Credi che sia possibile perdere peso, raggiungere una giusta forma fisica senza fatica, e soprattutto mantenerla per il resto dei tuoi giorni?

credenze-per-dimagrire

credenze-per-dimagrire

Solo nella mia esperienza diretta e applicando correttamente il potere della mente posso citarti centinaia di persone che negli ultimi anni hanno ottenuto questo risultato e lo stanno mantenendo.

Se poi allarghiamo il campo puoi trovare testimonianze di decine di migliaia di persone nel mondo che hanno perso peso con il metodo basato sulla pnl.

Allora la domanda successiva è “Credi che sia possibile per te?”. Quando faccio questa domanda ai miei clienti, all’inizio del colloquio preliminare, dall’attitudine e dallo sguardo capisco quante possibilità di successo ci sono.

In seguito chiedo alle persone “sei convinta di meritarti di ottenere questo risultato, e di ottenerlo con facilità e senza sacrificare altre parti della tua vita?”.

Ho avuto clienti con cui è bastato arrivare a questo punto. Zac colpito il punto sensibile. La persona mi guarda annuendo, come per dire “eh già, mi hai beccato!”. Mi è anche capitata qualche crisi di pianto.

Se serve a sbloccare, ottimo!

Non è sempre così semplice e rapido (altrimenti potrei diventare famoso come quello che fa dimagrire le persone in 3 minuti!).

Ma ti assicuro che nella maggior parte dei casi, per poter rimuovere i blocchi o gli autosabotaggi che rendono una persona schiava del suo peso indesiderato, devo lavorare sul livello delle credenze.

Vediamo qualche esempio di credenze che, se presenti nella parte più profonda della mente di una persona, le rendono impossibile raggiungere e mantenere facilmente un buon stato di salute e forma fisica:

La prima famiglia di credenze depotenzianti riguarda la “genetica“:

Sono di costituzione grossa e quindi predisposta a ingrassare.

Poiché mio padre, mia madre, i miei nonno, zii, ecc sono o erano sovrappeso, sono destinato ad essere altrettanto

Ho un corpo mediterraneo e per questo tendo ad accumulare facilmente grasso

Ho il metabolismo lento…

Un’altra famiglia di credenze riguarda i motivi inevitabili per cui sono condannato ad essere sovrappeso:

Con il lavoro che faccio non posso seguire una alimentazione sana e regolare

Alla mia età non posso più dimagrire.

Non ho il tempo per applicare questo metodo…

Terza categoria: credenze sulle persone magre naturali o sul diventare magri:

I magri sono tristi e vivono di rinunce

I magri sono fortunati, io no

Se dimagrisco diventerò piena di rughe

Se dimagrisco i miei amici non mi riconosceranno più

Se dimagrisco gli uomini ci proveranno in continuazione con me (per le persone per cui questo può essere un problema…)

Qual’è secondo te il comune denominatore di queste credenze?

E’ quella che è stata definita la malattia del millennio: la scusite!

Sono come stringhe di programma a cui la nostra parte inconscia si attacca per giustificare e per pianificare i fallimenti.

Le credenze possono avere origini diverse, spesso si creano nei primi anni di vita e vengono veicolate da genitori, scuola ecc.

Specialmente in questo caso sono molto profonde e difficili (o quasi impossibili) da contrastare con la volontà.

L’unica cosa che si può fare con una credenza disfunzionale è eliminarla. Alle volte semplicemente prenderne consapevolezza porta a indebolirla sensibilmente.

Altre volte è necessario applicare delle tecniche specifiche molto potenti per frantumare una credenza depotenziante e sostituirla con una opposta e funzionale.

Questo è quello che faccio con le mie clienti.

Una volta rimosse le credenze che fanno da blocco, tutto diventa più facile e i risultati non tardano ad arrivare.

Buon dimagrimento

Federico

1 Commento

Lascia un commento
  • Josaya

    “Tutto il potere viene da dentro” recita un noto principio Huna

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento