Tiroide e fertilità possono essere in relazioneTiroide e fertilità sono collegate perché le malattie della tiroide possono essere una causa di infertilità se non vengono scoperte e trattate adeguatamente.

In presenza di patologie alla tiroide la fertilità può risentirne: se si desiderano figli è importante soprattutto se si è donne, rivolgersi al proprio medico ed effettuare i relativi controlli così da poter risolvere eventuali scompensi; ma la tiroide è solo una questione di ormoni?

Il ruolo del TSH: la tiroide e la fertilità

Tiroide e fertilità, quindi sono collegati tanto che se si sospettano problemi alla tiroide bisognerebbe verificare la quantità di TSH presente nel sangue: in caso di ipotiroidismo o ipertiroidismo, infatti, i suoi valori cambiano enormemente.

Alcuni esperti del settore ritengono che la maggior parte delle donne hanno un livello normale di TSH nel sangue quando i suoi valori si aggirano tra l’1 e il 2.

In presenza di valori superiori al 2 o inferiori all’1, seppure in buona parte dei casi la tiroide e la fertilità vengano considerate normali, le donne non riescono a rimanere incinta.

Le statistiche, inoltre, hanno dimostrato che le donne possono sostenere una gravidanza di successo hanno un livello di TSH compreso tra 1 e 2.

Se desiderate dei figli e non riuscite ad averli oppure in presenza di frequenti aborti spontanei, quindi, la causa potrebbe essere legata alla tiroide: la fertilità potrebbe essere messa a rischio da una carenza o un eccesso di TSH.

Per risolvere il problema è sufficiente rivolgersi a un endocrinologo che sviluppi una terapia in grado di stabilizzare il TSH e combattere l’infertilità.

Come riconoscere se la causa dell’infertilità è la tiroide?

 

L'infertilità può avere cause ormonaliSe i problemi alla tiroide legati alla fertilità non vengono diagnosticati e adeguatamente trattati nelle donne possono determinare infertilità o aborti spontanei ricorrenti.

Se non si riescono ad avere figli, quindi, potrebbe rendersi necessario un controllo della tiroide ai fini della fertilità:

  1. La prima cosa da fare è chiedere al vostro medico di essere sottoposta ai test sulla funzionalità di questa ghiandola. Il test, in particolare, oltre a indicare il livello di normalità deve specificare il valore numerico così da poter avere un quadro più chiaro in merito alla quantità di TSH nel sangue.
  2. In presenza di un TSH anche leggermente alto è utile cercare un endocrinologo che abbia già affrontato i problemi di tiroide e fertilità.
  3. Verificare che si iniziata l’ovulazione attraverso un test predittore dell’ovulazione.

Se la tiroide e la fertilità vengono messe in relazione in seguito agli esami condotti spesso è sufficiente sottoporsi alle relative terapie per poterlo superare.

L’importante anche in questo caso è agire tempestivamente perché prima si affrontano i problemi legati alla relazione tra tiroide e fertilità e maggiori possibilità si hanno di coronare il proprio sogno.

1 Commento

Lascia un commento
  • Marzia

    A quanto pare la tiroide gioca un ruolo importante nella fertilità della donna.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento