Dicevamo della sinfonia del successo. Capire, ascoltare. Sì, davvero due verbi fondamentali per l’eccellenza. Quella dello spirito, innanzitutto. Perché è da lì che viene ogni avere. E da lì la gioia di godere poi di ogni avere, secondo l’importanza che ciascuno gli  attribuisce.

E mentre questa sinfonia si compone, la vedo ampliarsi. La vedo espandersi in una melodia inaspettata. E inaspettatamente piacevole e utile a tanti lettori. Un amico mi ha consigliato di farne un e-book dove suonare a piacimento ogni nota che riguardi il successo: sarà un aiuto per le persone a comprenderne il più possibile la natura e il significato.

Farò così.  Sarà possibile in tal modo scrivere del successo con un’estensione e una ricchezza di dettagli che negli articoli non è possibile fare. Descriverò e approfondirò gli altri otto verbi di questa sinfonia. Pentagramma e penna, allora. E via ad esplorare suoni e ritmi. Lo scopo è che tutti possano cantare e ballare la propria storia con gli occhi umidi di emozione.

E a proposito di occhi che brillano, sai quella canzone che dice “Io non so parlar d’amore… L’emozione non ha voce…
Ecco, quella. Ti coinvolge, vero? Succede anche a te? Ti pervade di bellissime sensazioni difficili da comunicare a parole.
Mi piace da matti quella canzone e mi ha fatto nascere l’idea che invece tutti dobbiamo saper parlare d’amore. E dare voce alle nostre emozioni. Perché parlare d’amore è bello.

E pensa che mi avevano detto che l’amore è solo un bel sentimento e basta.

Mi avevano detto che sì certo l’amore è una gran cosa, ma la vita è lotta dura dove vincono solo i cattivi.

E sai, mi avevano detto anche che l’amore serve a poco perché non è pratico.

Sai cosa ti dico? Si sbagliavano.

Sì che si sbagliavano perché l’amore è una potenza. Tanto potente che il grande sant’Agostino poté dire niente meno che “Ama, e fai quello che vuoi”. Fin da ragazzo sono rimasto affascinato da questo paradosso. L’ho sempre sentito vero. Ho pensato che non sarei morto senza che avesse riguardato anche me.

Me e tutti coloro che non si accontentano dell’amore come di un sentimento un po’ sdolcinato, materno o adolescenziale, certo carino, ma fuori dalla realtà. No, l’amore di cui innamorarsi che spalanca le porte alla volontà di ogni cosa bella è qualcosa di più. Sì, perché stiamo parlando dell’Amor che move il sol e l’altre stelle! Per dirla con Dante, che aveva sì vagato per la selva oscura lontano dalla pienezza della vita, ma indicò pure una strada sulla quale brilla la luce eterna dell’Amore.

Com’è toccante questa possibilità di dare espansione alla felicità della volontà attraverso l’amore! C’è qualcosa che si desidera di più del poter dar corpo al proprio desiderio di vita? No, sicuro. Ma ci siamo sempre scontrati contro la porta chiusa della paura. Desiderio e frustrazione a rincorrersi negli anni, abbagliati dalla credenza che “l’erba voglio non cresce neppure nel giardino del re”. Già, non cresce, perché è già talmente altra, rigogliosa e bella che ce né per tutti. E per sempre. Perché nessuno ci aveva mai detto che c’è abbondanza per tutti. Inclusi anche te e me.

Più volte ho desiderato che  Ama, e fai quello che vuoi diventasse qualcosa di più di un motto affascinante e magnetico. Che diventasse una guida. Sì, proprio un libro-guida verso il compimento di sé nell’amore. E che l’amore facesse saltare il chiavistello alla porta della paura per lasciare entrare tutti quanti lo volessero nel giardino della libertà.

Per dirla con l’indimenticabile De André, sognai talmente forte che mi uscì il sangue dal naso! E il mio sogno era di scrivere un guida che parlasse dell’amore.

Sì dell’amore come forza. Come Energia universale. Ma mi stava a cuore che si potesse parlare dell’Amore come soluzione. Come la Soluzione.

Da quando frequento il web vedo è ricchissimo di ogni informazione… Tante notizie sono davvero eccellenti. Internet ti dà tanto, sicuro. Ma gli mancava ancora qualcosa. Qualcosa di diverso. Qualcosa di unico. Originale.

Mi ci è voluto del tempo, ma poi ho visto che mancava nel web una guida sull’Amore!

C’era bisogno di qualcosa che alzasse la bandiera di “Ama, e fai quello che vuoi”. Il bisogno di leggere qualcosa che aprisse una porta fino ad ora insospettata. Qualcosa che  spiegasse come e perché seminando amore raccogli quel che desideri più di ogni altra cosa: fare quello che vuoi!

Una parola forte e autorevole come l’invito deciso Ama, e fai quello che vuoi doveva essere il nuovo ed originale grande percorso nel web. Una gran quantità di informazioni sull’Amore come mai si era visto in internet. E alla quantità doveva essere naturalmente abbinata qualità e praticità.

Vedevo riflettersi nei miei occhi un avvolgente abbraccio amoroso e finalmente sentire emozioni a cascata. E capire finalmente perché ogni strada che porta al vero successo parte dall’Amore. Capire finalmente in che modo l’amore per se stessi diventa la prima soluzione ai propri problemi (proprio tutti).

Volevo scorrere pagine che mi appagassero nel mio desiderio di vivere a lungo. Volevo conoscere il punto di vista dell’Amore a questo riguardo. Sì, avere una prospettiva su come fare dell’amore l’elisir di lunga vita e come plasmare oggi la tua eternità.

E poi ancora sapere come far entrare con l’amore il piacere nella propria vita. In fondo, comprendere come il tuffo nella propria felicità è facile: è questione di farlo e basta.

Quasi non credevo ai miei occhi! Il vessillo è alzato: “Ama, e fai quello che vuoi”  è una bandiera che sventola da oggi per tutti coloro che hanno un sogno e che vedono la libertà donata dall’amore. È iniziato il New Deal del web! Sì, un nuovo grande corso. Quello dell’Amore come Soluzione. Nessuno ci aveva pensato prima. È un giorno di grande festa.

“Ama, e fai quello che vuoi” adesso è un libro. Una guida. E per tanti è già una soluzione efficace. Fuochi d’artificio allora per la celebrazione dell’Amore. Avere una guida è sempre una risorsa sulla strada della propria vita. Si può credere o meno ai miracoli. Si può scegliere a cosa credere. Si può decidere di seminare amore… E fare poi quello che si vuole.

Si può fare, si può fare… si può amare e godere del nuovo corso della propria vita.

Si può fare, si può fare… si può amare e credere che cambiare è bello.

Si può fare, si può fare... si può amare e perdonare, si può crescere e volare.

Sì! Ama, e fai quello che vuoi.

Da oggi sai qualcosa di più sull’Amore. Semplicemente.

Mauro

8 Commenti

Lascia un commento
  • chayan

    Il tuo modo di scrivere mi piace moltissimo, trasmetti emozione in quello che dici e non solo parlando di Amore, il che potrebbe risultare facile.. ho letto anche gli altri tuoi articoli.
    E’ proprio vero che la poesia è il linguaggio dell’anima.
    La mia anima ringrazia.
    Chayan

    Rispondi
    • mauro turrini

      Ciao, Chayan. Grazie. Gentilissime le tue parole e luminosi i tuoi sentimenti che le accompagnano. Anche la mia anima ringrazia te. Un abbraccio.

  • tina

    splendido articolo, lo leggo e lo rileggo, grazie per le tue parole illuminanti!

    Rispondi
    • mauro turrini

      Grazie, Tina. Gentilissime parole. Sono contento che siano parole che ti sono utili. Ogni cosa bella nella tua vita.

  • Stefano

    davvero un articolo stupendo anche a me la canzone di celentano L’emozione non ha voce crea una specie di malinconia, anche quando mi capita di cantarla qualche volta

    vorrei avere anch’io questa forza di poter amare e di fare ciò che voglio, so che dipende tutto da me ma non so è come se ci fosse una forza sconosciuta che mi blocca ogni movimento che cerco di compiere non so neanch’io come spiegarlo forse in una parola Timidezza sono tremendamente timido =(

    Rispondi
    • mauro turrini

      Ciao, Stefano. Grazie. La forza che ti blocca ogni movimento che cerchi di compiere non è sconosciuta, E’ conosciutissima. Ed è tutt’altro che una forza… Prova a cambiare il punto di vista e considera te stesso come una splendida persona, con tante risorse e che crede che può fare, essere o avere quello che vuole. Comincia solo a crederlo. E vedrai che nessuna forza oscura complotta contro di te. Comincia semplicemente e serenamente a voler maggiormente bene a te stesso e non trattarti da timido. Conosci il motto Just do it. Ecco, fallo e basta. La Timidezza con la T maiuscola non esiste (nenache con la minuscola in verità). E tu non SEI timido. Tu sei Stefano. Ricordatelo spesso! Un abbraccio.

  • Renzo

    Mi piace l’articolo,anche il detto di San Agostino.
    Cè un detto che dice ! Chi semina oro raccoglie letame ,chi semina letame raccoglie oro.
    L’ho provato sulla mia pelle!!!
    Della stupidità umana se la sottovaluta .ma è molto POTENTE in tutti i campi…
    Ciao Renzo

    Rispondi
    • mauro turrini

      Ciao, Renzo. Grazie per il tuo commento. Auguri di ogni cosa bella nella tua vita.

Lascia il tuo commento

Lascia un commento