la Tiroide

Nel collo, adagiata sulla parete della trachea e della laringe, ciascuno di noi ha una ghiandola a forma di farfalla, piccola e leggera ma importantissima: stiamo parlando della tiroide.

Che genere di ghiandola è la tiroide e che funzione svolge all’interno del corpo umano?

A cosa serve la tiroide?

La tiroide è una ghiandola endocrina, capace di secernere ormoni che libera all’interno dell’organismo.

Il ruolo degli ormoni è essenziale per il fisico umano, ogni ormone veicola informazioni e segnali chimici  da una cellula (o da un gruppo di cellule) ad un’altra cellula (o ad un altro gruppo di cellule).

L’equilibrio ormonale, inteso come buona cooperazione e collaborazione cellulare, consente all’organismo di vivere in condizioni di benessere.

Dalla tiroide, e specificamente dagli ormoni tiroidei, dipende il benessere metabolico dell’individuo.
Infatti, in una massima approssimazione, della tiroide si può dire che è una ghiandola deputata al controllo del metabolismo umano.

Cosa si intende per metabolismo umano e che ruolo gioca la tiroide rispetto ad esso?

Il metabolismo comprende un’ampia serie di processi e riassume tutti i passaggi attraverso cui il corpo trasforma il cibo in carburante per il fisico, ovvero in energia tiroide  fruibile dall’organismo.

L’equilibrio metabolico umano dipende massimamente dagli ormoni che la tiroide secerne: la tiroxina (cosiddetto ormone T3) e la triiodotironina (T4).

Tali ormoni influiscono sulla velocità del metabolismo perciò determinano la capacità del copro di assimilare i nutrienti e quindi influenzano la forma fisica, come pure la crescita e lo sviluppo; hanno una ricaduta sensibile sulla la temperatura corporea; incidono sulla tenuta e sulla bellezza della cute e dei capelli;
condizionano il tenore e la forza muscolare; hanno effetti sul sistema cardiaco; controllano il ciclo mestruale e pesano persino sull’umore.

Una produzione eccessiva di ormoni tiroidei determina ipertiroidismo.
Il soggetto che subisce tale disfunzione ormonale dimagrisce, si sente fiacco e accusa continuamente una insostenibile stanchezza, manifesta una scarsa sopportazione del caldo, diventa insonne e irritabile

Un difetto di produzione di ormoni tiroidei determina al contrario ipotiroidismo.
Tale patologia determina un aumento del peso corporeo, affaticamento e sonnolenza, nonché un rallentamento sensibile nelle facoltà mentali e anche nel pensiero.

L’ipotiroidismo del neonato può essere assai pericoloso: questa patologia se interviene sin dalla nascita è capace di determinare un sensibile ritardo nello sviluppo fisico e intellettivo del bambino.

Nell’adulto i disturbi tiroidei comuni sono invece di norma più banali e semplicemente curabili, l’importante è diagnosticare il problema senza ritardo e seguire debitamente cure e controlli sotto la giuda attenta dell’endocrinologo.

Le tiroidedisfunzioni tiroidee si manifestano con una serie di sintomi aspecifici, cioè non direttamente e immediatamente riconducibili alle sole disfunzioni tiroidee. Infatti spossatezza, stanchezza, irritabilità sono, per esempio, sintomi generici comuni a molte e diverse patologie.
Non di rado l’ipotiroidismo si palesa quando il soggetto (che ancora non sa di essere malato) fallisce più diete dimagranti. Spesso capita che persone in sovrappeso intraprendano diete low-carb, cioè povere di carboidrati, ma, a fronte di stati di carenza dell’ormone T3, il metabolismo si blocca quando il regime alimentare si impoverisce di carboidrati e quindi il soggetto anziché dimagrire ingrassa.
Il fallimento delle diete può e deve essere un campanello d’allarme.

La diagnosi delle disfunzioni tiroidee oltretutto è banale basta che il paziente si sottoponga ad un semplice esame del sangue tiroide  con controllo di: TSH; ormoni antitiroidei; anti TG, anti TPO e anti TR e calcitoniana.

Il TSH segna i valori chiave della tiroide:

un valore TSH elevato indica una ridotta funzione della tiroide e cioè un ipotiroidismo;

un valore TSH inferiore ai paramenti normali indica un’eccessiva attività della tiroide ovvero un ipertiroidismo.

Almeno una volta l’anno ciascuno di noi dovrebbe sottoporsi ad un check up medico, completo di analisi del sangue ed in quell’occasione vale la pena di effettuare sempre anche un controllo della tiroide e della sua buona funzionalità ormonale!

 

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento