Ti interessa il tema dello SPORT? Allora scopri come far esplodere il 90% del potenziale del tuo cervello che ancora non usi » SCOPRILO


Attività sportive per i ragazzi: come scegliere?L’attività sportiva all’interno della vita di bambini e ragazzi dovrebbe essere sempre presente: praticare uno sport fin da bambini infatti presenta numerosissimi vantaggi. Educa ad uno stile di vita sano, contrario alle abitudini sedentarie, favorisce socializzazione e condivisione, ed è il primo alleato contro malattie come obesità e diabete.

Soprattutto, grazie all’attività sportiva i ragazzi trascorrono ore divertenti imparando a gestire dinamiche di gruppo che, in maniera più articolata, ritroveranno lungo tutto il corso della propria vita, e migliorano la  fiducia in sé stessi e nelle proprie capacità.

Ma nella giungla di palloni, racchette e piscine, quale sport scegliere? Hai forse pensato al tennis per i bambini?

Attività sportive per ragazzi: come orientarsi

Il primo e principale strumento di scelta è la predilezione del bambino (o del ragazzo) per uno sport piuttosto che per un altro: forzare un futuro cestista a frequentare la piscina non solo è una perdita di tempo, ma rischia di allontanare una volta per tutte il ragazzo da qualsiasi sport.

Una volta chiare le preferenze, è bene informarsi sulle caratteristiche dell’attività sportiva scelta per capire se si può adattare alla personalità del ragazzo.

Gli sport di squadra, per esempio, potrebbero essere un’occasione di socialità in più per i più timidi. Basket, calcio e pallavolo sono anche molto consigliati per i figli unici, dato che insegnano a mettere da parte la propria individualità per il bene della squadra.

Le attività sportive ideali per i ragazziIl ragazzo è senza controllo, indisciplinato e incapace di stare fermo per più di cinque minuti? Praticare un’arte marziale potrebbe rivelarsi un ottimo modo per insegnargli a controllarsi: se da un lato queste attività consentono di sfogare le energie incanalandole in movimenti ben precisi, dall’altro aiutano a migliorare la concentrazione e la disciplina.

Il nuoto invece è uno sport adatto e consigliato a chiunque: consente uno sviluppo armonioso della muscolatura, migliora forza, resistenza e coordinazione ed ha un bassissimo rischio di traumi scheletrici o muscolari. E se il ragazzo adora stare in acqua ma trova noioso nuotare ininterrottamente da una parte all’altra della vasca, si possono sempre considerare altri sport acquatici, come per esempio la pallanuoto.

Attività sportive e precauzioni

A prescindere dalla passione del bambino, il genitore deve per prima cosa capire se lo sport da lui scelto sia adatto a lui e se è il momento giusto per iniziare.

Come fare? Informarsi, informarsi, infomarsi. Prima di far salire il ragazzo sul tatami o di mettergli tra i piedi un pallone è sempre meglio fare una chiacchierata con chi ne sa di più: un pediatra prima di tutto, ma anche un medico sportivo, un allenatore, un atleta più navigato. Avere un parere esperto renderà meno ansiosi i genitori che riusciranno così a lasciare il ragazzo agli allenamenti in totale tranquillità.

Di attività sportive adatte ai ragazzi ne esistono a bizzeffe: sceglierne una già a partire dall’infanzia molto spesso è  l’inizio di un amore che durerà tutta la vita.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento