Come diceva il Poeta Ezra Loomis Pound: “Nel nostro tempo la sventura consiste nell’analfabetismo economico, così come l’incapacità di leggere la semplice stampa era la sventura dei secoli precedenti“.

Stiamo portando avanti schemi mentali che si sono radicati nel tempo ma che adesso non hanno più la stessa efficacia. Ci trasciniamo questi pesi come zavorre che ci spingono verso direzioni che non dovremmo prendere. Non so se anche tu sei d’accordo con me, ma oggi non possono più valere le regole che valevano per i nostri genitori.

Oggi siamo passati dalla vecchia Era Industriale (dei mercati domestici e protetti) alla nuova Era dell’Informazione (dei mercati globali ed aperti).

Siamo di fronte ad un epoca fluida e piena di cambiamenti, bisogna adeguarsi e non rimanere al palo. Giusto per fare un esempio, oggi un neo laureato indiano è in competizione con un neo laureato americano, grazie al tele-lavoro può svolgere la stessa attività del suo collega statunitense direttamente da Bombay.

Come si vince questa sfida? Per ora ti do una risposta secca, ma riprenderemo il discorso più approfonditamente, adesso lasciami dire soltanto: “DIVENTA UNICO”.

Dunque, che cosa sono i soldi?
Secondo me, “i soldi sono pezzi di carta colorata ai quali le persone danno un valore e permettono lo scambio di beni, servizi, strumenti finanziari e business. Il vero valore risiede in queste ultime cose e non in quei pezzi di carta”.

Seguendo questo processo logico si evince che per arrivare al proprio obiettivo finanziario si deve “creare valore” sviluppando le proprie abilità. Il concetto del valore è quindi legato alle nostre capacità personali, quelle di capire e di maneggiare gli schemi della ricchezza.

Gli schemi sono 5 e per precisione li elenco:

  1. la tua professione (o l’investimento nella tua formazione specialistica)
  2. gli immobili (o gli investimenti immobiliari)
  3. Investire in Borsa ed il Trading On Line (o gli investimenti mobiliari)
  4. il business (o l’investimento in attività imprenditoriali)
  5. il copyright (o le opere del tuo ingegno)

come hai potuto notare ho messo tra parentesi il punto focale di ognuno degli schemi sopra enunciati, in realtà ci sono tante altre sottomodalità di creazione della ricchezza in ciascuno di essi. Rimane il fatto che esiste un minimo comune denominatore che accomuna tutti gli schemi, si chiama INVESTIMENTO.
Può essere nella tua formazione, nello sviluppo di una capacità specifica, nell’impiego di denaro oppure nella creazione di un’idea.

Ma come avviene lo scambio tra valore e denaro per ciascuno schema?
Una breve analisi.

La tua professione.
In questo caso esiste una prestazione lavorativa legata al tuo tempo oppure ad una determinata opera da compiere che viene scambiata con del denaro. Si ha:

CAPACITA’ + TEMPO = DENARO

Questo è il classico schema che tutti conoscono e che la cultura ed il sistema scolastico ci inculcano fin da piccoli . Studia, impara una professione (una competenza specialistica) e lavora sodo. Questo significa che il tuo tempo e le tue capacità saranno lo strumento del business di qualcun altro.
Non c’è niente di male in tutto ciò ma rimane il fatto che le proprie conoscenze ed il proprio tempo sono due risorse scarse sulle quali è veramente difficile fare ‘leva’ (ovvero sfruttarle per aumentare i propri risultati finanziari).

Gli investimenti immobiliari.
In questa fattispecie lo scambio avviene tramite l’investimento di denaro, quindi è uno di quei casi in cui il denaro genera altro denaro. La cosa bella degli immobili è che non sempre i soldi devi metterceli tu, puoi anche farteli prestare dalle banche o da investitori privati. Si ha quindi:

CAPACITA’ + DENARO (TUO oppure ALTRUI) = DENARO

Come puoi notare se hai le capacità di trovare degli affari immobiliari, mettendo pochi soldi tuoi e magari facendoti prestare la parte restante dell’investimento da un istituto di credito puoi generare dei redditi molto interessanti.

Gli investimenti mobiliari (Investire in Borsa e Trading On Line).
Avrò modo di parlare del Trading On Line più nel dettaglio, per ora mi basta definirlo come l’attività di negoziazione (per conto proprio) di strumenti finanziari, attraverso l’utilizzo di Internet. Con questo schema possiamo far lavorare i soldi al posto nostro invertendo lo schema classico della propria professione:

CAPACITA’ + DENARO = DENARO

L’investimento in attività imprenditoriali.
Non esiste niente di più redditizio che l’investimento da attività imprenditoriali, infatti esso si basa sulla creazione di valore dovuto ad un’idea trasformata in bene e/o servizio. E’ il processo creativo che sta alla base di questo che consente all’imprenditore di aumentare le proprie entrate grazie alla plusvalenza tra la creazione e la commercializzazione. L’ostacolo più grande di questa attività sta nel fatto che fin da piccoli ci hanno insegnato ad essere dipendenti ma nessuno ha acquisito una formazione specialistica per diventare imprenditore.

IDEA + CAPACITA’ + DENARO (TUO oppure ALTRUI) = DENARO

E’ veramente un peccato che non ci sia una scuola che insegni a diventare imprenditori, non c’è niente di più difficile rispetto a qualsiasi altra professione. Ad esempio credo che sia più difficile fare il medico chirurgo piuttosto che l’imprenditore.

La creazione di opere dell’ingegno
Questo è quello che io chiamo “coniglio dal cilindro”. Esistono praticamente infinite possibilità di realizzare pensieri creativi attraverso il nostro cervello, ma pochissime persone si sforzano di farlo. Siamo tutti vincolati dalla nostra realtà razionale e da “adulti” che ci spinge ad abbandonare un’idea solo perché non comune.
Invece basta anche solo un’intuizione per realizzare un idea vincente. Facciamo due esempi: nessuno conosce Richard Knerr ma tutti avranno giocato con il suo hula hoop oppure neanche Alexey Pajitnov è un personaggio famoso ma il suo video gioco il TETRIS è praticamente il più popolare del mondo.

IDEA = DENARO

Si può creare denaro dal nulla se scriviamo un libro, se facciamo un CD (audio o video), se componiamo una canzone, se realizziamo un film, se inventiamo un prodotto/servizio, se brevettiamo un prodotto/servizio.

per concludere…

…nel prossimo articolo entrerò nello specifico dell’investimento mobiliare e come si può oggi Investire in Borsa attraverso il Trading On Line. Per questa strategia esistono almeno 10 sottomodalità, molto specifiche e addirittura alcune in contrasto tra di loro.
C’è tanta confusione al riguardo e mentre tutti pensano che sia una pratica per pochi eletti, come al solito dipende esclusivamente dalla conoscenza delle regole del gioco che sono più semplici di quello che si pensa.

9 Commenti

Lascia un commento
  • Albion

    Anche a me hanno suggerito un Private Placement Program ad alto rendimento per un immobile che ho inutilizzato.
    I rendimenti sono molto elevati e si parla di gruppo di primarie banche mondiali tra cui credit Swiss (e non suisse)
    Sarà una truffa anche questa? o catena di S. Antonio?
    Grazie

    Rispondi
  • luis

    Complimenti per il servizio! Per rimanere in tema vorrei sapere cosa ne pensate dei programmi ad alto rendimento con immobili. Mi stanno proponendo PPP Private Placement Program… Ci sono rischi? Guarda caso anche qui si tratta di banche primarie a livello mondiale….. Saluti

    Rispondi
  • Marco Ferraro

    Bell’articolo Federico,
    Direi che hai fatto un bel riassunto e aiutato ad avere un pò più di chiarezza.

    Certo che l’intelligenza finanziaria è una cosa molto utile e peccato che non viene insegnata a scuola, probabilmente tanti problemi e tante truffe che si sono susseguite negli anni probrabilmete avrebbero creato meno danni, ma non voglio recriminare. :-)

    Sicuramente saper usare uno strumento come il denaro è molto utile e fondamentale per saper gestire le proprie risorse passate presenti e future.

    A me piacerebbe approfondire il discorso sugli investimenti immobiliari usando il denaro proprio o altrui.

    Complimenti Federico :-)
    Un caloroso saluto

    Marco

    Rispondi
  • Emanuele

    Davvero un articolo interessante… chiaro e preciso.
    Da rifletterci!

    Saluti
    Emanuele

    Rispondi
  • federico pacilli

    per Donato.
    No, non conosco nessuno che è riuscito a guadagnare le tue cifre con gli Hyips.
    Rimane il fatto che sono delle truffe poichè sono semplicemente dei passa-soldi (catene di Sant’Antonio, Schema Ponzi, ecc.) che remunerano il capitale dei primi solo perchè esistono nuovi polli che entrano dopo.
    Non sono io a dirlo ma la CONSOB (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa) e la SEC (Securities and Exchange Commission) le autorità di vigilanza della Borsa italiana e americana.
    Io non lo farei per etica personale (sapere di guadagnare sulle spalle di chi rimarrà con il cerino in mano) e non lo consiglierei a nessuno, ma poi ognuno è libero di fare ciò che vuole e quindi mi limito solo a dire il mio parere e a diffondere le notizie che ho.

    per Josè.
    Grazie ;)

    Rispondi
  • Donato

    Esatto Federico,
    io ne ho sperimentati 54 di questi hyips..e confermo che 25 sono state delle truffe..altri li ho abbandonati io..adesso sono focalizzato su una ventina di questi..che pagano regolarmente da febbraio ad oggi. Sul domani non c’è certezza..ma posso dimostrarti che ho investito 5000 dollari..a febbraio…oggi sono 13mila (di cui 5mila incassati in italia) e gli altri 8000 sono interessi che maturano il 20% al mese. Mi chiedevo appunto se tu avevi avuto esperienza diretta di persone che hanno i miei risultati per più di un anno…
    Spero di non aver “preso” troppo spazio a questa tua rubrica raccontando la mia esperienza.

    un caro saluto, donato
    gioia, luce e ricchezza

    Rispondi
  • federico pacilli

    Ciao Donato,
    adesso ho capito a cosa ti riferivi anche l’altra volta. Gli Hyips High-Yield Investment Program (in italiano significa Programma d’Investimento ad alto rendimento) non sono ne profittevoli e neanche un investimento, sono semplicemente una TRUFFA.

    L’unico schema ai quale fanno parte è lo SCHEMA PONZI (o catena di Sant’Antonio). Statene alla larga.

    E’ probabile che pagarenno quei rendimenti finchè non crolla lo schema e qualcuno decida di rientrare delle somme versate, gli ultimi si accorgeranno che gli interessi venivano pagati con i soldi dei nuovi affiliati.

    Non lo dico io ma la SEC (Securities and Exchange Commission) la CONSOB Americana per intenderci. Di seguito un estratto di una loro informativa di sicurezza sul loro sito:

    Lured by the promise of astronomical profits and the chance to be part of an exclusive, international investing program, investors are once again falling prey to bogus “prime bank” scams. These fraudulent schemes involve the purported issuance, trading, or use of so-called “prime” bank, “prime” European bank or “prime” world bank financial instruments, or other “high yield investment programs” (“HYIP”s). The fraud artists who promote these schemes often use the word “prime” – or a synonymous phrase, such as “top fifty world banks” – to cloak their programs with an air of legitimacy. They seek to mislead investors by suggesting that well regarded and financially sound institutions participate in these bogus programs. But prime bank and other related schemes have no connection whatsoever to the world’s leading financial institutions or to banks with the word “prime” in their names. The Securities and Exchange Commission and other federal and state agencies are continuing to warn investors about these scams.

    per chi non conosce l’inglese traduco:

    Attirati dalla promessa di profitti astronomici e la possibilità di essere parte di un esclusivo programma di investimenti internazionali, gli investitori sono ancora una volta preda di truffe sferrate da false “prime bank”. Questi sistemi fraudolenti fanno credere che i rendimenti provengano dall’attività, di trading, o dall’uso delle cosiddette “prime bank”, o “prime bank” europee o strumenti finanziari della Banca Mondiale, o di altri “programmi di investimento ad alto rendimento” ( “HYIP” s).
    Gli artisti di questa frode che promuovono questi sistemi usano la parola “prime” – o una frase sinonimo, come “le migliori 50 banche mondiali” – come mantello di leggitimità ai loro programmi. Essi cercano di ingannare gli investitori millantando la presenza di istituzioni finanziariamente solide che partecipano a questi programmi fasulli. Ma queste “prime bank” e tutti gli altri sistemi correlati non hanno alcuna connessione con le principali istituzioni finanziarie mondiali o banche con la parola “prime” nei loro nomi. La Securities and Exchange Commission e altre agenzie federali e statali continuano a mettere in guardia gli investitori su queste truffe.

    Rispondi
  • Donato

    Ciao Federico !
    grazie per gli schemi :-)
    ..sono curioso di vedere se gli hyips rientrano nel tuo schema 3 oppure secondo te non sono profittevoli.

    alla prossima !
    donato

    Rispondi
  • jose scafarelli

    Serve sempre un bel vademecum per riorganizzare le idee!
    Ottima seconda tappa, Fede!
    ;-)
    1abbraccio
    Josè

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento