Ti interessa il tema dello SPORT? Allora scopri come far esplodere il 90% del potenziale del tuo cervello che ancora non usi » SCOPRILO

Sport e bambini per sfogare le energieMolti medici e pediatri consigliano almeno 60 minuti di attività fisica al giorno per i bambini. Questo a dimostrazione che sport e bambini dovrebbero essere uniti da una relazione molto stretta, che inizi dagli anni dell’infanzia e perduri fino al raggiungimento dell’età adulta.

Per capire il rapporto tra bambini e sport, o attività motoria in generale, basterà osservare il comportamento di un gruppo di bambini al parco: corrono a destra e a sinistra, si arrampicano sugli alberi, saltano sulle panchine, giocano con palline e palloni tirandoli in aria o calciandoli… tutto mostra come il movimento fisico sia non solo spontaneo e naturale, ma anche un vera e propria necessità per l’organismo.

Quindi risulta chiaro e lampante che lo sport per i più piccoli è fondamentale, ma come fare per accostare i bambini a queste attività? Genitori, sport e bambini, ecco come approcciarsi.

L’importanza del rapporto tra sport e bambini

I tuoi figli passano molto tempo seduti (a scuola, a tavola, durante le attività extrascolastiche) durante un età in cui sono all’apice delle loro energie. Per questo è importante dar loro un canale di sfogo per poter consumare tutto il carburante che hanno accumulato, e lo sport è il modo migliore per farlo in modo sano e controllato.

Una nuotata in piscina, una lezione di karate, il corso di danza o l’allenamento di basket… qualsiasi sia lo sport scelto dai tuoi figli avrà il vantaggio di donar loro uno strumento attraverso il quale poter finalmente sfogare tutta la loro forza vitale.

Oltretutto le loro energie vengono impiegate per qualcosa di costruttivo: durante le ore dedicate all’attività fisica i piccoli migliorano abilità come equilibrio, agilità, flessibilità o destrezza e imparano ad abituarsi ad uno stile di vita sano.

Grazie allo sport infatti avranno meno probabilità di avvicinarsi a comportamenti dannosi per la saluto come fumo, sostanze stupefacenti e abuso di alcool.

Qual è lo sport più adatto per i tuoi bambini?

 

La relazione tra sport e bambiniA questo punto non ti rimane altro da fare che scegliere a quale sport iscrivere i tuoi piccoli. Ma come decidere? Prima di tutto presta attenzione ai loro desideri e le loro aspirazioni; poi, ragionando sulle loro caratteristiche psicologiche e fisiche, e  tenendo presente le peculiarità di ogni sport, potrai costruire le basi sui cui effettuare una scelta.

Qualche esempio? Per i bambini più timidi e che tendono ad avere difficoltà a socializzare sarebbe preferibile uno sport di squadra, come il calcio o la pallavolo, così da inserirli in un ambiente dove creare nuove amicizie è più semplice.

In caso di bambini iperattivi o con problemi di deficit di attenzioni le arti marziali potrebbero essere la soluzione ideale, perché aiutano a migliorare la concentrazione e a incanalare le energie in modo corretto; nuoto e danza sono perfetti per bambini che mostrano di essere già abbastanza autonomi, perché tendono a valorizzare le prestazioni individuali invece che quelle del gruppo.

Come vedi, la scelta è ampia e variegata, sta a te scegliere cosa è meglio per i tuoi bambini, e far diventare lo sport il loro più grande e inseparabile alleato lungo il percorso di crescita.

0 Commenti

Lascia un commento

    Lascia il tuo commento

    Lascia un commento