Consigli e stratagemmi per imparare a parlare in pubblicoPerché parlare in pubblico fa tanta paura? Uomini e donne di ogni età ed estrazione sociale è terrorizzata dalla sola idea di affrontare una platea di ascoltatori.

Questo accade perché temiamo esageratamente il giudizio altrui, le osservazioni, le critiche per ogni insicurezza o imperfezione che mostriamo. La paura di parlare in pubblico si alimenta della poca autostima e appartiene a coloro che non hanno fiducia nelle proprie potenzialità; ecco quindi come parlare in pubblico accresce l’autostima.

Ecco allora alcuni semplici consigli per sconfiggere la paura di parlare in pubblico

Per prima cosa, cerca di preparare al meglio il tuo discorso, impara le parole chiave e cerca di ripeterlo più volte possibile. Non serve imparare a memoria le frasi, l’importante è acquisire l’elasticità mentale e linguistica per esprimere i concetti principali.

Possiamo ripetere più volte il testo ad alta voce, da soli o con l’aiuto di collaboratori o persone fidate. È inoltre fondamentale ricordare che il discorso potrà essere stravolto in ogni momento da eventuali domande (se previste) oppure potrà subire interruzioni improvvise.

Il segreto dell’oratore perfetto è padroneggiare completamente la materia di cui parla e cercare di prevedere eventuali domande relative all’attualità che potrebbero essere poste dal pubblico.

Possiamo noi stessi anticipare i quesiti o contestualizzare gli argomenti, per rendere il discorso più comprensibile, contemporaneo e coinvolgente.

Questo atteggiamento ci porterà ad essere più sicuri e ottimizzerà la nostra performance sul palco!

Se proprio non ne possiamo fare a meno, avere sotto mano un foglio con i punti chiave può rappresentare quella sicurezza in più che ci consentirà di non perdere mai il filo del discorso. Pur risultando poco professionale (soprattutto se il monologo è di breve durata) gli appunti saranno un’ancora di salvezza.

Ci accorgeremo con l’esperienza che in realtà non avremo bisogno nemmeno di guardarli: ci basterà sapere di averli pronti per essere consultati, per mostrare maggiore sicurezza.

Un altro interessante consiglio che ci consente di affrontare il pubblico più serenamente è disgregare la collettività in singoli individui. Anziché focalizzarsi sulla grande platea, è più semplice relazionarsi con essa se la pensiamo come un insieme di persone. Affrontandone una ad una, sarà tutto più facile: mentre parliamo, guardiamo negli occhi una persona per volta.

Ci sembrerà di relazionarci con maggiore semplicità e a nostra volta ostenteremo più carattere e personalità, evitando di guardare in basso, di cercare conferme negli appunti o in un improbabile aiuto dall’alto.

La platea scompare se pensi al pubblico come ad un insieme di singoli ascoltatori

 

Preparare un buon discorso per vincere la paura del pubblicoUn espediente frequente per chi affronta un pubblico è iniziare il discorso ammettendo candidamente i propri timori e il proprio nervosismo. Così facendo si ottengono molteplici risultati: si esorcizza la paura, si crea empatia con gli ascoltatori e ci si dimostra umili nel proprio ruolo.

È opportuno non forzare l’umorismo, soprattutto se non appartiene alla nostra personalità: non sentiamoci in obbligo di colpire il pubblico con battute, citazioni o barzellette inopportune. Dimostriamo invece che con la nostra adeguata preparazione, conosciamo bene l’argomento che stiamo affrontando e conquisteremo il pubblico più facilmente.

Cerca di mantenere la concentrazione e la calma, focalizzati sui concetti che vuoi esprimere e sarai pronto anche ad eventuali imprevisti. Con il giusto spirito infatti, imparerai che ogni discorso è accompagnato da situazioni inaspettate e improvvise, ma che possono essere volte a proprio vantaggio per stemperare il clima o offrirti l’occasione di accattivarti ancora di più le simpatie del pubblico.

Ricorda che il discorso perfetto non esiste: inutile cercare di essere impeccabile, rischi solo di procurarti ulteriori motivi di stress o di ansia. Cerca di prepararti nel migliore dei modi ma sii pronto ad affrontare proiettori malfunzionanti, cellulari che squillano e microfoni difettosi.

Prepararsi agli imprevisti (che accadono quasi sistematicamente) è il modo migliore per affrontare la propria paura: non preoccuparti di essere perfetto ma solo di essere preparato!

Chi teme il pubblico e non padroneggia l’argomento, tende a parlare più velocemente: aumenta quindi il rischio di non essere compresi, di dimenticare passaggi importanti. Questo è l’atteggiamento più o meno inconsapevole di chi vuole concludere al più presto il discorso e andarsene dal palco, sacrificando l’esaustività e la logica.

Imparare a parlare in pubblico è possibile: diventa più sicuro sull’argomento e acquisisci sicurezza anche verso le tue capacità. Supererai in breve tempo ogni paura, migliorando il tuo autocontrollo!

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento