Se ti adatti alle situazioni vivi.

Anche se provocatoria questa affermazione è davvero potente. Le specie animali (e vegetali) che sono sopravvissute nel corso dei secoli hanno sviluppato una caratteristica fondamentale: hanno saputo adattarsi ai cambiamenti e alle situazioni. E lo scopriamo a malincuore quando le zanzare resistono all’insetticida che solo qualche mese fa, faceva piazza pulita. A me piacciono le zanzare, uso un ventilatore e non ho mai avuto problemi … semplicemente le faccio volare via… al momento nessuna zanzara si è adattata a questo “problema” diventando più “pesante” usando magari delle zavorre sulle zampe, per contrastare l’aria del ventilatore … hahahahaaaa… immaginatevi la scena    ;o)

E’ anche vero che le felci e i coccodrilli hanno subito poche “trasformazioni” nel corso dei millenni, ma al solito qualche eccezione …

E noi “uomini evoluti” non dobbiamo forse continuare nella nostra evoluzione, adattandoci ai cambiamenti? A tutto ciò che accade al di fuori della nostra “bubble zone” dove ci sentiamo sicuri? Adattamento in questo contesto significa “evoluzione”, incontrare nuovi “mondi” e fare nuove esperienze.

Se vogliamo raggiungere qualcosa di nuovo, di speciale, dobbiamo di sicuro mettere in conto che dovremo affrontare nuovi ambienti e dovremo capire il nuovo contesto in cui ci muoviamo. Se subito ci sentiremo come un pinguino in Africa, dopo un pò, grazie alla nostra capacità di osservazione, ai feedback delle nostre azioni, alle domande che faremo, possiamo essere più consapevoli delle nostre azioni e più sicuri di noi stessi.

Il treno deve fare uno sforzo immenso per partire, paragonato a quello che deve fare quando è lanciato.

Come nella comunicazione, esiste un adattamento reciproco ai canali preferenziali utilizzati nel “rapport” così negli ambienti nuovi si crea lo stesso equilibrio. Precisamente dapprima noi ci adattiamo all’ambiente (non possiamo pretendere che da subito l’ambiente si adatti a noi … a meno che non siamo dei TORNADO ), per poi capire come possiamo trasformare e cosa possiamo trasformare dell’ambiente stesso. Sia che si tratti dell’ambiente scolastico, del lavoro, sportivo o familiare.

Credo fortemente che un’attenta percezione di ciò che ci sta intorno, contenga tutte le informazioni necessarie per elaborare nuovi comportamenti e creare nuove situazioni che ci facciano vivere meglio e che migliorino le nostre capacità di relazione e di sicurezza nel mondo che viviamo. 

… ingrandendo la nostra bolla

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento