La ghiandola tiroidea è deputata al controllo del metabolismo umano, essa, grazie alla sua qualità endocrina, secerne i cosiddetti ormoni tiroidei atti a mantenere gli equilibri metabolici del fisico.

Il ruolo della tiroide in gravidanza diviene ancora più delicato ed importante perché la piccola e leggeraIl ruolo della Tiroide in gravidanza ghiandola endocrina della donna incinta è chiamata a presiedere alle funzioni metaboliche anche del bambino che cresce nel ventre della mamma.

La scienza medica ammette oramai pacificamente che le funzionalità tiroidee della donna incinta influiscono fortemente sul primo sviluppo del feto; ecco i 3 sintomi del malfunzionamento tiroideo.

All’inizio della gestazione il feto umano infatti non gode di un sistema metabolico autonomo, il metabolismo del bambino è cioè completamente dipendente dagli ormoni tiroidei materni.

Studi scientifici hanno dimostrato che un ipotiroidismo, anche latente, della mamma può danneggiare la corretta formazione del bambino.

In relazione alla tiroide in gravidanza i medici richiamano l’attenzione delle gestanti e delle aspiranti mamme soprattutto sul preconcepimento e sulla prima fase della gravidanza.

Tiroide in gravidanza: la prevenzione e la cura sono di fondamentale importanza per la salute del nascituro oltre che della mamma.

Le donne non debbono trascurare due fattori concomitanti e concatenati:

1 . la mamma deve sapere che inizialmente il feto non è metabolicamente parlando autonomo, tuttavia necessita di un equilibrio ormonale che viene garantito dagli ormoni che secerne la tiroide materna.

E va considerato che il piccolo necessita di siffatto equilibrio metabolico in una delicatissima fase di sviluppo in cui si evolve anche il sistema neurologico del bambino.

2. un ipotiroidismo materno determinerebbe certamente un’incapacità del corpo della madre di sopperire alle esigenze del feto.

Posto che le disfunzioni tiroidee sono latenti il controllo anche preconcepimento degli ormoni della tiroide è più che consigliabile.

Le malattie tiroidee non inficiano né la gravidanza, né la possibilità di rimanere incinta.

La Tiroide e gli effetti sulla gravidanzaTalune patologie tiroidee possono scombussolare il ciclo femminile o ridurre la fertilità della donna ma la tiroide si può normalmente curare con piena risoluzione di ogni disequilibrio ormonale.

Più “pericolose” potrebbero risultare le patologie tiroidee sconosciute alla donna. E’ facile soffrire di disfunzioni tiroidee e non esserne consapevoli perchè la tiroide è caratterizzata da una sintomatologia cosiddetta aspecifica.

Un malfunzionamento della tiroide che conseguenze può avere sulla gestazione e sul parto?

Le disfunzioni tiroidee sono state collegate al rischio di parti pretermine, ad un basso peso del bambino all’atto della nascita e nei casi più gravi ad una maggiore incidenza di aborto o di minacce di aborto.

Perciò, nonostante non sia a tutt’oggi indicato nei protocolli medici, lo screening preconcezionale della funzione tiroidea è una buona norma.

Ed alla futura mamma basta una analisi del sangue per controllare il livello di TSH.

Il controllo della tiroide in gravidanza andrebbe sempre effettuato in condizioni di rischio. Possibili condizioni di rischio sono l’età della gestante superiore ai 30 anni, familiarità ed obesità o presenza di gozzo (rigonfiamento del collo tipico sintomo di tiroide).

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento