Vantaggi e svantaggi del relax in ufficioIl relax in ufficio è una componente importante della vita. Trovare degli spazi quotidiani in cui lasciare fuori le preoccupazioni e pensare solo al proprio benessere è fondamentale, anche sul lavoro. Certo, non si tratta di schiacciare un pisolino dopo la pausa pranzo o stendere a terra un tappetino e mettersi a fare yoga davanti alla macchinetta del caffè, ma di trovare un po’ di tempo, anche durante la giornata più impegnativa, per staccare totalmente e poter riprendere poi le proprie attività nel modo migliore.

Di metodi per concedersi un po’ di relax in ufficio ne esistono molti: si va dalla mini-meditazione agli esercizi di respirazione controllata, passando per le più tradizionali pause caffè con cui scambiare due chiacchiere  con i propri colleghi. Puoi sperimentarne più di uno e scegliere quale più si adatta a te… a volte basta semplicemente ascoltare una canzone per sentire la tensione abbandonare il nostro corpo! Il relax in ufficio ci rende più produttivi?

I vantaggi del relax in ufficio

Crearsi delle piccole oasi di pace anche durante la giornata più impegnativa presenta numerosi vantaggi. In primo luogo, permette di “spezzare” la giornata in più blocchi di modo che le ore  che passi dietro la scrivania non ti sembrino eterne. Entrare alle nove e non alzarsi dalla sedia fino all’ora di pranzo, può essere psicologicamente scoraggiante. Se invece inserisci un piccolo break di dieci minuti a metà mattinata, sarai più motivato a lavorare bene per poterti “premiare” con un salto al bar.

Inoltre, dieci minuti lontano dal caos di telefoni e stampanti  permettono alla tua mente di riposarsi e recuperare un po’ di energie. Numerosi studi mostrano che chi è troppo stressato perde facilmente la concentrazione, è più incline a distrarsi, a commettere errori e ad essere irritabile. Regalandoti qualche minuto di relax ogni tanto quindi non perdi tempo, ma al contrario guadagni produttività e qualità delle tue prestazioni.

Relax in ufficio, molti pro e pochi contro

 

Relax in ufficio per migliorare la produttivitàNonostante questi innegabili benefici, devi comunque fare attenzione alle modalità e ai tempi con cui ti concedi le pause. Se per esempio stai affrontando un compito particolarmente complicato, evita di interromperlo a metà per poi riprenderlo dopo il break: corri il rischio di perdere il filo e di dover rileggere o ricontrollare il lavoro già svolto, sprecando tempo prezioso.

Cerca inoltre di non prenderti troppe pause: una alla mattina e una al pomeriggio possono essere sufficienti per non farti assalire dallo stress, ma allontanarsi dalla scrivani cinque o sei volte in poche ore di certo non ti renderà più produttivo: dedicare degli spazi unicamente al relax in ufficio è un modo per guadagnare tempo, non per perderlo!

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento