0 oggetti | €0

Sentimenti, emozioni, stati d’animo e salute: la via della guarigione



Sentimenti,emozioni, stati d'animo e salute: la via della guarigioneLe emozioni, i sentimenti, gli stati d’animo, i pensieri, le idee e  le convinzioni sono, in realtà, una grande fonte di energia. Probabilmente la più grande fonte di energia  esistente nell’universo conosciuto.

 Ogni energia può costruire o distruggere, può creare salute o malattia, gioia od infelicità, vita o morte,  può essere la soluzione od il  problema.

Purtroppo anche noi medici abbiamo relativamente pochissime conoscenze sulla nocività dei sentimenti negativi (odio, rancore, inimicizia, antipatia, mancanza di stima e di fiducia in sè e/o negli altri, etc.), delle emozioni negative (rabbia, frustrazione, paura, tristezza, noia, etc.), degli stati d’animo negativi (malumore, depressione, pessimismo, etc.), dei pensieri, dei valori, delle idee e delle convinzioni  limitanti.

Ed abbiamo ancora meno conoscenze in merito alle potenzialità preventive, terapeutiche e riabilitative dei sentimenti, delle emozioni, degli stati d’animo positivi, cosi come  dei sogni, degli obiettivi e delle convinzioni potenzianti, che, spesso, curano anche più dei farmaci.

sentimenti,emozioni,stati d'animo e salute: la via della guarigione

Sulla base della mia lunga esperienza di medico e di oncologo (ormai sono 31 anni di attivtà), posso assicurarvi che esistono emozioni, idee, affetti e valori tossici per la nostra anima e per il nostro corpo anche più di molti veleni chimico-fisici o biologici.  potenzialmente presenti nel nostro ambiente di vita e di lavoro.

Esiste in realtà un inquinamento spirituale, dovuto alla presenza di emozioni, di affetti, di idee, di convinzioni  e di valori tossici, che è altrettanto nocivo, se non di più, dell’inquinamento chimico-fisico e biologico.

I risultati sul piano della qualità della vita, del mal-essere e delle malattie non cambiano, perchè l’essere umano rappresenta la via finale comune delle tre dimensioni di cui è costituito  ed attraverso cui è collegato al mondo  e di cui abbiamo già parlato in precedenti post (dimensione biologica, psicologica e sociale).

Quanto detto fa capire che lo stesso risultato, come un determinato mal-essere o malanno, può essere ottenuto seguendo percorsi diversi.

La stessa malattia, ad esempio lo stesso tumore può essere la conseguenza di un’esposizione a cancerogeni, di uno stato importante di depressione, di uno stato di solitudine affettiva, di una mancanza di capacità nel saper gestire produttivamente le proprie emozioni, od ancora più probabilmente a tutte e tre le componenti costitutive dell’essere umano, calibrate in  modo diverso nel singolo caso.

I pensieri, le emozioni, i sentimenti e gli stati d’animo sono strettamente interconnessi.

 Un pensiero positivo crea un’emozione positiva, che, a sua volta, provoca un sentimento positivo, quindi, uno stato d’animo positivo e di conseguenza cellule, organi, sistema immunitario e corpo perfettamente efficienti.

 La stessa cosa succede, naturalmente in senso contrario, con i pensieri negativi, con le emozioni negative, con i sentimenti negativi etc.

Il dialogo fra le diverse parti del nostro cervello è ininterrotto ed avviene, contemporaneamente, con il nostro corpo. Il corpo e la mente non sono due entità separate, ma sono strettamente unite ed interdipendenti.

Pensieri, emozioni, sentimenti, stati d’animo positivi diventano messaggi biochimici ed elettrochimici positivi, corroboranti ed energetici per ogni singola cellula del nostro corpo.

Pensieri, emozioni, sentimenti, stati d’animo negativi, se persistono oltre un certo tempo, si trasformano in messaggi negativi che ostacolano il buon funzionamento di ogni cellula del nostro corpo.

La persona più sana è quella che ha i pensieri più sani.

La persona più sana è quella che ha le convinzioni più sane.

Sembra strano ma è proprio così: bisogna fare attenzione a ciò che si pensa, perchè i nostri pensieri hanno, anche, conseguenze positive o negative sulla nostra salute.

I vostri pensieri determinano la vostra realtà ed anche il vostro stato di salute.

Si può fare prevenzione, cura e riabilitazione di qualsiasi malattia intervenendo sul flusso dei pensieri.

Spesso per far guarire un individuo bisogna curare i suoi valori errati, le sue convinzioni sbagliate, la sua noia, i suoi obiettivi fiacchi o negativi, la sua mancanza di sogni, la mancanza  di autostima, il suo modo di essere e di vivere.

sentimenti,emozioni,stati d'animo e salute: la via della guarigione

In sintesi per guarire bisogna curare anche la mente e lo spirito.

La tua vita  e la tua salute non sono altro che il risultato dei tuoi pensieri.

Basta cambiare i tuoi pensieri e le tue convinzioni per cambiare la tua vita.

Il vero potere è dentro di te.

Ti auguro pensieri felici.




22 commenti /

Lascia un commento →
  • cinzia

    Gent. Dott. Pagliara,ho letto con interesse il suo articolo e lei esprime in modo semplice quello che ho sempre pensato anche se non sono medico: Anzi dette da un medico, specie un oncologo, ci danno l’idea di quanto sarebbe importante un’educazione all’emozioni, ai sentimenti come ho già avuto modo di scriverle.Se abituassimo i bambini fin da piccoli a gestire le loro emozioni(naturalmente in base all’età ma soprattutto con l’esempio di noi genitori) si avrebbero generazioni migliori e alcune problematiche frequenti nella nostra società che riguardano soprattutto gli adolescenti non dico che si risolverebbero, ma avremmo a disposizione un altro metodo per combatterle. Da parte mia sto cercando di insegnare ai miei figli un modo diverso di vedere le cose, grazie anche al sito ‘PIUCHEPUOI’ che mette a disposizione eccellenti percorsi di edificazione.Ne abbiamo proprio bisogno in mezzo alle tante brutture che in troppi ormai ci propinano tutti i giorni.Grazie ancora e cordiali saluti Cinzia

  • Anna

    Articolo bellissimo e verissimo Dott,ma io non so da dove iniziare per curarmi.Le ho gia scritto dicendole che dai suio articoli trovavo la forza di cercare una soluzione.Ma a distanza di tempo non è cambiato niente.Sono una persona che spesso si è trovata ad affrontare le ansie,dedpressioni,(sono comunque una persona allegra e positiva..)eppure sono sempre riuscita a venirne fuori piu forte piu coraggiosa,Questa volta non trovo la stradaa.Mi sveglio ormai da vari mesi la mattina con un senso di tristezza,paura,sconforto.Penso che questa crisi economica mi travolgera e io diventerò povera.Sono una stimata parucchiera,ho ruoli importanti in un’ associazione di categoria e nella sezione del partito del mio paese.Eppure tutto sommato il lavoro con fatica va avanti..ma riesco a vedere nero e non cambiare niente,penso cosa potrei fare per migliorarlo? ma poi..mi sento dentro qualcosa che è vicina alla disperazion,solo al mattino perche basta che vado tra la gente questa cosa si calma.Ormai vado avanti con medicine naturali per ,tachicardia,mal di stomaco ecc,lei sa quali distubi si provano.La mia paura e domanda è,riusciro a reagire anche questa volta prima che veramente il mio fisico si ammali?..a 46 anni si è piu a rischio.Grazie comunque di questi articoli che lei scive per noi.Buona giornata.

  • Claudio

    Grazie Cinzia,
    per il tuo prezioso contributo. Quello che dici è estremamente importante. Molti problemi della nostra società sono proprio legati a quello che viene definito “L’analfabetismo emozionale”. In USA ormai si vanno diffondendo nelle scuole delle vere e propri corsi di alfabetizzazione emozionale. Un giorno ci saranno sicuramente anche in Italia, bisogna solo sensibilizzare per accelerare il processo.
    Grazie di nuovo e felice giornata
    Claudio

  • Claudio

    Carissima Anna,
    grazie per i tuoi commenti.
    Ci sono leggi eterne che ci devono illuminare e guidare. Una di queste dice che la caparbietà è più importante del talento ai fini di qualsiasi tipo di successo. Sono sicuro che se continuerai a lavorare su di te, riuscirai nei tuoi intenti. Non ti stancare mai, quello che devi fare è verificare continuamente se la strategia da te utilizzata richiede qualche cambiamento.
    Ti consiglio di leggere anche il mio libro, so che ha aiutato tanti e vedrai che aiuterà anche te.
    Se ci credi ed insisti vedrai che riuscirai.
    Un forte abbraccio
    Claudio

  • Marco

    Buongiorno dottore,

    ho letto il suo articolo e condivido pienamente quello che scrive in quanto sono cose che ho sempre pensato!
    A volte ci facciamo carico dei problemi altrui per buonismo e ci teniamo dentro tutte le tossine, le negatività che poi alterano il nostro equilibrio!
    Quello che ha scritto, riguardo l’ansia e la depressione, sta accadendo a me a seguito di una storia con una ragazza, che finisce sempre a tira e molle e più le dimostro affetto e bene, più non vengo ricambiato, forse per una forma di “troppa sicurezza” da parte dell’altra persona sapendo che io ci sono sempre. Soffrire per amore ne vale davvero la pena? Per me no, eppure l’affetto lega e in questo caso fa star male, è un paradosso ma purtroppo è la realtà.
    Il suo libro come si intitola? vorrei comprarlo, la ringrazio
    Con stima
    Marco

  • Claudio

    Carissimo Marco,
    ti ringrazio per la condivisione di quello che ho scritto.
    Per quanto riguarda il tuo rapporto affettivo sofferto, posso dirti, con la sicurezza che deriva dalla mia esperienza e dai miei studi, che nella nostra vita niente succede per caso e se ci leghiamo ad una persona sbagliata è perchè spesso, inconsciamente, la attraiamo nella nostra vita noi stessi. Questa ragazza rappresenta, quindi, per te un dono per riflettere su di te e per crescere.
    Il mio libro si chiama “la via della guarigione” sottotitolo: curare la mente per curare il corpo, curare l’ambiente per curare l’uomo, curare lo spirito per curare il mondo.
    Lo potrai trovare online oppure provare ad ordinarlo presso la tua libreria.
    Ti auguro tanta luce
    Claudio

  • Vito

    Gentile Dottore,
    ho 40 anni, a breve sarò in tribunale per la separazione dalla mia, ormai ex, con cui ho condiviso 20 anni di vita. Anni intensi e pieni di episodi sia negativi che positivi,per quanto siano i primi a prevalere inserisco sicuramente i due figli nati 16 e 14 anni fà tra quelli positivi. Non ho scelto questa via ed ho pensato a lungo che si trattasse di una tra le più grandi prove che avrei dovuto superare. Purtroppo da febbraio ad oggi le distanze sono aumentate, durante questi mesi ho sofferto in maniera consistente di insonnia e stati di ansia alternati a momenti di grande depressione tanto da dover ricorrere ad un ansiolitico che ho usato solo in tre occasioni. Oggi mi stò dedicando alla casa in cui vivo, la stessa in cui vivevamo tutti insieme, e la stò rendendo veramente diversa ed accogliente ma nonostante i brillanti risultati ottenuti, che non manco di mostrare agli amici, resto in uno stato di latente insoddisfazione e carenza di reale tranquillità essendo comunque tormentato da mille pensieri. Fisicamente avverto tremori agli arti inferiori e superiori, sopratutto alle mani, che mi accompagnano per tutta la giornata e la cosa mi preoccupa un pò.
    Aggiungo che sono in terapia psicologica tramite consultorio e scavando nel tempo ho rilevato qualche anomalia che attiene ad una carenza di autostima e difetti nei rapporti genitoriali e stò seguendo comunque un cammino che spero mi consenta di imparare qualcosa in più da quanto stò, mio malgrado, vivendo.
    Vedrò di leggere il Suo libro quanto prima e non Le nascondo che mi piacerebbe anche incontrarLa.
    L e chiedo scusa se mi sono dilungato ma la lettura della Sua lettera mi ha stimolato a renderLa partecipe.
    La ringrazio fin d’ora per la futura risposta che vorrà fornirmi.
    Cordialmente

    Vito

  • Claudio

    Carissimo Vito,
    ho letto con molta attenzione la tua lettera. Rocordati sempre che non tutti i mali vengono per nuocere e che molto dipende dalle nostre scelte. La vita che conduciamo è sempre il frutto di ciò che siamo e di ciò che diventiamo. Mi sembra che tu stia andando nella giusta direzione perchè stai lavorando su di te. Vedrai, sono sicuro, prima o poi, raccolgierai i frutti stupendi di questo tuo lavoro. Si raccoglie sempre ciò che si semina. Non ti preoccupare se non vedi subito i risultati, se ci credi e perseveri, il mondo dell’invisibile lavorerà per te e, quando meno te l’aspetti, arriveranno le novità che cambieranno sempre più in positivo la tua vita. Credi in te, investi su te stesso, dedicati alla tua crescita con impegno e decisione, impara ad amarti più che puoi e vedrai che il futuro ti sorriderà. Anche io ho una storia simile di separazione alle spalle, ho trascorso periodi tremendi, ho fatto come ti ho detto ed ora sono pazzamente innamorato di una nuova donna stupenda, conduco una vita entusiasmante e ringrazio quel tristissimo periodo della fine della storia con la mia ex. Mi fa anche piacere che tu abbia deciso di leggere il mio libro, sono sicuro che ti aiuterà molto. Ti ringrazio di cuore per la fiducia e spero anche io di poterti incontrare di persona per diventare partecipe delle novità che saprai creare nella tua vita.
    Buon lavoro e felice impegno
    Claudio

  • Vito

    Carissimo Claudio, volevo ringraziarTi per la risposta piacevole e confortante. Nella prima mia lettera ho dimenticato di menzionare il fatto che ho contatti giornalieri con un Tuo paesano, anche lui è una splendida persona ed ho scoperto che vi conoscete anche di persona, il suo nome è Osvaldo ed è il mio capo ma anche un grande amico, sicuramente la persona che mi è stata più vicino nei miei momenti di difficoltà. Non ho scritto il suo cognome ma so che presto ti chiamerà per consentirmi di salutarTi personalmente.
    Un grandissimo abbraccio.
    Con Stima
    Vito

  • Claudio

    Carissimo Vito, il mondo è sempre più piccolo e siamo tutti collegati in rete….è proprio il caso di dirlo. Aspetto di sentire di persona sia te che Osvaldo.
    Vi auguro tanta gioia
    Claudio

  • alba

    Caro Dottore,

    Grazie per l’articolo molto chiaro e forte.Tutto ciò che Lei ha scritto so da tanto tempo, sono consapevole di quello che mi circonda, delle mie emozioni, dei miei stati d’animo, della NOIA che mi assiste da più di 15 anni (!!!!!!!!!),della mancanza dei sonni da qualche tempo ecc, ecc….Tutti i giorni faccio la domanda: come cambiare queste cose? Oggi leggendo un articolo qui, mi sono resa conto del trauma d’abbandono. Oggi ho 44 anni e un cammino interiore che ho iniziato all’adolescenza e con questo vorrei dire che non sono al oscuro di tante verità e meccanismi che sono la via per la gioia e la salute. Solo che io non riesco a raggiungerli….è anche vero che da pochi giorni ho iniziato ad accettarmi così come sono, amarmi con tutto il mio “bagaglio” buono e meno buono. Odio la noia eppure la vivo da così tanti anni. E’ vero che i sono fatta condizionare ma non è che ero io a permetterlo anche se inconsapevolmente? Se è vero che la vita la disegniamo noi stessi allora vuol dire che in fondo io la volevo quella noia???? Faccio fatica a crederci…Ma sempre possiamo cambiare quello che ci circonda? Il senso della responsabilità ostacola tante cose-perché non vivo da sola e non posso prendere delle decisioni che non avrebbero risentito i miei cari. Quale è la chiave? Ho poca fiducia? Mi sono persa…Se Lei riesce a trovare un ordine in tutto quello che ho scritto La chiedo di condividerlo con me! :-)))) La ringrazio ancora per tutto quello che ha fatto, cha fa e farà per l’umanità e per tutto il mondo. Tante buone cose.

  • Carissima Alba, ti ringrazio, prima di tutto,per i tuoi commenti e per aver condiviso, in questo sito meraviglioso di piuchepuoi, i tuoi sentimenti, emozioni e stati d’animo.
    Non è certamente facile entrare nel merito di tutte le questioni vitali ed interessanti da te sollevate. Per rispondere a tutte ci sarebbe bisogno di scrivere un bel po di nuovi post, pertanto mi limiterò a quelle che ritengo più importanti nel tuo caso. C’è qualcuno che ha detto che se non hai una meta, qualsiasi strada è buona e puoi perderti. Si, temo che tu ti sia, in parte, persa, perchè, probabilmente, anzi, quasi sicuramente, non hai una meta, un obiettivo chiaro ed entusuasmante. Se riesci a trovare obiettivi entusiasmanti, niente e nessuno potrà fermarti. In questo caso avrai tanta energia che tanti attuali ostacoli, ed anche la noia svaniranno, come per incanto. Non per caso la parola entusiasmo deriva dal greco en- theos (con Dio dentro). Forse, però, prima di fare questo passo ne dovresti fare prima un altro. Ricostruire la piena fiducia in te, che deve partire dalla consapevolezza che hai enormi potenzialità e che ti meriti la felicità. Ciascuno di noi è su questa terra per essere felice. Per questo dovrai imparare ad amarti di più, ma il discorso diventa lungo. Ti consiglio,pertanto, di leggere alcuni miei precedenti post. Ritengoche potranno esserti molto utili. Ti consiglio, in particolare, quello sull’autostima e quello sui sogni come fonte di energia. Se vuoi lavorare in modo più organico su di te, ti consiglio di iniziare leggendo il mio libro “la via della guarigione”. Vedrai ti sarà molto utile, perchè ti illuminerà su moltissime questioni interessanti da te sollevate.
    Ritienimi, comunque, a disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti.
    Ti auguro un 2010 ricco di luce e di energia.

  • alba

    La ringrazio tantissimo Dottore :-) anche a Lei un meravigliosissimo anno 2010!!!
    Vorrei ancora dire che secondo me l’autostima non mi era mai mancato e ho delle conferme dalla mia vita, il problema è che non ho nessun hobby, non ho una passione e se faccio l’elenco delle attività non riesco a trovare quello che mi colpisce. So che ho delle potenzialità e lo sento ed è sempre stato così, non mi manca fiducia di me stessa. Il problema è trovare sta benedetta meta!!!! Non mi interessa niente. Non più. Sono scarica? stanca? Sono depressa? non lo so. Mi sembra di no ma forse è quello. Sto sempre a casa da 15 anni e mi occupo della numerosa famiglia.Una volta uscivo in palestra, volevo ballare, cantare ma ora NIENTE- non mi interessa più. Sono stata sempre molto dura con me stessa, esigevo tantissimo da me, poi ho iniziato a mollare un’po ma forse è sempre troppo…adesso ho proprio lasciato scorrere la vita senza pormi troppe domande e senza cercare di raggiungere un altro livello sempre più difficile. Eh..sono un casus singularis :-)))
    Forse la chiave è…la PAURA. Si, sono schiava della paura ed è vero che l’ho sempre avuta e respingevo ogni possibilità di essere felice. Ma mi sembrava di averlo superato il problema e che mi sono aperta alla felicità nella mia vita. Paura comunque c’è di varie cose. Mi blocca? sicuramente.
    Ok, Dottore , La ringrazio per la sua disponibilità e L’assicuro che leggo tutti gli articoli di questo sito che mi possono aiutare – sarei poco saggia se non lo facessi !!! Poter nutrirmi da una fonte come questa- è una fortuna e vantaggio!!!
    Buon lavoro :-)

  • alba

    Salve ancora,

    Aveva ragione Lei Dottore, mi manca l’autostima…e questo ho scoperto soltanto in questi giorni. La cosa che mi sorprende è che non l’avrei mai detto questo, come ho scritto nel mio post precedente. Come è possibile che una cosa reale si nasconde davanti ai nostri occhi, che non la vediamo, o non vogliamo vedere…anzi- secondo me quello era il mio punto più forte in me.
    Comunque grazie per la diagnosi mirata :-)
    Alba

  • Claudio

    Cara Alba,mi fa piacere sapere da te che la diagnosi che ti avevo fatto era corretta. Questa tua nuova consapevolezza è sicuramente una tappa importante verso la soluzione dei tuoi problemi. Il coraggio della verità è uno dei sei ingredienti indispensabili per qualsiasi tipo di guarigione. Sono perfettamente d’accordo con te che molte volte la verità è davanti ai nostri occhi e noi non la vogliamo vedere. Questo succede perchè non siamo ancora pronti ed esistono forze inconsce che sabotano la nostra presa di coscienza della realtà. Ora, cara Alba, non ti resta che lavorare su di te, a partire dalla costruzione di una solida autostima, che rappresenta la base per pensare e realizzare progetti appassionanti ed entusiasmanti. Sono sicuro che meriti una vita ricca di gioia.
    Ti auguro tanta luce

  • alba

    Grazie ancora Dottore. E leggerò il Suo libro che ne ho bisogno :-)
    Tane cose buone !
    Alba

  • Claudio

    Grazie a te Alba. Ricordati sempre che la migliore soluzione è sempre quella di investire, in termini di tempo, denaro ed energia, sulla risorsa in assoluto più importante per il tuo futuro: su te stessa. Lavora con costanza sulla tua in-formazione e formazione ed il mondo attorno a te cambierà come di riflesso. Tienimi informato su di te e se hai bisogno di me non esitare a chiedere la mia collaborazione.
    Buon lavoro.

  • alba

    Lei lo sa ovviamente, Dottore, che è una persona stupenda? :-) Con un sito come questo e con la gente che scrive gli articoli qui è molto più facile crescere, almeno ci sono delle indicazioni che altrimenti dobbiamo cercare da soli. Grazie ancora e sono convinta che Lei ne gode già tutto il bene che fa e che ritorna da Lei – Le auguro tutti i benefici del suo lavoro.
    Tante buone cose :-)
    Alba

  • Anonimo

    Buonasera

    Mi trovo qui perchè ero alla ricerca sul web di corsi sul recupero emozionale/sentimentale e mi sono imbattuto nel vostro bellissimo articolo.
    Da quel che leggo anche voi sembrate riferirvi all’invisibile,quindi a Dio,all’importanza della fede nella vita dell’uomo.
    È da qualche tempo che rifletto sulla prorompenza vitale delle emozioni,sono la nostra vera linfa vitale forse.
    Un pugile apatico,senza forti emozioni non vince,e così forse una squadra di calcio.

    Se questa società si trova sempre più in difficoltà potrebbe essere perchè ha smesso di vivere con il cuore? di entusiasmarsi nelle relazioni amorose? di credere nel potere rigenerativo dei sogni?
    Io vi parlo naturalmente della mia generazione,che osservo più da vicino rispetto a quella passata che infondo vien fuori dal 68 e mi da l’impressione di un vesuvio dormiente ma dentro vivo.

    Ma per noi ragazzi moderni che siamo abituati a prendere senza dare, a consumare senza costruire, a vivere vite frenetiche ma vuote,fatte di must e apparire

  • Claudio

    Carissimo anonimo, mi dispiace non poterti dare un nome, ti ringrazio per le tue preziose riflessioni. Vedo che, nonostante la tua giovane età, sei ricco di saggezza, di valori potenzianti e di giuste convinzioni. Sono sicuro che questo tuo ricco bagaglio spirituale ti aiuterà ad affrontare con efficacia tutte le difficoltà e le sfide che offre con generosità la vita. Ti ringrazio di nuovo per il tuo contributo e ti auguro un’ottima giornata.
    Claudio

  • Matteo

    Dottore, mi consenteun’espressione colorita?

    Lei è f**********e un GRANDE.
    Mi ha appena risolto la vita, perchè questo suo articolo è stato come un immenso collegamento che ha legato assieme tutte le cose che sto leggendo in questo periodo della mia vita(sull’energia positiva, le nuove frontiere(serie) della fisica quantistica ecc.), nel quale mi trovo a combattere contro.. una depressione? Non so bene cosa sia, penso che l’unico modo di definirla sia questo. E *QUESTO* è proprio l’articolo che cercavo, non tanto perchè io abbia scelto di credere ciecamente e acriticamente in ciò che scrive, ma perchè sento sempre di più che tutto ciò è VERO, è la realtà.

    Stavo cercando fondamenti scientifici e filosofici ad alcune mie impressioni.. e Lei mi ha appena fornito una GROSSA chiave, per un GROSSO lucchetto. Continui così, ciò che fa è inestimabile. GRAZIE!!

  • Claudio

    Grazie, grazissime Matteo. La verità è che siamo tutti GRANDI,la differenza vera, però, è che molti non lo sanno, per cui si limitano a vivere una vita da piccoli, finchè gli eventi o qualcuno non gli fanno prendere consapevolezza che dentro ciascun essere umano esistono risorse immense, esiste una scintilla divina che è pronta ad essere risvegliata. Il vero guaio è che moltissimi non sapendo di avere potenzialità gigantesche, si limitano ad essere molto meno di ciò che possono essere, ed essendo molto meno di ciò che possono essere conducono una vita misera ed hanno molto meno di ciò che possono avere: salute, gioia, amore, felicità, denaro etc.
    Sono le nostre convinzioni che creano la nostra vita e la nostra realtà. Quello che viviamo ogni giorno non è altro che lo specchio delle nostre più profonde convinzioni.
    Mi fa veramente piacere sapere che ti ho fornito una chiave per aprire un grosso lucchetto. Mi piacerebbe sapere qualcosa in più e, soprattutto, cosa chiudeva o cosa ti impediva di fare questo GROSSO lucchetto. Grazie anche per l’incoraggiamento a continuare e tu continua ad aprire sempre più lucchetti.
    Ti auguro un inizio di settembre favoloso.
    Claudio

Lascia il tuo commento