Ti interessa il tema dello SPORT? Allora scopri come far esplodere il 90% del potenziale del tuo cervello che ancora non usi » SCOPRILO


Bambini e calcio:  i tuoi piccoli mostrano già da piccoli un forte interesse per palle e palloni? Sorridono estasiati davanti a una partita di calcio e non perdono occasione per uscire a tirare due calci al parco con qualche amichetto? Bambini e calcio: la strada verso il successoOrganizzano partite improvvisate ogni volta che ne hanno l’opportunità? Se è così, il calcio per loro potrebbe diventare molto più di un semplice passatempo.

Quasi tutti i bambini, specialmente i maschietti, mostrano una certa preferenza per questo sport rispetto ad altre attività, grazie alla sua facilità di apprendimento, all’enorme pubblicità che riceve dai media e, forse, per imitazione dei genitori.

Bambini e calcio non viene però da tutti trasformato in qualcosa di più serio, per molti rimane un semplice hobby, un modo per divertirsi e socializzare con compagni di classe e di squadra. Per altri, invece, il desiderio di trionfare sul campo da calcio è più forte di qualsiasi altra cosa e, per quanto possibile, i genitori dovrebbero fornire il supporto adeguato affinché da pulcini si trasformino in calciatori professionisti; ma bambini e calcio sono compatibili?

Bambini e calcio: la lunga strada verso il successo

Per quanto la passione del bambino sia intensa, è bene rispettare i giusti tempi: costringerlo a imparare tecniche di palleggio e strategie di gioco a quattro anni è una pretesa assurda. In età prescolare infatti il calcio deve rappresentare unicamente un momento ludico, di svago e divertimento. A sei anni si può pensare di inserirlo in una squadra vera e propria dove, comunque, il fattore-gioco deve rimanere predominante su tutto. Competizione e agonismo possono aspettare ancora un po’ prima di diventare parte della sua vita sportiva.

È bene inoltre scegliere con attenzione la squadra in cui inserire il bambino: prima di tutto il campo non deve essere troppo distante da casa, di modo che prendere parte agli allenamenti non rappresenti un peso eccessivo, né per te, né per il piccolo. Riguardo questo punto, è importante che i genitori si rendano conto che Quando il calcio per i bambini non è solo un hobbyfar praticare questo sport ai bambini richiede uno sforzo organizzativo e un impegno costante, non solo per i bambini. Papà e mamma devono infatti mostrarsi disponibili ad accompagnarli agli allenamenti con regolarità e a sacrificare i weekend al mare per permettere loro di prendere parte alle partite.

In secondo luogo è bene scegliere un gruppo guidato da un allenatore che non si mostri troppo esigente durante i primi anni: se la parte ludica viene a mancare durante questa età cruciale, è facile che i bambini perdano interessa per l’attività, rinunciando ai sogni di gloria e di successo.

È poi scontato che il bambino deve mostrare di avere talento. Se anche si allenasse sette giorni su sette, senza quel qualcosa in più che gli permette di emergere dal gruppo non potrà mai diventare un professionista. Il binomio perfetto per il successo – sia dentro che fuori il campo – è composto dal talento, imprescindibile, e dall’impegno, che deve essere costante e intenso.

Gli imprevisti del calcio: cosa può fermare i tuoi bambini?

 

Per quanto il bambino si impegni e mostri una certa abilità con il pallone, bisogna tener presente alcune variabili che possono influenzare il suo percorso. Prima di tutto, il rischio infortuni: nel calcio sono abbastanza comuni, specialmente tra i più piccoli, e nei casi più seri possono sbarrare la strada verso il professionismo.

Infine, il fattore-fortuna è determinante. Essere al posto giusto nel momento giusto, ed essere simpatici alle persone giuste può essere un grande vantaggio per l’inserimento dei bambini nel mondo del calcio. Purtroppo, è un aspetto a volte determinante, ma molto difficile da controllare. Meglio pensare ad allenarsi allora, e non smettere mai di credere in questo meraviglioso sogno.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento