Quanto durano le Terapie OmeopaticheLe Terapie Omeopatiche sono oramai una realtà medica dei nostri giorni, offrendo una visione alternativa, sebbene comunque valida, alla visione più tradizionale della medicina, con rimedi di stampo naturale e con una sofisticata filosofia dietro il suo pensiero globale.

Ovviamente, come tutte le cose, anche le Terapie Omeopatiche si avvalgono di concetti come diagnosi, prognosi, posologia dei farmaci, nonché durata della cura e costi i quali, questi ultimi, riguardano l’ovvio acquisto di preparati e medicinali consigliati dal medico omeopata.

Impara a conoscere le tre verità sulle terapie omeopatiche.

Terapia Omeopatica, quanto dura per essere efficace?

Di fondo, l’Omeopatia crede che la cura del paziente parta direttamente da quest’ultimo, in quanto si tratta di un riequilibrio di energie e stati emozionali che quando giungono in uno stato di disordine possono creare dei disagi, delle patologie, in generale dei problemi.

Essendo le Terapie Omeopatiche una metodologia di intervento non invasiva, ovvero non utilizzando estratti chimici aggressivi sulla patologia, le tempistiche sono più lunghe rispetto a quelle della medicina tradizionale, cosa che sebbene possa essere vista come più noiosa, in realtà evita l’insorgere di effetti collaterali ancora più fastidiosi.

Per quanto riguarda l’assunzione di farmaci omeopatici, poi, nelle Terapie Omeopatiche non vi sono delle indicazioni ben precise riguardo la durata della loro assunzione, se non ovviamente per alcuni casi particolari, in quanto i medicinali omeopatici sono estremamente diluiti, dunque privi del rischio di assuefazioni e intossicazioni.

Infatti, secondo i principi che reggono questa scienza medica alternativa, la Diluizione e la Dinamizzazione sono i processi fondanti nella creazione di un farmaco omeopatico, i quali rendono quest’ultimo meno pericoloso eppure, secondo vari studiosi, più efficaci nel corso del tempo di quelli chimici e sintetici.

Questo perché si pensa che l’acqua, la quale è il diluente principale di molti farmaci omeopatici, sia dotata di una memoria la quale trasferisce, per ogni sua molecola, le capacità del principio attivo che in essa viene diluito, rendendolo più assorbibile dall’organismo, eppure incredibilmente più potenziato.

Quanto costano le Terapie Omeopatiche?

Quanto costano le Terapie OmeopaticheEssendo dei prodotti acquistabili in farmacia ed in erboristeria, i farmaci omeopatici hanno un costo ben preciso il quale, purtroppo, non appartenendo alla fascia dei farmaci mutuabili, non può essere pagato con i fondi messi a disposizione dello Stato, ma di tasca propria.

Per quanto riguarda la visita omeopatica, nel caso aveste la fortuna di avere un medico di base con tale specializzazione, non dovete pagare assolutamente nulla. Nel caso invece, per iniziare delle Terapie Omeopatiche, doveste necessariamente avvisare uno specialista, qui il costo va in base al suo onorario fisso, che può andare dalle 50 alle 150€.

Nel caso non vogliate ogni volta spendere così tanti soldi solamente per la visita, potete richiedere all’ASL se vi siano dei medici di base specializzati in Omeopatia o in altre metodiche naturali e, se siete proprio convinti, di farvi iscrivere nella sua lista di mutuati, al fine di non pagare mai il semplice consulto.

Per quanto riguarda i farmaci utilizzati nelle Terapie Omeopatiche, il prezzo varia a seconda della casa produttrice, ma rimane, quasi sempre, all’interno di una fascia che è compresa fra i 5 e i 12€, costo che è molto più basso di moltissime altre medicine sintetiche non mutuabili.

In sintesi, se vogliamo e dobbiamo effettuare delle Terapie Omeopatiche, esse possono durare tra un lasso di tempo che va dal singolo ai tre mesi, periodo durante il quale, visita a parte, si dovrebbero spendere tra le 50 e le 100 euro. Che sia poco o tanto, cos’è più importante? Risparmiare o Curarsi? A voi la risposta.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento