Sebbene la sua accettazione da parte della medicina occidentale sia praticamente appena iniziata le sue origini sono antichissime.

Da sempre le popolazioni di India, Cina, Australia ed Africa hanno molta familiarità con l’utilizzo dei magneti.

Il fisico greco Galeno ne annotava l’utilizzo per trattare spasmi e gotta. Il fisico svizzero Paracelso ne annotava anch’egli l’utilizzo per trattare ernia e gotta. Il medico francese contemporaneo Ambrosie Parè, conosciuto come il padre della moderna chirurgia forniva istruzioni sul come guarire ferite aperte e tutti i tipi di trauma utilizzando la magnetoterapia.

Nonostante le premesse il bio magnetismo (la scienza che studia gli effetti dell’energia magnetica sugli esseri umani) viene per lo più ignorato dalle discipline ufficiali occidentali, salvo nei paesi cosiddetti “poveri” dove viene invece studiato, analizzato e soprattutto utilizzato (questo accade nei Paesi dell’Est ed in special modo in Russia e Polonia). Fu grazie al medico tedesco Anton Mesmer che si “iniziarono” a questa pratica scienzati che hanno confermato le proprietà terapeutiche dei magneti.

Il termine moderno “bio magnetismo” viene riferito a studi condotti sulla sensibilità di reazione degli organismi viventi al campo magnetico terrestre ed ai campi magnetici artificiali. Famosi scienziati hanno proseguito questi studi. I più famosi sono Fraday, Gauss, M.me Curie, Marconi, Maxwell ed il contemporaneo giapponese Nakiagawa.

Gauss fu lo scienziato che inventò il magnetometro ed ora la misura del campo magnetico infatti viene espressa in “Gauss” o in Tesla. Questa unità di misura rappresenta la concentrazione di magnetismo misurata in un centimetro quadrato esaminato. 1 Tesla è uguale a 10000 Gauss. I magneti di Energetix sono fissati per lo più su 0,12 tesla, cioè circa 1000 Gauss che è la misura media “giusta” di potenziamento. Secondo i parametri generali infatti la potenza media va da 300 a 1000 Gauss.

L’utilizzo dei magneti fa parte delle cosiddette “terapie dolci” ed è interessante nell’Era moderna, periodo in cui l’uomo sta prendendo coscienza delle proprie capacità di autogestione sulla propria salute (almeno nel quotidiano).

In ogni caso qualunque tecnica è da considerarsi un supplemento e non la sostituzione di prestazioni o consulti medici. Quindi quando vi approcciate o affrontate qualunque tipo aiuto “non convenzionale” sentite sempre il parere del vostro medico.

I campi magnetici diminuiscono le contratture. Infatti tonificando le fibre elastiche rafforzano le reazioni immunitarie. Riducendo l’eccitabilità delle fibre nervose che trasmettono la sensazione del dolore hanno un effetto miorilassante. Stimolano l’attività enzimatica responsabile della costruzione cellulare, accelerano gli scambi elettromagnetici tra l’interno e l’esterno delle cellule ristabilendo il potenziale di membrana e frenando la proliferazione tumorale. (Testo Dott. Marco Rho). Questo non significa che guarisca o sia una panacea contro il cancro, ma, come tutte le tecniche che attiviamo nei percorsi di benessere che passano da una sana e corretta alimentazione, dall’aiuto ottenuto con l’utilizzo di integratori naturali, dal benessere psicofisico indotto con tecniche di massaggio, meditazione, aromaterapia, cristalloterapia, pranoterapia ecc. sicuramente mettiamo il nostro corpo in condizione di predisporre alcune barriere. Un corpo debilitato sia fisicamente che psicologicamente è più indifeso davanti all’attacco quotidiano di fattori negativi come lo stress, lo smog, l’inquinamento e così via. La prevenzione è un grande vantaggio, quindi perché non sfruttarla a pieno?

L’effetto terapeutico dei magneti si produce su tutte le parti del corpo: liberano il flusso sanguigno da ostacoli nei vasi, riattivano la funzione delle ghiandole, aiutano a lenire dolori muscolari, artrite, lombalgie, fratture, obesità, ansia, ipertensione, stipsi, dolori allo stomaco, cicatrizzano le ferite ed abbassano la tensione superficiale del sangue con conseguente miglioramento della circolazione.

Quando il nostro livello di energia si abbassa nascono le premesse della malattia. I magneti sono una fonte di energia naturale ed aiutano a bilanciare i livelli di energia incrementando la potenzialità auto curativa.

Questo metodo è un piccolo rimedio “universale” quasi perfetto per creare equilibrio nella vostra vita. Forse non farete a meno del medico, ma acquisterete maggior controllo sulla vostra salute oltre ad aumentare il vostro livello energetico e rinforzare il vostro sistema immunitario.

I magneti sono una sorgente di energia naturale, agiscono sulla causa, non sul sintomo quindi non determinano solo l’attivazione di un processo di guarigione, ma rafforzano l’intero organismo.

I magneti possiedono un’energia già presente nell’Universo: ogni molecola, ogni sostanza o particella dell’universo possiede una certa misura di energia magnetica. Ogni cellula, ogni atomo è magnetizzato.

Tutti i corpi fisici sono avviluppati da un campo elettromagnetico chiamato corpo astrale (l’aura) che rappresenta in modo invisibile la salute mentale, quella psichica e quella spirituale. L’aura interagisce con l’aura di altre persone: ecco perché ad esempio un individuo può starci simpatico o meno persino prima di conoscerlo. Il nostro corpo emana costantemente cariche elettriche e magnetiche. Il cervello, il cuore, i nervi, i muscoli, i tessuti emettono un campo magnetico con diverse intensità. Il campo maggiore è quello creato dal cervello durante il sonno.

I campi magnetici si modificano con il cambiamento mentale, ambientale, sociale e con la modificazione interna del corpo e queste fluttuazioni sono intensamente riflesse sul corpo astrale (l’aura). Quanti di voi hanno sentito parlare di riallineamento dei chakra nel Reiki o nell’Ayurveda? Oppure di applicazione di pietre e minerali nella cristalloterapia, di stimolazione di sensazioni e percezioni con l’aromaterapia? Ecco tutte queste tecniche con la magnetoterapia sono utili a riassestare la nostra aura, a riequilibrarci.

L’energia magnetica può essere trasmessa con applicazione di magneti su una parte specifica, oppure assumendo acqua magnetizzata, o ancora applicando sul corpo prodotti per la cura del corpo magnetizzati.

Per concludere:

la magnetizzazione non trasmette né energia, né forza. Il magnetismo organizza la materia in modo da allineare gli assi caotici delle molecole in un asse magnetico unico.

Si può magnetizzare anche l’acqua con effetti benefici. L’acqua però non diventa un magnete, ma cambia alcune sue caratteristiche biofisiche ed è facilmente riscontrabile che l’acqua magnetizzata sia più energetica. La struttura dell’acqua “stantia” o “morta” (anche quella minerale rimasta in bottiglia, specie se di plastica) si può raffigurare visivamente come un’unione solida mentre l’acqua “viva” di sorgente, in movimento o magnetizzata contiene ioni liberi e mobili all’interno di strutture molecolari più aperte e più flessibili.

Se desideriamo magnetizzare acqua, tisane, infusi, minestre è preferibile magnetizzarli dopo il riscaldamento per evitare la smagnetizzazione ed evitare l’utilizzo di cucchiai metallici. Si possono magnetizzare anche yogurt, succhi di frutta, vino, birra, oppure per shampoo, olii da massaggio e prodotti per la cura della pelle.

Esiste una forte analogia tra acqua sorgiva ed acqua magnetizzata, infatti hanno le stesse caratteristiche. Bevendo ogni giorno acqua magnetizzata è possibile stimolare il processo di depurazione dell’organismo. Studi approfonditi hanno dimostrato che quest’acqua sostiene in modo consistente l’attività dei reni eliminando le tossine e le impurità.

Inoltre l’acqua magnetizzata può essere utilizzata per detergere le ferite e per pulire gli occhi.

Le donne in gravidanza, i portatori di pace-maker, i portatori di defibrillatori, i portatori di pompe per insulina e/o di qualunque altro dispositivo elettromedicale devono ottenere un Consulto Medico prima di applicare bio magneti.

Notizie tratte dal libro “Suggerimenti di Magnetoterapia” Dr. Marco Rho

Poichè le notizie che avete letto sulla Magnetoterapia sono di carattere medico-scientifico, poichè non sono un medico, ho preferito illustrarle con un sunto di ciò che ho letto in merito alla Magnetoterapia con informazioni date da un Medico.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento