La musica Reiki è molto utilizzata per accompagnare le sessioni di Reiki, ma anche come semplice sottofondo musicale o aiuto per il rilassamento. Cos’ha di veramente rilassante la musica reiki? Dove possiamo ascoltarla? Ed inoltre, cosa è il reiki? Scopri il significato dei suoi simboli.

Musica Reiki e rilassamento

reiki relaxRelax è un termine che appartiene al vocabolario inglese, oramai usatissimo in tutte le lingue. Eppure la sua origine, sorprendentemente, è latina: relaxare, ovvero rilassare.

Cosa c’entra la musica con il relax? Può la musica indurre uno stato di relax, o di pace interiore?

La scienza su quest’ aspetto parla chiaro.

Il nostro cervello, infatti, ha un’attività elettrochimica monitorabile con opportune strumentazioni, la quale evidenzia la presenza di diverse tipologie di onde cerebrali.

Agli stati di rilassamento, dalla mente calma e lucida sino al sonno, le onde cerebrali si mantengono su una frequenza tra 7 e 13 Hz (onde alpha) o tra 0,1 e 3 Hz (onde delta – sonno).

E’ stato dimostrato come l’esposizione ad alcune frequenze o a suoni specifici possa aiutare il cervello ad avvicinarsi ad uno stato alpha, ritrovando un maggior relax globale.

La musica Reiki, in questo, ha i suoi vantaggi: è generalmente morbida e tranquilla, senza parti vocali, crea atmosfere e pattern delicati con ritmi blandi e piacevoli.

Tutto sulla musica Reiki

 

La musica Reiki si può ascoltare su internet, visitando youtube o altri siti specializzati. E’ facile trovarla anche in negozi di CD o negozietti new age, dove non mancano mai le compilation dedicate al Reiki, al rilassamento o alla meditazione.

In verità la musica Reiki non è un genere musicale specifico: si tratta infatti di musica rilassante molto vicina alla World Music, oppure di suoni campionati e rielaborati direttamente dalla natura.

musica e reiki e relaxMolti praticanti di Reiki amano utilizzare musica in sottofondo durante le loro sessioni, premurandosi di tenerla a volume basso. Si tratta, però, di una musica adatta a tutti i momenti della giornata, perché delicata e poco invasiva.

La musica Reiki più diffusa è realizzata con strumenti elettronici o con la classica strumentazione folk, che include l’uso dell’arpa, di altri strumenti a corde, di campanelli o pattern musicali d’atmosfera.

Molti musicisti, inoltre, creano brani partendo dal suono di una cascata, dal rumore della pioggia, dal fruscio del vento oppure dallo scorrere di un torrente, mixando suoni naturali e motivi musicali di sottofondo.

Anche la musica Reiki ha le proprie star: è il caso, ad esempio, del tedesco Deuter, esponente di punta della World Music che ha scritto un intero album (Reiki Hands of Light) dedicato al Reiki.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento