Ti interessa il tema dello SPORT? Allora scopri come far esplodere il 90% del potenziale del tuo cervello che ancora non usi » SCOPRILO


Sport e bambini: come scegliere?Lo sport per i bambini è possibile fin da piccolissimi? Sì, ma con le dovute precisazione. Per i bambini fino a quattro anni, infatti parlare di attività sportive nel senso tradizionale del termine non è corretto. È impensabile far seguire dei corsi veri e propri a dei bambini così piccoli: le loro abilità psicomotorie non sono ancora abbastanza sviluppate per consentire loro di compiere movimenti tecnici, qualsiasi sia lo sport in questione, o addirittura di maneggiare attrezzi come palloni e racchette, dovendo seguire delle regole precise.

Tuttavia, sviluppare nei bambini un’abitudine al movimento già dalla più tenera età è un modo per trasmettere loro l’importanza dello sport così che da grandi siano in grado di evitare i tipici comportamenti di una vita sedentaria e di uno stile di vita malsano.

Non hai figli ma vorresti avere addominali da campione? Ecco i migliori esercizi per avere addominali scolpiti.

Sport e bambini in età prescolare: quali le alternative?

Non avendo ancora sviluppato a fondo il concetto di gruppo o di squadra, le attività sportive per i bambini molto piccoli sono prevalentemente individuali, e a volte prevedono l’affiancamento di un genitore. Si tratta di corsi propedeutici e preparatori allo sport vero e proprio, in cui il bambino inizia a prendere confidenza con il proprio corpo e a imparare a muoverlo nello spazio.

Espressione corporea – Attività propedeutica alla danza, favorisce lo sviluppo delle abilità psicomotorie, della coordinazione e aiuta i piccoli a diventare consapevoli del proprio corpo. I corsi si basano essenzialmente sul gioco e puntano ad affinare capacità come equilibrio, stabilità corporea ed espressione creativa

Ginnastica – Fino ai quattro anni si tratta di un’attività puramente ludica, di ricreazione sportiva: travi e parallele rimangono solo a fare da sfondo alla palestra, mentre i bambini vengono incoraggiati, attraverso esercizi appositamente pensati, a muoversi e acquisire consapevolezza del proprio corpo nello spazio, migliorando equilibrio, coordinazione e agilità.

Sport e bambini: in piscina già da neonati

 

Sport per bambini: il nuoto anche da neonatiGià dai quattro mesi è possibile iscrivere i bambini a un corso di acquaticità, che devono frequentare però affiancati da un genitore, guidato a sua volta da un istruttore in possesso di un titolo specializzato (si tratta spesso di puericultori o medici). È bene avere chiaro che non si tratta di un corso per imparare a nuotare, ma di attività che mirano a creare affinità tra il bambino e il nuovo elemento, in attesa che abbia l’età giusta per iniziare a seguire un vero e proprio allenamento.

I vantaggi dello sport e i bambini già dai primi anni di vita sono molteplici. L’abitudine all’attività sportiva porta a scongiurare problemi legati a uno stile di vita malsano, come sovrappeso, obesità e disturbi cardiaci. Per iniziare a prevenire non è mai troppo presto!

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento