benessere globale: la via della guarigioneLa via della guarigione che porta alla città del benessere globale è una via che passa attraverso la conoscenza del proprio meraviglioso mondo interiore.  La vera guarigione, che è quella che porta ad un benessere globale  (fisico,psichico e sociale),  richiede la consapevolezza delle proprie enormi potenzialità ed un conseguente adeguato investimento su di sè, per fare emergere queste stupende ricchezze nascoste.

 Ha perfettamente ragione Eric Bern quando sostiene che “Nasciamo principi e la civiltà ci trasforma in rospi.”

Nasciamo ricchi e spesso diventiamo poveri.

Quando ci svegliamo la mattina ricordiamoci sempre “Chi siamo“.  Non siamo lumache, farfalle, elefanti, scimpanzè od altro, ma siamo “essere umani“. Facciamo parte di una specie straordinaria, la più complessa e  meravifgliosa esistente nell’Universo conosciuto.  Per chi ha fede, l’essere umano è costituito ad immagine e somiglianza di Dio. Per chi lo valuta dal punto di vista scientifico, al di là delle proprie convinzioni religiose, l’essere umano è il frutto più perfetto, prelibato e completo dell’evoluzione biologica, iniziata tre miliardi e mezzo di anni fa.

Ogni volta che sentiamo il primo vagito di un bambino, dobbiamo sempre ricordarci che questo esserino meraviglioso non ha solo nove mesi, bensì nove mesi più tre miliardi e mezzo di anni di esperienza iscritta con un linguaggio biochimico nel suo DNA.

E’ come se, ogni bambino che nasce, portasse con sè una “valigia” di tutti i suoi antenati e di tutte  le esistenze precedenti. Tutto il nostro passato, anche se non lo sappiamo, è dentro di noi ed è sempre con noi.

Dentro ciascun essere umano esiste un’energia molto più potente di quella scoperta dai fisici nell’atomo.

Ciascuno di noi è la carta vincente di una partita invisibile, di una guerra, molte volte silenziosa, iniziata nella notte dei tempi.

Ciascuno di noi ha in eredità uno straordinario patrimonio di esperienza di tre miliardi e mezzo di anni.  Ricordiamoci sempre che il Padre Eterno o, se volete, la grande Madre Natura ci ha programmato per le grandi cose, per le cose difficili, non certamente per trascinare la vita, conformandoci magari passivamente all’ambiente che ci circonda, pur di soddisfare solo i nostri bisogni biologici e  materiali.

Come meglio vedremo lungo il percorso che avete iniziato, ciascuno di noi è stato geneticamente programmato per le cose difficili, per risolvere grandi problemi e per non avere limiti. Culturalmente, invece, spesso veniamo programmati per credere di essere molto limitati, per scansare gli ostacoli, per evitare i problemi e per condurre una vita comoda, facile ed ovattata.

ciò che si usa si conserva e si sviluppa ciò che non si usa si perde.

Per sviluppare le proprie enormi potenzialità bisogna passare dalla strettoia della fatica e della sofferenza.

I bravi marinai non nascono mai dai mari tranquilli.

Con il patrimonio genetico ereditiamo un progetto di vita, un libretto d’istruzione che contiene informazioni scritte con un linguaggio biochimico, che programma non solo il nostro corpo ma anche i nostri obiettivi biologici, con i conseguenti comportamenti.  Anzi, più che un libretto di istruzione ereditiamo gratuitamente la più grande e diffusa enciclopedia attualmente esistente, in quanto in ogni nostra cellula le informazioni inscritte con un linguaggio biochimico sono rappresentate, da tre miliardi di caratteri. E’, quindi, come avere un enciclopedia con più di tre milioni di pagine in ogni cellula del nostro corpo.

 La conseguenza è che spesso nasciamo ricchi e diventiamo poveri. Sono prima di tutto e soprattutto le nostre convinzioni sulla nostra identità a condizionare lo sviluppo delle nostre potenzialità. Nella mia lunga esperienza professionale di medico ho visto tanti ammalarsi, cadere e non rialzarsi più, solo perchè incapaci di afferare la vera grandezza del proprio essere, della propria vera grande identità e potenzialità.

La fiducia nelle proprie potenzialità di guarigione rappresenta  un ingrediente fondamentale per qualsiasi efficace percorso di guarigione.

come dice Publio Virgilio “Possono perchè credono di potere.”

8 Commenti

Lascia un commento
  • Claudio

    Carissima Silvia, sulla terra siamo più di sei miliardi di persone e siamo tutti diversi. La vera ricchezza degli esseri umani è in questa diversità e ciascuno, se non vuole perdere il contatto con la parte divina presente dentro ciascuno di noi, deve sempre sforzarsi di essere se stesso. Io sono veramente convinto che il segreto della gioia nella vita si trovi in un verbo: donare, donare e donare. Perchè, come dice qualcuno molto più importante di me, è donando che si riceve. Questa è una verità anche scientifica tipica del mondo dell’essere. Più si da più si sviluppano le nostre capacità ed il nostro essere. Sappi che mi fa piacere conoscere le storie personali perchè sono sempre importanti testimonianze e fonte di crescita per tutti. Mi farebbe piacere sapere ora come stai. Spero bene, comunque ti auguro tanta gioia e tanta luce.
    Claudio

    Rispondi
  • Silvia

    ACCIPICCHIA, ma da quale cappello è uscito Dr. Pagliara? E’ reale o un’invenzione? Esiste un’associazione per gli esseri umani come per il ww.ff (mica ricordo bene come si abbrevia, chiedo venia)al quale rivolgersi per denunciarla come “razza protetta”? Non solo quello che dice è dannatamente vero, ma a renderla unico è il fatto che non chieda nulla per offrire informazioni di vita così importanti,che oltretutto derivano da un grande bagaglio di esperienze personali,professionali e culturali.Mi piacerebbe raccontarle la mia storia personale, ma non voglio approfittare della sua disponibilità, le dico solo che a 50 anni un giorno mi sono svegliata e ho iniziato a vedere il piede sinistro diverso,seguito poi dal destro,nel giro di 4 anni ho mani, piedi e ginocchia deformate,periartrite ad ambo le spalle in contemporanea retrazione gengivale, spostamento e perdita di 4 denti, perdita di circa il 50% dei capelli, un quadro desolante che per i miei illuminati medici era semplice “usura degli arti”o nella peggiore ipotesi “cosa da nulla”……….Grazie per la sua cortese attenzione.Un cordiale saluto. Silvia Cecchi

    Rispondi
  • dott. claudio pagliara

    Hai centrato!!!! il segreto della vita è donare….nel momento in cui, nella vita, doni con passione, il ricevere è automatico. Se doni con umiltà ed amore qualcosa di valore, la natura ti risponderà con qualcosa di valore. E’ solo questione di tempo.

    Rispondi
  • gianfi

    Abbiamo la necessità di aprire i nostri cuori e le nostre menti senza paura.
    Aiutare gli altri per aiutare noi stessi

    Rispondi
  • Francesco benesserefisicoementale.com

    Queste tre frasi sono meravigliose:

    1) Ciò che si usa si conserva e si sviluppa ciò che non si usa si perde.

    2) Per sviluppare le proprie enormi potenzialità bisogna passare dalla strettoia della fatica e della sofferenza.

    3) I bravi marinai non nascono mai dai mari tranquilli.

    Complimenti Claudio!

    Rispondi
    • dott. claudio pagliara

      Grazie Francesco, il comune denominatore delle frasi da te sottolineate si basa sulla legge della crescita dell’essere o, se vuoi, dei talenti che, in questo caso, è completamente diversa ed opposta a quella dell’avere. Nel settore dello sviluppo dei talenti quello che conservi si perde e quello che doni acquisti.

  • lorenzo

    Mi pare la chiave di volta mantenere l’equilibrio interiore

    Rispondi
    • dott. claudio pagliara

      Carissimo Lorenzo, ciascuno di noi è una unità di parti diverse ed è sicuramene positivo avere l’obiettivo di realizzare l’equilibrio interiore fra tutte le forze presenti sul campo, ma è molto più importante perseguire l’obiettivo di creare una sinergia di tutte le forze che operano al nostro interno. La coerenza crea potere. Solo così è possibile realizzare ciò che appare impossibile.

Lascia il tuo commento

Lascia un commento