Il gioco del calcio è uno degli sport più famosi e seguiti nel mondo.

È un gioco complesso e ricco di sfaccettature, molti degli aspetti e dei fattori di questo gioco sono simili a quelli che ritroviamo nella vita di tutti i giorni.

Dal punto di vista psicologico, possiamo notare che i tifosi si Identificano con la squadra del cuore e nello specifico con un giocatore che ammirano più degli altri e che li diverte di più.

Questo fenomeno si chiama “processo di identificazione”, l’identificazione è quel processo psicologico con cui un soggetto assimila un aspetto, una proprietà, un attributo di un’altra persona e si trasforma totalmente o parzialmente sul modello di quest’ultima, in questo modo ne assume ogni aspetto a livello comportamentale, relazionale e di pensiero.

In pratica è come se un tifoso, guardando una partita si immedesimasse così tanto con un calciatore che ammira, da vedere sé stesso in campo, “come se” stesse giocando lui stesso quella partita, e come se fosse realmente lui stesso in campo.

Il fatto di associarsi totalmente alla partita tanto da fargli sembrare di stare in campo, gli trasmette molte emozioni, simili a quelle di una partita realmente giocata da lui.

“La nostra mente non distingue un’esperienza vividamente immaginata da un’esperienza realmente vissuta”

Maxwell Maltz

Possiamo considerare il calcio anche come una Metafora della nostra vita, infatti esistono delle similitudini tra ciò che fa parte del calcio (regole, aspetti, ruoli, ecc) con la nostra vita, cioè con la società in cui viviamo, col mondo del lavoro, anche con la nostra famiglia.

Vediamo nello specifico alcune di queste Metafore:

–         Le Regole: nel calcio ci sono varie regole da rispettare così come nella vita, chi non le rispetta, ad esempio quando si commette un fallo o un’ irregolarità, viene prima ammonito e poi espulso. Anche nella vita chi non rispetta le regole viene sanzionato e nei casi più gravi allontanato per un pò di tempo o per molto tempo dalla società.

–         I Ruoli: nel calcio ogni protagonista ha un ruolo particolare nella squadra: portiere, difensore, attaccante ed altro, e ad ogni ruolo corrisponde ciò che il calciatore sa fare per la squadra, cioè se è più bravo a difenderla o ad attaccare per fare gol. Anche nella vita ci sono dei ruoli particolari che interpretiamo a seconda della situazione dove ci troviamo o del luogo di lavoro: siamo padri o madri, volontari, impiegati, operai, dirigenti, politici, medici, infermieri, ed altro, ed ogni ruolo è importante per la squadra della vita, ogni volta che non interpretiamo bene il nostro ruolo ne subiamo le conseguenze, sia noi stessi che la società in cui viviamo.

–         L’obiettivo: uno degli obiettivi di una squadra è quello di fare gol, cioè quello di raggiungere la meta finale di Vincere la partita. Anche nella vita possiamo Raggiungere vari obiettivi come ad esempio acquistare una casa, diplomarci o laurearci, trovare un lavoro che ci piace, mettere alla luce un figlio, ed altro.

–         Lo scopo: nel calcio lo scopo è quello di vincere lo scudetto o di vincere una coppa. Nella vita lo scopo è quello di Realizzare i nostri sogni e i nostri desideri.

–         I conflitti: anche nel calcio ci possono essere conflitti interni tra i giocatori, ad esempio quando non vanno d’accordo tra di loro o quando hanno problemi con l’allenatore. Nella vita i conflitti possono avvenire in ogni settore della nostra vita.

–         La gestione del gruppo: in una squadra la gestione dell’intero gruppo ha un’importanza notevole, perché l’efficacia della squadra dipende dall’Unità dei giocatori e dal gioco di gruppo. Anche nella vita, cioè nella società, nell’ambiente di lavoro, a scuola o in Famiglia, la gestione del gruppo è basilare per migliorare la qualità del gruppo stesso.

–         La competenza: chi gioca meglio degli altri viene messo in campo e giocherà più partite. Nella società, nel lavoro o a scuola, chi è più bravo ottiene più Risultati, a parte qualche eccezione.

–         L’allenatore: colui che allena la squadra è il “comandante della nave”, colui che può dare consigli, strategie di gioco, colui che è responsabile della squadra stessa. Anche nella vita abbiamo tanti allenatori in ogni settore, in famiglia (i genitori), nel lavoro (i capi settore), a scuola (gli insegnanti), ed altro.

–         Il Sacrificio: chi si allena di più nella squadra ha più probabilità di essere inserito nella partita seguente invece di restare in panchina, anche nel lavoro chi si dà più da fare per migliorare la propria attività, ha più possibilità di fare carriera, a scuola chi studia di più renderà di più, e così nella società.

–         Gli illeciti: questi nascono quando c’è una violazione di un dovere o di un obbligo posto da una norma riguardante il calcio, quando l’illecito sportivo verrà scoperto ci sarà una sanzione appropriata. Così anche nella vita, chi ha dei comportamenti contrari alle regole che riguardano la società, prima o poi verrà scoperto e ne pagherà le conseguenze.

–         Una scuola di vita: nel calcio i giocatori possono ritrovare una scuola di vita, in quanto nella squadra essi Imparano sempre qualcosa, giorno dopo giorno: imparano a Stare Assieme in un gruppo, imparano a fare Sacrifici, ad essere Responsabili, ad essere Altruisti quando si Sacrificano per il gruppo (chi non passa mai la palla può considerarsi un egoista in alcuni casi), ad ottenere un Risultato quando si impegnano, ad essere un Esempio per i propri compagni (soprattutto da parte del capitano della squadra), ad essere Leali, e soprattutto ad essere Umili. Così anche la vita con le sue molteplici esperienze e relazioni umane può considerarsi una scuola di vita in cui ognuno di noi Apprende Sempre qualcosa, anche molto di più da ciò che si apprende nel calcio.

–         Il rispetto: nel calcio il rispetto può riguardare quello verso i propri compagni, verso l’allenatore, verso i tifosi ed anche verso gli avversari, infatti il rispetto dell’altro può manifestarsi nell’evitare di far cadere un avversario, nell’evitare di simulare una caduta, ed altro. Nella vita il Rispetto dell’altro in ogni area e situazione ci permette di vivere in pace con gli altri ma anche con noi stessi.

Da questa esposizione del calcio come Metafora della vita, possiamo notare come, questo sport così seguito, ma anche molti altri sport, diventano qualcosa di più di un gioco di gruppo, perché ogni sport “Veicola” Aspetti Interiori molto importanti come la Motivazione, uno Scopo da Realizzare, il senso del Sacrificio, la Responsabilità Personale, il Rispetto dell’altro, ed altro ancora.

Ciao a tutti e fate i vostri commenti

dott. Rolando Tavolieri

1 Commento

Lascia un commento
  • Davide

    Complimenti, bellissimo tema, molto profondo.
    Parole sante.
    Anch’io quando seguo le partite, soprattutto i mondiali o gli europei mi vengono in mente molte cose della vita quotidiana, a volte, se posso essere sincero, mi viene anche un po’ di malinconia quando seguo specialmente i mondiali: tra colonne sonore che accompagnano il mondiale, goal, emozioni a nn finire, pali, traverse, arrabiature dei giocatori, agitazioni degli allenatori, il primo goal alla partita inaugurale, l’ultimo goal nella finale,fino ad arrivare alla desiderata coppa, mi vengono in mente molte cose della vita…la maggior parte della gente queste cose nn le vede. Per molti è solo sport e bisness, per me il calcio è ricco di elementi simbolici che riguardano l’essenza piu’ profonda della nostra esistenza, pochi riescono a percepirli, noi a quanto pare si.
    Hai fatto un bell’articolo, ancora i miei complimenti, da tempo cercavo un argomento del genere.
    Ciao
    Davide

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento