La pnl e i suoi fondatoriLa Pnl, o programmazione neuro linguistica, è un insieme di tecniche e modelli per arrivare a raggiungere i propri obbiettivi, migliorare la propria autostima e arrivare ad

avere un miglior dialogo interiore e con gli altri, fondata da Richard Bandler e John Grinder, anche se a loro piace soprattutto parlare di “atteggiamento mentale“.

La Pnl può rivelarsi molto efficace per raggiungere obbiettivi in tutti gli ambiti della vita, ed è capace di trasformare un ostacolo sul nostro cammino in un vantaggio; ecco cosa è la programmazione neurolinguistica.

Pnl: la nascita

La Pnl è nata all’incirca quarant’anni fa dallo studio, dalla ricerca di queste due persone: Richard Bandler matematico ed appassionato di informatica e John Grinder, esperto linguista. I due arrivano alla geniale intuizione che studiare chi sta bene per capire come mai non si è ammalato è molto più utile che studiare chi sta male per trovare un rimedio al suo malessere.

Trovandosi i due in quel periodo vicini al mondo della psicoterapia iniziano a studiare i terapeuti eccellenti, quelli che hanno successo con i loro pazienti, in particolare Milton Erikson e Virginia Satir.

Il nome Pnl, programmazione neuro linguistica, nasce dall’idea che ci sia una stretta connessione fra gli schemi neurologici, il linguaggio e i modelli comportamentali che apprendiamo con l’esperienza.

Nonostante non abbia riconosciuta ad oggi validità scientifica, a causa del fatto che gli autori non sono mai stato in grado di portare evidenze empiriche a sostegno della loro tesi, La Pnl si è rivelata in questi anni uno strumento di straordinaria potenza ed efficacia per ristrutturare i modelli di pensiero che portano le persone a soffrire, a provare dolore.

Come funziona la Pnl

 

come funziona la pnl

L’idea che sta alla base della Pnl è che modificando il significato che si da alle proprie esperienze attraverso una trasformazione della propria struttura percettiva si possono arrivare a cambiare i propri comportamenti e atteggiamenti.

“La Pnl è lo studio della struttura dell’esperienza soggettiva” Robert Dilts

Secondo Bandler e Grinder questa tecnica sarebbe stata utilissima nell’affrontare problemi come: ansia, fobie, ossessioni, disabilità circa l’apprendimento.Secondo i due studiosi le tecniche di Pnl possono essere imparate da chiunque per portare la propria vita all’eccellenza sia in ambito personale che professionale.

Ciò che renderebbe la Pnl efficace sarebbe il fatto di studiare gli schemi delle persone ritenute vincenti. che hanno successo, in modo che così chiunque ha la possibilità di replicarli al fine di ottenere il medesimo risultato. per questo viene utilizzato soprattutto in America, il termine “atteggiamento”, si studia una cosa che funziona per renderla accessibile a chiunque

Oggi la Pnl non essendo stata riconosciuta da gran parte della psicologia è utilizzata soprattutto nell’ambito del coaching, del counselling e della formazione aziendale.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento