Secondo giorno dell’anno di grazia 2012: sono già stanca di sentir parlare di aumenti al Tg….in due giorni ci hanno già “sfiancati” di negatività…

Mentre vedo scorrere le immagini sul televisore mi accorgo che sto escludendo il sonoro.

Sono davvero stanca di sentire sempre le stesse lamentele, le statistiche su “a cosa hanno rinunciato gli Italiani quest’anno”, sono stanca di sentir

parlare di “stangate”, di aumento di prezzi…ogni parola che esce dalla bocca dei giornalisti è esattamente ciò che NON dovremmo sentire, ciò che

NON dovremmo ingigantire…

Parole, parole, parole, bla, bla, bla, ma non sarà anche la nostra pigrizia mentale che ci fa sempre e solo parlare senza mai agire?

Ci sono cause a noi sconosciute in questo grande “caos” mondiale (anche se per la verità proprio stupidi non lo siamo e le conosciamo

benissimo), quindi mi dispiace per il mondo, ma IO ho deciso che voglio passare ai fatti!

Come ho accennato nei post precedenti, per 30 anni ho svolto un lavoro che non mi ha entusiasmata (ed in questi 30 anni 10 li ho dedicati ad un’attività

mia), però mi è stato utile per imparare a districarmi nei meandri della burocrazia.

Ci sono parecchi modi per guadagnare ed ottenere un buon reddito.

La crisi attuale è stata definita anche peggio di quella del ’29, ma nonostante tutto nel ’29 come oggi ci sono persone che ancora guadagnano cifre di tutto

rispetto.

La differenza tra loro e chi non ce la fa è una: mentre il 905 delle persone trascorrono la giornata a lamentarsi, il 10% pensa come “conservare” il suo

status mettendo in campo energie, sinergie, azione, impegno, sacrificio, proposte e positività.

Concentrare l’attenzione su ciò che non vogliamo ci prende lo stesso tempo che il farlo per ciò che desideriamo.

Ricordate che nulla accade per caso: il 2012 non sarà l’anno della fine. Sarà l’anno di un Grande Inizio e lo sarà per molti.

Questa crisi ci sta “svegliando” dal torpore: serviranno SOLUZIONI, INVENTIVA e VELOCITA’!

Siamo tutti al nastro di partenza di una grande maratona: man mano che si procede si distaccheranno i più veloci e man mano che si procede

molleranno i meno motivati, quelli che si fanno spaventare, i dubbiosi e coloro che non hanno obiettivi ed il gruppo diventerà sempre più

piccolo….alla fine taglieranno il traguardo coloro che hanno perseverato e che con coraggio e fede non hanno mollato ed hanno stretto i denti…

vinceranno coloro che HANNO CREDUTO di potercela fare!

Nel vostro futuro esistono possibilità che non potete nemmeno lontanamente immaginare…

Non fermatevi a guardare cosa fanno gli altri maratoneti…il traguardo è davanti a voi, il passato è il nastro di partenza:

ABBIATE IL CORAGGIO DI VEDERE L’ARRIVO!

Quando inizierete la vostra maratona personale ricordate che in voi sono riposte speranze ed aspettative per un mondo migliore:

migliorando la vostra vita potrete migliorare la vita di altri, della vostra comunità e potrete aiutare altri a vedere la luce in fondo al tunnel.

VOI POTETE FARE LA DIFFERENZA!

Cercate dentro di voi la passione, quella passione che non vi fa odiare la sveglia, ma vi fa svegliare prima che suoni perchè sentite il fuoco

dentro.

Leggendo il Segreto tanti anni fa mi sono accorta che mancava qualcosa: mancava il LAVORO, L’AZIONE…va bene visualizzare il desiderio, va bene

non pensare alle bollette, al mutuo della casa da pagare, va bene pensare all’assegno da x milioni di euro, ma………………SE NON SI PASSA ALL’AZIONE

(CHE E’ IL LAVORO) dubito che dei bei soldoni troveranno mai la strada del vostro conto corrente!

E’ anche vero che visualizzando positività accadano episodi “strani” che ci mettono in condizione avvantaggiata per ottenere ciò che vogliamo ed

è anche vero che una faccia sorridente vi aiuterà ad avere maggior predisposizione nell’incontrare nuove persone, come è pur vero che vi verranno

tante idee, ma…..poi a tutto ciò deve seguire un impegno.

Napoleon Hill sosteneva che “l’uomo raggiunge le maggiori capacità creative tra i 40 ed i 60 anni di età”. Non pensate sia una notizia fantastica?

Avete svolto per tanti anni un lavoro che non vi piaceva per “amor di pace”, “per logico bisogno”, per “doveri di famiglia”? Nessun problema!

Ora non avete più scuse: FORZA E CORAGGIO! Saltate in sella e via verso una nuova vita!

La corsa sta per iniziare: SIETE PRONTI?

Io ho creato un Gruppo di 8 persone che stanno lavorando INSIEME per arrivare al raggiungimento di grandi obiettivi.

questo non sarebbe stato possibile se le persone che stanno lavorando con me non avessero approvato ed accettato il fatto che si stia facendo tutto

ciò per creare una ricaduta economica sulla nostra comunità e sulle realtà collettive in cui viviamo.

So che noi ce la faremo….ce la potete fare anche voi!

8 Commenti

Lascia un commento
  • salvatore fiananese

    Buongiorno a tutti i scrivo per imprimere a far sentire la mia voce delle persone che possono,e hanno deciso di vivere la vita in modo diverso.Per un ‘anno sono stato considerato un mezzo pazzo , perchè mi mettevo seduto e respiravo (meditazione) , poi ,mi venivano mille idee!!!!
    Beh oggi a distanza di un anno posso dire che finalmente questo è stato accettato anzi , ho contaggiato e coinvolto piano piano ,siamo in work progress la mia famiglia!!!!
    Grazie mille e un grande abbraccio a tutte le persone che pensano in modo diverso!!!

    Rispondi
  • Alba

    Io ho scelto di vivere senza TV.
    E’ abbastanza radicale, come scelta?
    Saluti e complimenti per l’articolo.

    Rispondi
  • Nicoletta Perino

    ciao Flavio,
    sono felice che ti sia piaciuto, spero ti sia anche utile!
    Buona giornata.

    Rispondi
  • Flavio

    Bellissimo articolo complimenti!!!! Mi è proprio piaciuto tanto!!!

    Rispondi
  • paola

    Ben detto Nicoletta! Stephen Covey sostiene che essere proattivi sia la prima azione per fare della propria vita un Capolavoro. Condivido il fatto che i periodi di crisi offrano l’opportunità di rivoltare le situazioni in codici nuovi, regole diverse, atteggiamenti appropriati ai traguardi raggiungibili con creatività esplosiva. A patto che si abbiano le idee chiare su CHI si vuole diventare. Si può Fare, come cantava la PFM negli anni 70.
    Ciao!

    Rispondi
    • perino nicoletta

      Ciao Paola,
      infatti!! Non per nulla Obama ha lanciato il suo “YES, WE CAN”.
      Il passaggio della nostra trasformazione passa sempre dal capire DOVE SIAMO e sapere DOVE vogliamo andare….
      Il passaggio intermedio che è anche il più difficile (ovviamente) è L’AZIONE.
      Ti abbraccio.

  • Umberto

    Fantastica Nicoletta, il tuo articolo mi è piaciuto veramente tantissimo, complimentoni :-)
    Noi siamo venuti al mondo per risplendere, non per subire, soffrire, pagare sempre più soldi allo Stato e vivere (anzi sopravvivere) di stenti.
    Siamo stati creati con gioia, passione ed entusiasmo….queste sono le sensazioni che dovremmo provare la maggior parte del tempo su questa Terra.
    Tutte le cose che hai scritto sono assolutamente giuste e le condivido dalla prima all’ultima, ma c’è una cosa che non hai detto e che mi permetto di aggiungere: SIAMO DOTATI DEL LIBERO ARBITRIO.
    Abbiamo la grande possibilità di scegliere la nostra strada e in ogni istante possiamo ritornare sulle decisioni prese per poterle modificare, intraprendendo così una nuova via.
    Siamo noi i giudici della vita che viviamo, DIPENDE DA NOI, sempre e comunque.
    I telegiornali mostrano un mondo che non deve necessariamente essere il TUO MONDO.
    Ti fanno sentire male, ti stancano o ti danno fastidio?
    Perfetto, cambia canale o spegni la tv….anche lì esiste il libero arbitrio, hai il telecomando :-)
    Per quale motivo continuare a farsi del male?
    Se vuoi rimanere informato/a su cosa succede nel mondo, ESCI E SCOPRILO CON I TUOI OCCHI, non restare dentro a fartelo dire dai giornalisti.

    Rispondi
    • perino nicoletta

      ciao Umberto,
      infatti io NON guardo il tg e mi dedico a cose più utili….
      Ormai si è creato il “filone” della disperazione e se solo i giornalisti, gli editori e chi dovrebbe fare informazione comprendessero il peso delle loro parole,
      dei loro visi “falsamente” contriti riuscirebbero a “raccontare” i fatti per quel che sono senza aumentare l’angoscia della gente con il loro “falso” pathos”.
      Io per fortuna, ho imparato da anni ad usare il telecomando e per quanto riguarda il libero arbitrio…beh, credo di essere andata oltre l’andar “contro
      corrente” da anni.
      Ti saluto caramente.

Lascia il tuo commento

Lascia un commento