tiroide e farmaciLa tiroide attualmente, tranne alcune forme tumorali molto aggressive, non comporta più una problematica che possa mettere a repentaglio la salute dell’essere umano.

La scienza medica ha percorso in tal senso molta strada, ragione per la quale, la tiroide non rappresenta più un problema; questa ghiandola può provocare diversi problemi nel caso di disfunzioni; ecco la tiroide e l’obesità possono essere correlate?

Negli ultimi anni ci si chiede se si può curare la tiroide soltanto mediante l’utilizzo dei farmaci o esistono forme alternative che possono risolvere il problema.

Dal momento in cui ci si accorge di avere problemi alla tiroide è bene consultare un endocrinologo esperto in materia che possa consigliare al meglio la terapia da adottare. Solitamente si fa largo uso di ormoni tiroidei soprattutto quando una persona è affetta da ipotiroidismo, ragione per la quale si sente sempre stanca, spossata, con poco entusiasmo e tende ad aumentare di peso.

Per ciò che riguarda l’uso delle medicine alternative al momento possiamo dire che l’omeopatia è quella che ha dato un maggior numero di riscontri in merito. Affinchè si possa utilizzare l’omeopatia è assolutamente sconsigliabile il fai da te affidandosi ad un esperto medico omeopata.

Anche altri rami della medicina naturale hanno dato buoni risultato anche se questi ultimi sono risultati complementari rispetto alla cura primaria farmacologica che viene somministrata.

E’ stata per esempio notata una buona funzionalità della tiroide dopo circa cinque dieci sedute di agopuntura, oppure come rimedio fitoterapico un grosso successo lo hanno avuto gli alimenti ricchi di iodio come per esempio le alghe oppure olio di cocco. Ovviamente questi rimedi nei casi di ipotiroidismo ovvero di una scarsa produzione degli ormoni tiroidei.

Infine un fattore determinante lo è l’alimentazione che costituisce spesso la causa di molti problemi. E’ molto importante infatti non eccedere anche se  si è sani con eccessi di iodio.

Molte volte infatti si compie l’errore che per aumentare il metabolismo si ricorre ad integratori contenenti lo iodio che a lungo andare non fanno che danneggiare la tiroide.

 

Interessante come spunto olistico è apprendere come la tiroide sia collocata esattamente all’altezza del quinto chakra ovvero iltiroide senza farmaci chakra della comunicazione, del dialogo e della relazione con l’altro sesso. Per coloro che si approcciano ad un tipo di medicina non allopatica è importante capire anche se vi sia una relazione psico somatica della patologia.

Per qualsiasi tipo di approccio si scelga di intraprendere, considerata la delicatezza che la tiroide riveste nella nostra vita, si consiglia sempre di consultare un esperto endocrinologo oppure un medico omeopata con una comprovata esperienza nel settore.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento