Ecco giunti al termine di questa mini serie… alla scoperta di nuove parole e significati.

Mi auguro che possa essere spunto di riflessione e motivo di crescita in questo settore… nella speranza di poter trasmettere conoscenze per poter muovere i “primi passi”.

pignoramento immobiliare

Pignoramento

È l’atto con il quale si dà inizio al processo esecutivo di espropriazione forzata. Il pignoramento consiste in una ingiunzione che l’ufficiale giudiziario fa al debitore di astenersi da qualunque atto diretto a sottrarre alla garanzia del credito indicato i beni che vi di assoggettano e i frutti di esso. Tale vincolo giuridico produce l’effetto di rendere inefficaci nei confronti del creditore procedente e dei creditori intervenuti gli atti di alienazione o di disposizione compiuti da debitore ed aventi ad oggetto i beni pignorati.

Prelazione

È il diritto di soddisfarsi sui beni del debitore a preferenza di altri debitori. Le cause legittime di prelazione, ossia le cause in virtù delle quali la legge assicura questa preferenza, sono il pegno, l’ipoteca e i privilegi.

Prescrizione

Produce l’estinzione di un diritto per effetto dell’inerzia del titolare del diritto stesso che non lo esercita o non lo usa per il tempo stabilito dalla legge.

Processo esecutivo

Soddisfa il creditore che, pur munito di una sentenza o titolo che attesti il suo diritto, rimanga ugualmente insoddisfatto perché il suo debitore non esegue spontaneamente la sua prestazione. Realizza quindi coattivamente il risultato pratico di un obbligo giuridico disatteso, anche contro la volontà del debitore, che ne risponde con tutti i suoi beni presenti e futuri (art. 2740 Codice Civile). In questo modo il creditore potrà ottenere dal giudice la soddisfazione del suo credito attraverso l’esecuzione forzata di beni mobili; beni immobili; beni di eventuali terzi giuridicamente collegati al debitore; facendo eseguire l’obbligo di fare o non fare una certa attività. Il processo esecutivo si svolge solo in possesso di un Titolo Esecutivo.

Procura

È l’atto unilaterale con il quale un soggetto conferisce ad un altro il potere di rappresentanza. Il rappresentante agisce in nome e per conto del rappresentato. Pertanto il rappresentato risponde pienamente degli atti compiuti dal rappresentante. La procura è sempre revocabile.

Proprietà

È il diritto di godere e di disporre della cosa in modo pieno ed esclusivo entro i limiti stabiliti dalla legge. È imprescrittibile.

Residenza

Luogo in cui la persona ha la dimora abituale.

vendesi_

Rilancio minimo

Offerta più alta di quella degli altri partecipanti all’asta, determinata in un valore minimo predefinito.

Rinegoziazione

Operazione con la quale è possibile chiedere alla Banca la revisione delle condizioni dei vecchi mutui gravati da tassi fissi eccessivamente elevati. Nel valutare l’opportunità di rinegoziare un mutuo bisogna fare attenzione alle spese di rinegoziazione e alle nuove condizioni applicate. Tuttavia, in presenza di mutui a tassi troppo onerosi, l’ipotesi della rinegoziazione non è l’unica. Una valida alternativa da analizzare è quella di estinguere del tutto il vecchio mutuo ancora attivo, sia pure pagando la penale alla Banca per l’estinzione anticipata e stipularne un altro con una Banca diversa (o anche con la stessa Banca) a tassi di mercato. La convenienza di questa ipotesi dipende da quattro elementi: la differenza tra il vecchio e il nuovo tasso, il capitale ancora da rimborsare, la vita residua del mutuo e l’entità della penale e delle spese.

Titolo esecutivo

È l’atto o il documento in base al quale può essere iniziata l’esecuzione forzata. Deve riferirsi a un credito certo; liquido; esigibile. Questo titolo dà diritto a iniziare l’esecuzione senza bisogno di provare l’esistenza del diritto o della pretesa che si vuole soddisfare, almeno fino a che non venga contestato dal creditore con una opposizione.

Trascrizione

La trascrizione nei Pubblici Registri Immobiliari è il mezzo per rendere pubblici numerosi atti giuridici relativi a trasferimenti, acquisti e modifiche di diritti di proprietà e di godimento su beni immobili e su beni mobili registrati.

Vendita a corpo

Nei casi in cui il prezzo è determinato in relazione al corpo dell’immobile e non alla sua misura, sebbene questa sia stata indicata, non si fa luogo a diminuzione o a supplemento di prezzo, salvo che la misura reale sia inferiore o superiore di un ventesimo rispetto a quella indicata nel contratto. Nel caso in cui dovrebbe pagarsi un supplemento di prezzo, il compratore ha la scelta di recedere dal contratto o di corrispondere il supplemento.

Vendita a misura

Quando un determinato immobile è venduto con l’indicazione della sua misura e per un prezzo stabilito in ragione di un tanto per ogni unità di misura, il compratore ha diritto a una riduzione, se la misura effettiva dell’immobile è inferiore a quella indicata nel contratto. Se la misura risulta superiore a quella indicata nel contratto, il compratore deve corrispondere il supplemento del prezzo, ma ha facoltà di recedere dal contratto qualora l’eccedenza oltrepassi la ventesima parte della misura dichiarata.

Vendita forzata

Ha la funzione di trasformare i beni pignorati in denaro liquido.

soldi immobili

… quanto ci costa la “conoscenza”? …tempo… denaro… costanza… dedizione… sacrificio…

… ma quanto costa “non sapere”? … la Vita!

;-)

e.v

2 Commenti

Lascia un commento
  • giuseppe

    Da quello che ho letto di te scopro che sei una persona che non si è mai tirato indietro e ha avuto l’umiltà di confrontarsi e imparare da chi sà più di te. T i faccio i miei complimenti più vivissimi poiche abbiamo sempre più bisogno di persone come te che mettono a disposizione la propria crescita affinche anche gli altri possono usuffruirne. Questo mi dà coraggio poiche ,anche se in ambiti divetrsi, è la stessa cosa che voglio fare io della mia vita.

    Rispondi
  • nicola

    Ciao emanuele,ho letto con molto interesse il tuo articolo e hai ragione quando dici il non sapere ci costa la vita,ed è per questo che io amo la formazione,anche se in questo momento sono pieno di debiti,ma non abbandonerò mai la formazione.
    Complimenti per il tuo articolo.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento