ecco i disturbi della tiroideesso?Sempre più italiani sono colpiti ogni anno da disturbi alla tiroide: la grande diffusione di queste patologie evidenzia l’importanza di imparare a riconoscerle e trattarle adeguatamente.

I soggetti più colpiti da disturbi della tiroide sono i bambini, gli anziani e le donne; accade spesso che queste malattie siano rilevate durante il periodo della gravidanza,  quando la donna si sottopone a maggiori controlli. I sintomi della tiroide malfunzionante, inoltre,  possono essere confusi facilmente con i tipici disturbi legati alla gestazione (come nausee e aumento dell’appetito); è inoltre noto come problemi relativi a questa ghiandola possano influire anche sul cuore.

La tiroide è una ghiandola del collo che ha la funzione di produrre ormoni regolatori del metabolismo

La tiroide quindi ha un ruolo fondamentale nei meccanismi di gestione delle energie fisiche.

I disturbi alla tiroide si possono manifestare in forma più o meno grave,  dai semplici casi di iper e ipo tiroidismo fino alle più complesse manifestazioni di noduli e ammassi tumorali.

Nell ipotiroidismo avviene una riduzione nella produzione di ormoni tiroidei, derivanti o da un cattivo funzionamento della ghiandola,  o da una ridotta richiesta da parte del corpo. Nell ipotiroidismo al contrario,  si verifica un eccesso di ormoni tiroidei che entrano nel circolo sanguigno.

Pur rappresentando una rara eventualità,  la tiroide può essere soggetta a noduli e tumori. Una grave patologia alla tiroide è la sindrome di Riedel, una infiammazione che provoca un visibile e fastidioso rigonfiamento della ghiandola,  all altezza dell ugola.

La diagnosi dei disturbi alla tiroide risulta piuttosto agevole per i medici, grazie alla sostanziale riconoscibilità dei sintomi, spesso ben visibili senza ricorrere a esami approfonditi. Ad ogni modo, la medesima sintomatologia può essere comune a più malattie,  quindi è assolutamente necessario rivolgersi ad un dottore per ottenere una diagnosi e una cura corrette.

Quando un paziente manifesta  nervosismo,  apatia, problemi intestinali e alla vista, intolleranza alle alte temperature, si è probabilmente di fronte ad un episodio di iper tiroidismo.

Quando invece il soggetto presenta stanchezza,  cali di pressione,  diminuzione della tensione muscolare,  depressione, tendenza ad ingrassare,  fragilità a unghie e capelli, problemi cutanei, allora si può considerare una diagnosi di ipo tiroidismo.

Anche i bambini possono soffrire di disturbi della tiroide,  ma presentano sintomi molto diversi dagli adulti.  Nei giovanissimi,  l ipotiroidismo rallenta la crescita fisica,  comporta itterizia, problemi alimentari e respiratori.

L’ipertiroidismo nei bambini è abbastanza raro e si riconosce da uno sviluppo ritardato fisico e mentale,  tachicardia e ipertensione.

Nelle persone anziane i disturbi della tiroide manifestano gli stessi sintomi dei malati in età adulta,  seppur in forma più blanda

 

quali disturbi può arrecare la tiroide?Il cancro alla tiroide è un tumore estremamente raro e a basso rischio di mortalità: il sintomo ricorrente è un evidente rigonfiamento della gola a causa dello sviluppo di uno o più noduli intorno alla ghiandola.  Bisogna sempre ricordare che la ghiandola si gonfia anche in patologie meno gravi (comprese iper e ipo tiroidismo): solo il medico può riconoscere la vera natura del sintomo.

Per curare i disturbi della tiroide si prescrivono spesso integratori o inibitori ormonali.  Se il malato ha subito la asportazione parziale o totale della ghiandola (per eliminare alla radice le forme più complesse di iper e ipotiroidismo o noduli maligni) viene curato con pillole da assumere per bocca.

Se l asportazione non può avvenire chirurgicamente, il medico specialista può considerare una terapia allo iodio radioattivo che nel giro di alcune settimane distrugge ogni funzionalità della ghiandola.

Se la radioterapia viene prescritta a pazienti donne e queste cercano una gravidanza,  è fondamentale attendere almeno dodici mesi prima del concepimento,  in modo da scongiurare ogni rischio sulla salute del nascituro.

In merito a cure alternative per i disturbi alla tiroide,  sempre più italiani scelgono l omeopatia,  una medicina di supporto alle terapie tradizionali sostenuta anche da quotati dottori specializzati in medicina endocrina.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento