Relax in ufficio, meditazione e stretching muscolare
Se pensiamo ad un modo per rilassarci il pensiero corre a un centro benessere, una passeggiata sul mare, un buon libro, una bevanda calda in poltrona. Ma se ci troviamo sul luogo di lavoro, come possiamo ritagliarci un momento di relax in ufficio, per ritrovare il giusto equilibrio?

Gli eccessivi carichi di lavoro, gli orari snervanti, le pause pranzo impiegate a sbrigare pratiche incidono in maniera negativa sulle prestazioni professionali e sulla salute.

Per questi motivi è importante includere piccoli momenti di relax in ufficio: “staccare la spina” per alcuni minuti aiuta a riacquistare lucidità per ogni sfida quotidiana, sopportando al meglio anche le situazioni più snervanti e faticose.

Relax in ufficio e la mini meditazione

La mini meditazione è una tecnica ottimale per rilassare corpo e mente nel giro di pochi minuti: una volta che ci si prende la mano, richiederà lo stesso tempo di una pausa caffè.

Ecco come si esegue: per prima cosa bisogna individuare un luogo tranquillo, dove si possa chiudere gli occhi senza essere disturbati, per qualche minuto. Con la mente accantoniamo le preoccupazioni: questa fase diventa semplice solo con un po’ di pratica ma si tratta del momento più importante della meditazione.

Un consiglio per facilitare lo sgombro mentale è immaginare uno scatolone in cui rinchiudere una per volta tutte le preoccupazioni lasciate sulla scrivania.

Grazie alla visualizzazione il cervello si distacca momentaneamente dalla realtà, consentendo di raggiungere il vero relax.

 

La respirazione deve essere lenta e naturale: mentre ci concentriamo sull’aria che circola nei polmoni, contiamo le inspirazioni e le espirazioni. Ci si può dare un numero cui arrivare o si può proseguire finché non ci si sente calmi e riposati. Alla fine della mini meditazione, riapriamo piano gli occhi e torniamo di nuovo al lavoro.

La soluzione ideale sarebbe poter ripetere più volte durante la giornata questa sessione di relax in ufficio, magari sacrificando qualche pausa caffè (che contenendo sostanze eccitanti andrebbe evitato in caso di ansia).

Grazie alla meditazione possiamo imparare a controllare lo stress, aumentare la consapevolezza nelle nostre capacità e arginare tutte le sensazioni negative.

Anche la musica può essere una buona soluzione per rilassarsi in ufficio: non è però sempre consentito ascoltarla in diffusione, anche se con un paio di cuffie e un lettore mp3 o un cellulare a portata di mano potremmo risolvere il problema.

I brani scelti devono essere un buon sottofondo in grado di trasmettere tranquillità senza costituire tuttavia una distrazione. Grazie alla musica adatta, migliorano le prestazioni e soprattutto l’umore.

Rilassarsi in ufficio per ritrovare l'energia

Altri esercizi interessanti per trovare sollievo allo stress professionale sono alcune posizioni che rilassano i muscoli e aiutano quindi anche la mente a sentirsi meglio.

Concedersi un po’ di relax in ufficio è fondamentale per vivere al meglio le ore lavorative e portarsi poi a casa meno tensioni, vivendo ogni avvenimento con le giuste misure e una rinnovata voglia di fare.

Si può ad esempio puntare un piede ad una sedia o alla parete che abbiamo davanti e premere leggermente sulla punta e poi sul tallone per distendere le gambe.

Nel frattempo cerchiamo di stendere e inarcare la schiena per correggere le posture curve tipiche del lavoro da scrivania. Se possibile possiamo anche togliere le scarpe per qualche minuto in modo da offrire un ulteriore ristoro agli arti inferiori.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento