piu che puoi

Che il sole risplenda nel tuo cuore,

che le stelle rendan le tue notti più belle,

che la pioggia sia lacrime di gioia,

che il vento spazi via ogni brutto momento,

che la neve renda la vita più lieve

e la fede sia il tuo ponte che non cede.

Che il sorriso illumini il tuo viso,

Che la tristezza sparisca con la prima brezza,

che la forza ed il coraggio siano il tuo foraggio,

che della noia tu non abbia idea.

Dedicato a te,

che poi sei anche me,

dedicato a noi,

che non diciamo mai “poi”

ed il nostro motto è “più che puoi”.


In particolare, in questo momento, vorrei che queste parole fossero dedicate a tutti ma, innanzitutto, a chi ogni giorno, ogni settimana, ogni 3 settimane, si ritrova in un “hotel a 5 stelle” provvisto di flebobar con chemioaperitivi. Quelle stesse persone che dopo qualche giorno di … “riposo”: lavorano, cantano, ballano e sanno quanto la vita sia meravigliosa (nonostante tutto).

La vita è ….  Ognuno ha una propria definizione di vita. Con questo articolo vorrei portare un poco di gioia a te, che hai deciso di leggerlo. Mi piacerebbe anche sapere qual è la tua “definizione” di vita. Non importa la tua età, ogni età ha una sua definizione, ogni età è degna di essere vissuta. Non amareggiarti per ogni compleanno, non stai invecchiando, hai solo raggiunto un nuovo, splendido traguardo. La vecchiaia e la giovinezza sono solo delle “definizioni” e quindi sono suscettibili di cambiamento. Festeggia ogni tuo compleanno come se fosse il primo e non pensare a ciò che, l’anno precedente, non ha girato per il verso giusto, ricordati dei successi e, soprattutto, rammenta che non esiste il fallimento: esistono solo sentieri carichi di opportunità.


Buona giornata !!!

Stefania

1 Commento

Lascia un commento
  • Mela

    …grazie…. dedicata a me che non credo nella vita, che perdo la speranza, che soffro d’intolleranza, che non ne capisco l’essenza. Dedicata a me.
    Dedicata a me perché è vero…. sono anche te!
    Dedicata a me perché dimentico di sentirlo dentro ma dentro nel profondo! Perché quando lo dimentico io non respiro e fatico ma fatico a vivere.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento