Funzionano davvero le Terapie OmeopaticheAl giorno d’oggi, le Terapie Omeopatiche aumentano sempre di più il numero dei suoi pazienti, tanto che da diverso tempo un vero e proprio plebiscito di medici, scienziati e gente comune ha cominciato a chiedersi la domanda fondamentale: ma funzionano davvero?

Per rispondere alla domanda se le Terapie Omeopatiche siano o meno giustificate, potremmo spaziare dalla filosofia che vi sta dietro, dalla metodologia, fino a giungere a scoprire cosa ne pensa la nostra legge, tutte cose che tenteremo di illustrare nei paragrafi successivi; senza dimenticare quali devono essere i giusti costi e le durate adeguate delle terapie.

Terapie omeopatiche: pensiero dei detrattori e dei sostenitori

Partendo dalla parte più amara della questione, per molti medici cosiddetti tradizionalisti le Terapie Omeopatiche non hanno una vera e propria funzione in campo medico, in quanto sostengono come le loro metodiche ed i loro farmaci non siano efficaci e provabili scientificamente.

Il Tempo, infatti, è una delle caratteristiche più osservate durante una terapia medica, il quale si riduce notevolmente, aumentando però i rischi e gli effetti collaterali, quando si vanno ad usare medicinali a principio attivo sintetico, oppure quando si viene a sostenere delle operazioni chirurgiche invasive.

Invece, nelle Terapie Omeopatiche non è importante guarire in fretta, ma annullare la patologia e ritrovare il proprio equilibrio fisiologico nella maniera più sana possibile, visione che oggi è comunque sempre più accettata da molte branche mediche.

Dunque, per guarire attraverso tali terapie a volte bisogna armarsi di molta pazienza, in quanto possono durare anche dei mesi, ma molti pazienti, infine, si dicono contenti di averle sostenute dato che non sono stati messi sotto effetti assuefativi e hanno ritrovato in maniera più naturale la propria fisiologia.

Queste ultime osservazioni sono, di fatto, i veri sostegni di salvataggio per le Terapie Omeopatiche, le quali sono comunque riconosciute più sane a livello globale di quelle sintetiche e tradizionali, nonché in quanto non usano principi attivi in dosi che possono essere anche tossiche.

Benessere psico-fisico Vs Guarigione a tempi record

Come funzionano le Terapie OmeopaticheDi fatto, secondo moltissima gente, nonché anche alcuni scienziati al di fuori della sfera naturalistica, le Terapie Omeopatiche funzionano per davvero, soprattutto quando andiamo a sostenere come esse non curino semplicemente una patologia, ma ristabiliscano globalmente il benessere psico-fisico della persona.

Purtroppo però, in un mondo nella quale il ritmo di vita è molto elevato e siamo tutti preoccupati di perdere del tempo prezioso da rubare al lavoro, il fatto di ristabilire lentamente la nostra fisiologia non piace a molti, portandoci così a preferire le terapie da medicinale tradizionale che, solitamente, impiega pochi giorni per fare effetto.

Tutte le volte che facciamo ciò, però, ovvero quando andiamo a rifiutare la calma delle Terapie Omeopatiche in favore di quelle sintetiche, dobbiamo sapere che queste ultime hanno delle pesanti controindicazioni e che lasciano sempre una cicatrice indelebile nel nostro organismo.

Non solo. Come tutti ben saprete, un farmaco o principio attivo tradizionale, nelle dosi normalmente utilizzate, ha un’efficacia limitata, la quale può cessare definitivamente dopo alcuni giorni dalla prima assunzione o quando andiamo a riutilizzarla in altri momenti.

Ciò avviene in quanto il principio attivo in questi farmaci è presente in buona parte rispetto al resto del contenuto, mentre nei farmaci naturali utilizzati nelle Terapie Omeopatiche è in dosi vicina al massimo all’1%, quantità che non perde la sua efficacia e elimina tutte le problematiche legate all’assuefazione ed alla tossicità.

La legge, poi, considera l’Omeopatia come una qualsiasi altra branca della medicina, avendo addirittura legiferato, insieme ai regolamenti dell’Unione Europea, che i suoi farmaci devono subire i medesimi test di quelli tradizionali e devono essere preferibilmente prescritti da un medico.

Insomma, se le Terapie Omeopatiche esistono da diverso tempo, circa due secoli, e continuano ad avere sempre più “seguaci” nel mondo medico occidentale, ci sarà una ragione, non credete?

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento