la tiroide e l'omeopatia come curarsiSecondo l’omeopatia, la tiroide è una delle più importanti ghiandole del nostro corpo. Questa ghiandola influenza la circolazione del sangue, le difese immunitarie, l’equilibrio ormonale, l’emotività e il metabolismo di ogni organo.

Gli squilibri nella produzione di ormoni nella tiroide, per l’omeopatia, hanno un grande influsso sull’energia di ogni individuo.

I disturbi relativi alla tiroide possono essere facilmente diagnosticati, ma non bisogna correre il rischio di trascurare le patologie a essa relative.

L’ipertiroidismo coincide con un’eccessiva produzione di ormoni da parte della tiroide. Questa malattia può portare a palpitazioni, aumento dell’appetito, occhi sporgenti, ansia, disturbi del sonno, muscolatura debole, tremore alle mani e riduzione del flusso mestruale; c’è chi pensa che i problemi della tiroide possano avere cause riconducibili a disturbi psicosomatici.

Tiroide omeopatia: l’ipotiroidismo è rappresentato da un insufficiente numero di ormoni tiroidei nel sangue

Può colpire soprattutto le donne (in particolare dopo i 50 anni di età) e causa stanchezza, aumento di peso, mal di testa, pelle secca, perdita di capelli, difficoltà a guarire, stipsi, allergie, insonnia, attacchi di panico e infertilità.

I problemi alla tiroide in omeopatia sono legati ad una carenza di iodio, vitamine del gruppo B e minerali. Possono inoltre essere causati da tossine alimentari o ambientali, droghe, squilibri ormonali, fitoestrogeni, intolleranze o allergie alimentari, acqua contenente elevate quantità di cloro o fluoro, radiazioni e metalli pesanti.

Anche un eccessivo consumo di alcuni cibi (broccoli, cavoli e cavolfiori) può provocare malfunzionamenti alla tiroide, così come l’assunzione di steroidi e contraccettivi orali.

L’omeopatia considera la tiroide patologica come il risultato di uno stress emotivo o di una frustrazione che blocca il circolo dell’energia all’interno del corpo. La manifestazione di questo problema corrisponde di solito ad un periodo della vita in cui si vivono delle scelte importanti (sul lavoro, sulla sfera sentimentale o su qualunque altro ambito). Il concetto di scelta è la chiave dell’interpretazione psico somatica delle malattie tiroidee.

Rispetto alla medicina allopatica tradizionale, l’omeopatia offre maggiori possibilità di curare la tiroide definitivamente, poiché il trattamento è personalizzato sulle caratteristiche del paziente.

Secondo gli esperti, i rimedi omeopatici sono un’ottima terapia di supporto per regolare gli stati di ipo e iper tiroidismo

 

come l'omeopatia può risolvere i problemi della tiroide

Accanto ai farmaci e alla chirurgia convenzionale, l’omeopatia interviene sulla tiroide con sostanze naturali che riattivano le secrezioni ormonali e ripristinano il tessuto della ghiandola danneggiata, stimolando l’ipofisi cerebrale.

L’omeopatia cura la tiroide senza concentrarsi sull’eliminazione dei soli sintomi, bensì trattando l’intera persona: corpo, mente ed emozioni.

L’omeopatia inoltre, garantisce una terapia priva di rischi ed effetti collaterali: i farmaci omeopatici non provocano assuefazione o dipendenza e sono particolarmente sicuri (grazie a 200 anni di sperimentazioni cliniche).

I rimedi dell’omeopatia per la tiroide rafforzano l’energia, migliorano il circolo ematico e bilanciano le funzioni endocrine. In questo modo il paziente ottiene un effetto purificante e stimolante che garantisce risultati visibili e durevoli nel tempo.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento