infantile

Quando si parla di Omeopatia per Bambini è sempre bene fare dei distinguo, riguardo in particolare l’uso dei farmaci, la loro posologia e la motivazione fondante per cui andiamo a somministrare questi ultimi ai nostri figli, sperando di non avere effetti collaterali o comunque disturbi nell’infante.

E’ bene sapere che, teoria fondante dell’omeopatia, il disturbo o la patologia non sono altro che un disequilibrio di energie interne all’organismo, le quali non devono fare altro che essere rimesse a loro posto, al fine che i sintomi si dileguino senza lasciare cicatrici indelebili sul nostro corpo.

Così, è consiglio di molti medici omeopatici, la maggior parte delle volte almeno, di non dare nulla, né di sintetico né naturale, al proprio figlio se la patologia da esso presentata è semplice o stagionale, come ad esempio il raffreddore o la classica influenza autunnale, lasciando così sfogare febbri e sintomi in modo naturale.

Se però i fastidi si protraggono per diverso tempo, ecco che l’Omeopatia per Bambini può tornare utile per il genitore, al fine che il proprio figlio guarisca con i giusti tempi e senza effetti collaterali. Questo è ciò che vorrebbe almeno tale scienza medica naturale, ma che purtroppo non è sempre assicurato a causa delle leggi del commercio.

Infatti, molti farmaci, anche omeopatici, che vengono venduti in formato spray (ne esistono diversi per il raffreddore) contengono il cosiddetto estratto alcolico, ovvero un contenuto di alcool che, seppur molto basso, è pur sempre nocivo nel bambino.

Ciò perché, per riuscire a nebulizzare i principi attivi in maniera adeguata (estratto liquido e secco non sono efficaci e possono anche essere pericolosi) era necessario, fino a pochi anni fa, utilizzare le molecole di Alcool.

Oggi, fortunatamente, è uscita una nuova tecnica che viene sempre più utilizzata nell’Omeopatia per Bambini, la quale permette di avere i medesimi risultati derivati dagli estratti alcolici, senza però i loro effetti collaterali, la quale viene chiamata Estratto Glicerico e che, quando utilizzata, viene sempre riportata sui flaconcini.

L’omeopatia può uccidere? Dati a confronto

La sicurezza dell'Omeopatia per BambiniNel 2010 la BBC ed il Royal Children Hospital di Melbourne effettuarono e pubblicarono una ricerca la quale dimostrava come l’Omeopatia per Bambini non solo non portava effetti benefici sull’infante, ma poteva addirittura portarlo alla morte in alcuni casi.

Tale ricerca si basava su un numero contenuto di casi clinici accaduti tra il 2001 ed il 2003, dove, purtroppo, si era giunti alla morte del piccolo paziente.

Ebbene, tale ricerca dimostrò come l’Omeopatia per Bambini era assolutamente da evitare, in quanto rischiosa. Sebbene tali risultati fossero supportati da casi studiati, oggi tale pericolo può essere quasi completamente smentito in quanto, con le ultime leggi redatte negli ultimi anni, i farmaci naturali ed alternativi vengono sottoposti ai medesimi test di quelli sintetici.

Infatti, da quanto si poteva capire, l’Omeopatia per Bambini risultava pericolosa in quanto in passato i farmaci consigliati in essa non subivano alcun controllo e potevano così contenere principi attivi pericolosi perché non sminuzzati e processati in maniera corretta.

Oggi, come già detto, questo pericolo non esiste più e l’unica controindicazione che un farmaco può presentare nelle terapie derivanti dall’Omeopatia per Bambini riguarda delle possibili allergie che sono uniche nel bambino in particolare e che quindi bisogna conoscere con una visita allergologica in tenera età.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento